Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 19 Marzo 2018

Bookmark and Share

Alla Festa della Poesia e della Letteratura il docufilm “Il popolo di re Heruka” di Isabel Russinova

“Il popolo di re Heruka” (foto Ufficio Stampa Festa della Poesia e della Letteratura)

Trieste (TS) - “Chi è il popolo di re Heruka?” Parte da questa domanda il docufilm di Isabel Russinova dedicato alla storia del popolo Rom, che sarà proposto nell’ambito della Festa della Poesia e della Letteratura martedì 20 marzo alle 17 nello spazio di Trieste Città della Conoscenza (all’interno della stazione ferroviaria).

Obiettivo del documentario è stimolare il desiderio di conoscere un popolo antico e misterioso, di cui sappiamo pochissimo se non attraverso la lente del pregiudizio e delle antiche dicerie legate alla paura del diverso, che da sempre spaventa l’uomo. In “Il popolo di re Heruka” l’autrice del testo, Isabel Russinova, recita affiancata a Marco Lo Russo, fisarmonicista, che costruisce il tessuto musicale del docufilm diretto da Rodolfo Martinelli Carraresi e prodotto da Ars Millennia. L’opera si avvale di un montaggio serrato, che confeziona un racconto in cui si amalgamano diversi linguaggi: teatro, documento, clip musicale e cinema.

“E’ il destino di un popolo piegato dal brutalità della guerra, dal genocidio per fame di conquista. Purtroppo la storia dell’uomo sembra condannata continuamente a perire colpita da questo diabolico potere”, spiega Russinova, sottolineando il valore antibellico dell’opera.

Fatto anche di ballate, proverbi, poesie tramandate nei secoli, il racconto traccia un cammino intarsiato con la musica - che parla attraverso le tipiche sonorità dei popoli nomadi, come la fisarmonica, la chitarra, il violino -, con il ballo, che descrive un altro momento fondamentale della cultura Rom e Sinti e con il cinema documento, che mostra la loro vita oggi, alternando immagini della memoria.

Il racconto parte dall’origine, da più di 3.500 anni fa, sulle sponde del fiume Indo e attraversa i secoli fino ad arrivare ai giorni nostri e a ciò che rimane della lingua, della tradizione, della storia, della religione, dell’arte, della cultura musicale di questo popolo, cercando di scavare nella memoria, cercando di conoscere i padri, le donne e il futuro del popolo Rom.

Alla proiezione saranno presente l’autrice e attrice, testimonial di Amnesty International, Isabel Russinova e il regista Rodolfo Martinelli Carraresi.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Festa della Poesia e della Letteratura

Leggi le Ultime Notizie >>>