Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 20 Dicembre 2008

Bookmark and Share

I premiati della VII edizione del Concors par Tescj Cinematografics in Lenghe Furlane

Cec Udine

Udine (UD) - Si è svolta presso il cinema Visionario di Udine la premiazione della VII edizione del Concors par Tescj Cinematografics in Lenghe Furlane organizzato biennalmente dal Centro Espressioni Cinematografiche. Alla serata sono intervenuti l’assessore alla Cultura del Comune di Udine Luigi Reitani e il Presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini.
La giuria composta dal regista Marcello De Stefano, dal giornalista e operatore culturale Paolo Cantarutti e dal poeta e scrittore Stefano Moratto, ha consegnato premi e riconoscimenti.

Per la sezione sceneggiature il primo premio è andato a Dut intune gnot di Stefano Gasti con la motivazione seguente: “Per l’attualità del soggetto, per la buona qualità dei dialoghi, per la complessità della storia e per la capacità di confrontarsi con l’attualità politica di oggi. La giuria si augura che queste intuizioni si chiariscano meglio sul piano della strutturazione narrativa cinematografica, sopratutto nella sua parte conclusiva”.

Sempre per la stessa sezione è stata segnalata la sceneggiatura intitolata Visin di cjase di Renzo Brollo con questa motivazione: “Per il messaggio critico e intelligente sulla realtà di oggi giocato su un registro ironico e che non è fine a se stesso ma che si fa metafora di una critica sulla nostra società. Si avverte la necessità di un approfondimento delle tecniche di costruzione di una sceneggiatura”.

Per la sezione saggi sul cinema, la giuria ha deciso di assegnare il primo premio ex-aequo a:
Il cine di PP. Pasolini: la lenghe scrite de realtât di Roberto Iacovissi "per la qualità del linguaggio e per lo sviluppo della tesi sul cinema di poesia di Pasolini" e a Maria Zef. Un film sul e pal Friûl che nol plasè ai furlans di Paola Iasci "per la capacità di informare sul dibattito che che vi è stato sul film di Cottafavi in Friuli nel corso della sua uscita".

Infine, per la sezione soggetti cinematografici, la giuria, sebbene abbia individuato lavori di grande profondità, di grande interesse sul piano letterario e di bellezza sul piano stilistico e della lingua friulana, ha deciso di non assegnare un premio perché gli autori non hanno trattato questi lavori in modo che siano scrittura cinematografica, non soltanto e ancora pagina letteraria.


www.cecudine.org

Leggi le Ultime Notizie >>>