Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 14 Febbraio 2018

Bookmark and Share

Vetrina musicale alla Sala Tartini del progetto "Two Pianos - Three Cities"

Antoinette Van Zabner (foto Ufficio Stampa Volpe&Sain)

Trieste (TS) - Giovedì 15 febbraio, alle 18, ancora un evento concertistico nella Sala Tartini del Conservatorio di Trieste: l’appuntamento è con la vetrina musicale del progetto "Two Pianos - Three Cities", organizzata in collaborazione fra i Conservatori Tartini di Trieste e Tomadini di Udine, e l'Universität für Musik und darstellende Kunst (Università per la Musica e le arti interpretative) di Vienna. Il progetto, sostenuto dal Dipartimento di Strumenti armonici del Conservatorio Tartini, vede coinvolti alcuni studenti delle classi di Duo pianistico dei docenti Alessandro Paparo, Flavio Zaccaria del Conservatorio di Trieste, Flavia Bertoli del Conservatorio di Udine e Antoinette van Zabner dell'Università della Musica di Vienna. Gli allievi si sono già esibiti con pieno successo nei giorni scorsi a Udine e a Vienna, e concluderanno questo interessante progetto di collaborazione e scambio tra istituti con il concerto di giovedì a Trieste.

L'ingresso è libero, previa prenotazione (tel. 040.6724911).

In programma musiche di Claude Debussy (Lindaraja, En blanc et noir, from Nocturnes – Nuages, Fetes), Dmitri Schostakovich (Tarantella, Concertino), Witold Lutoslawski (Variazioni su un tema di Paganini), Sergej Rachmaninov (Suite No. 2 op.17) e Arnold Schönberg (from op. 16 arr. by Webern).

In scena alcuni dei migliori allievi delle tre istituzioni musicali: sono Francesca D'Odorico, Emma Bonutti, Riccardo Burato e Alessandro Del Gobbo per il Conservatorio Tomadini, Jovana Vucevic, Kosti Deti, Maria Iaiza e Luca Chiandotto per il Conservatorio Tartini e Sakuya Okayasu, Yu-Ning Chuang, Daria Kovaleva e Dragos Ioan Dimitriu per l'Universität für Musik und darstellende Kunst di Vienna.

Info: www.conts.it


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Volpe&Sain

Leggi le Ultime Notizie >>>