Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 25 Aprile 2018

Bookmark and Share

Focus al Salone degli Incanti sulle recenti pubblicazioni del circolo culturale “Istria”

Pietro Coppo (Ufficio Stampa mostra "Nel mare dell’intimità")

Trieste (TS) - Giovedì 26 aprile, alle 18.00, al Salone degli Incanti di Trieste il Circolo di cultura istro-veneta “Istria” organizza un incontro pubblico, a ingresso libero, con Rita Auriemma, curatrice della mostra “Nel mare dell’intimità. L’archeologia subacquea racconta l’Adriatico”.

Nel corso dell'appuntamento, curato da Livio Dorigo, presidente del Circolo, saranno presentate alcune recenti pubblicazioni del Circolo stesso. La prima è “ Dall’Istria a Lepanto, passando per Venezia”, con i contributi di Livio Dorigo, Franco Colombo e Pio Baissero, legati da un comune denominatore costituito dall'analisi, svolta in modo originale, dell'apporto decisivo dato dall'Istria e dalle sue genti alla gloriosa storia della Repubblica di Venezia.

A seguire “Dalla Foresta di Montona a Lepanto, attraverso l’Arsenale di Venezia”, sempre di Livio Dorigo, Franco Colombo e Pio Baissero. Il legname ricavato dalle querce e dai frassini di questa foresta, fin dal XV secolo, fu riservato ai soli fini dell’Arsenale di Venezia, dovendo essere utilizzato unicamente per la costruzione delle galere, delle marciliane, dei trabaccoli, dei pieleghi, dei galeoni e delle fregate. Infine spazio a “La Biologia Marina a Trieste e nell'Alto Adriatico. Viaggio tra quattro secoli tra pesci, uomini e memorabili imprese”, di Nicola Bettoso, Giuliano Orel, Stefano Furlani.

Il Circolo di Cultura istro-veneta "Istria", attivo a Trieste dal 1982 come “pensatoio di convivenza” in una prospettiva europea, è stato creato da personalità di origine istriana come Mario Brazzafolli, Franco Colombo, Giorgio Depangher, Livio Favento, Mario Fragiacomo, Guido Miglia, Pietro Parentin, Livio Pesante, Rino Prelaz, Stelio Spadaro, Liliana Urbani, Marino Vocci, proponendosi una ricomposizione della cultura istriana in seguito alle traumatiche vicende postbelliche.

Nella serata, saranno gratuitamente disponibili alcuni dei tanti titoli di ricerche e studi, pubblicati dal Circolo in anni di intensa attività anche editoriale.

Alle ore 17, visita guidata della curatrice della mostra Rita Auriemma (30 posti disponibili). Consegna biglietti a partire dalle 16.30. La visita è gratuita, l’ingresso alla mostra a pagamento e dà diritto a un posto riservato per la conferenza delle ore 18.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa mostra "Nel mare dell’intimità"

Leggi le Ultime Notizie >>>