Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 16 Febbraio 2018

Bookmark and Share

“Operetta alla Piccola Fenice”: terzo appuntamento con il baritono Nicolò Ceriani

Nicolò Ceriani (foto: Associazione Internazionale dell’Operetta FVG)

Trieste (TS) - Proseguono gli appuntamenti dell’“Operetta alla Piccola Fenice”, organizzati dall’Associazione Internazionale dell’Operetta. Sabato 17 febbraio alle ore 18, nella sala di via San Francesco, 5 a Trieste il baritono triestino Nicolò Ceriani propone “La musica parla di noi?”.

Attraverso una serie di esecuzioni, Ceriani ci porta in un piccolo viaggio tra Lied Operetta e Canzonetta. Perché un musicista classico, un autore drammaturgico od un cantante lirico, potrebbero frequentemente sentire l’esigenza di strimpellare al pianoforte una musica commerciale o, seguendo un CD comperato in età giovanile, nel segreto delle proprie stanze, cantare con gusto e a squarciagola canzonette considerate dalla cultura alta, triviali o di basso livello? Mentre la grande musica classica (cameristica, lirica e sinfonica) alla stregua del grande teatro drammatico, parla a noi di problemi generali spesso articolati e complessi, la canzone leggera, e talvolta anche il lied, per la sua semplice brevità non pretende di affrontare veri temi o argomenti, ma di suscitare subitanee e fugaci emozioni che, filtrate nell’ascolto individuale, diventano parte integrante di un segreto percorso sentimentale, creando l’illusione che parlino di noi. Il terzo appuntamento alla Piccola Fenice vuole essere allo stesso tempo concerto, lezione di musica e di vita.


Nicolò Ceriani frequenta da sempre il genere dell’operetta, essendo stato ospite fisso del Festival Internazionale dell’Operetta di Trieste, per cui ha lavorato in almeno quindici produzioni, e degli spettacoli dell’Associazione Internazionale dell’Operetta di cui ha spesso scritto programmi musicali e testi.

Ha curato la regia di operette note come La Vedova allegra, Cin-ci-là, Al Cavallino bianco, Paganini e di altre meno note, come il Gasparone di Milloecker, rappresentato con grandissimo successo insieme ad Elio Pandolfi, in prima italiana assoluta ad Agrigento e poi a Trieste.
Nato a Venezia, compiuti gli studi musicali di violino e pianoforte a Trieste, si perfeziona come violinista. Studia canto con i maestri Silvestri, Celletti ed Economides e nel 1992 fonda al Teatro Verdi di Trieste il gruppo “Giovani in Opera”, con il quale partecipa in qualità di cantante e Capocomico a numerosi Festival internazionali. Da molti anni è presente nelle grandi produzioni estive dell’Arena di Verona.

Svolge un’intensa attività come baritono nei principali teatri italiani ed europei, partecipando a più di 100 produzioni liriche, sotto la guida di direttori quali Oren, Zedda, De Bernart, LuJia, David, Guingal, Gatti, Santi, Rizzi, Tate, spesso scelto da registi come De Ana, Pier’Alli, Zeffirelli, Pizzi, Martone, Landi, Michieletto, nei principali teatri italiani, Fenice di Venezia, San Carlo di Napoli, Massimo di Palermo, ed europei, Vienna, Salisburgo, Monaco, Madrid, Santander, Budapest.

Alterna, negli ultimi anni, le parti del baritono buffo, con cui aveva ottenuto i maggiori successi internazionali al Rossini Opera Festival di Pesaro, Tokyo, Nijgata, Sydney, Bombay, con i tradizionali ruoli del baritono lirico: Marcello, Sharpless, Lescaut, nelle opere pucciniane, il Conte d’Almaviva, Guglielmo e Don Giovanni in quelle di Mozart.

Recentemente ha interpretato i ruoli di Don Geronio ne il Turco in Italia e di Taddeo ne L’Italiana in Algeri di Rossini, il Barone Zeta ne La vedova allegra di Lehàr, Capulet père nel Romèo et Julette di Gounod, Dulcamara ne L’elisir d’amore di Donizetti, Sam in Trouble in Tahiti di Bernstein e Il dottor Stone in Help, help, the Globolinks di Menotti.

I biglietti per il concerto sono acquistabili al punto vendite di Ticket Point (galleria di Corso Italia 6/C a Trieste) con il seguente orario: feriali 8.30-12.30 e 15.30-19, e mezz’ora prima dello spettacolo a teatro.

Informazioni possono essere chieste all’Associazione Internazionale dell’Operetta attraverso l’indirizzo mail, info@triesteoperetta.it, il sito www.triesteoperetta.it e il numero di telefono 3404738010.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Associazione Internazionale dell’Operetta

Leggi le Ultime Notizie >>>