Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 25 Marzo 2018

Bookmark and Share

"Exconventolive Esercizi di memoria": Luciano Roman legge "I Sillabari" di Parise

L. Roman (foto Ufficio Stampa "Exconventolive Esercizi di memoria")

Pordenone (PN) - E’ un vero e proprio alfabeto delle emozioni, quello che scrive Goffredo Parise a cavallo tra il 1971 e il 1980 con I Sillabari, di cui l’attore Luciano Roman darà lettura, lunedì 26 marzo nel Convento di San Francesco di Pordenone, a partire dalle 19, coadiuvato da Gioia Battista e Alessandro Mezzena Lona, per il ciclo Exconventolive Esercizi di memoria. Un giorno, sul finire degli anni Sessanta, Parise vede nella piazza sotto casa un bambino con in mano un sillabario. Gli si avvicina e legge: «L’erba è verde». Sono tempi politicizzati, in cui si fa spesso ricorso a parole «difficili», e quella pagina limpida e colorata acquista il significato di un monito, un richiamo all’essenzialità della vita e della poesia: «Gli uomini d’oggi secondo me hanno più bisogno di sentimenti che di ideologie».

Nascono così, i Sillabari. Una specie di vocabolario con figure, nel quale le figure però sono composte da parole e da storie. Il gioco del libro è raccogliere tutte le emozioni in ordine alfabetico, esplicitandole in racconti brevi che in qualche modo evocano o sono permeati di volta in volta dall’amore, dall’odio, dal sogno.

I primi, da Amore a Famiglia, escono sul «Corriere della Sera» fra il 1971 e il 1972. Una seconda serie, da Felicità a Solitudine, esce fra il 1973 e il 1980. Saranno poi uniti in un unico libro (Sillabari, appunto, edito da Adelphi) nel 1984.

Luciano Roman ha lavorato con registi teatrali italiani tra i quali Giorgio Strehler, Luca Ronconi, Squarzina, Massimo Castri, Marcucci. Ha recitato, tra l'altro, ne Le baruffe chiozzotte di Goldoni per la regia di Strehler del 1992, Amoretto di Schnitzler per la regia di Massimo Castri, Il candelaio di Giordano Bruno regia di Luca Ronconi, Il bugiardo di Goldoni regia di Bosetti.

Alessandro Mezzena Lona, giornalista e scrittore, ha diretto per 16 anni le pagine culturali de «Il Piccolo» di Trieste, ha scritto due romanzi “La via oscura”, “La Morte danza in salita. Ettore Schmitz e il caso Bottecchia”. Nel 2013 ha vinto il Premio Grado Giallo Mondadori con il racconto “Non credere ai santi”. Scrive di libri, musica e cinema sul suo blog: http://www.arcanestorie.it.

INFO/FONTE: Ufficio Stampa "Exconventolive Esercizi di memoria"

Leggi le Ultime Notizie >>>