Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 26 Ottobre 2008

Bookmark and Share

Al festival "Le voci dell’inchiesta" anteprima nazionale del film "Dimmi la verità" di Daniele Segre

 “Dimmi la verità”

Pordenone (PN) - Prestigiosa anteprima nazionale per la seconda edizione del festival "Le voci dell’inchiesta", in programma a Pordenone dal 29 ottobre al 2 novembre, promosso da Cinemazero con l’Università degli Studi di Udine - Facoltà di Scienze della formazione, Corso di laurea in Scienze e tecnologie multimediali, per la direzione artistica di Marco Rossitti.

E’ infatti firmato da Daniele Segre - il regista del film “Morire di lavoro”, celebrato per l’intenso sguardo sulla questione delle ‘morti bianche’ per incidenti sul posto di lavoro in Italia – il nuovo film-inchiesta “Dimmi la verità”, dedicato alla condizione giovanile del nostro tempo. In anteprima nazionale per il pubblico del Festival dell’Inchiesta 2008, “Dimmi la verità” sarà proiettato a Pordenone giovedì 30 ottobre, negli spazi di Cinemazero dalle ore 17.

Il lavoro è realizzato attraverso la "finzione" di monologhi scritti e interpretati dagli allievi della Scuola per Attori di Torino. Come spiega lo stesso regista Daniele Segre, «â€Dimmi la verità” è il risultato di un’esperienza di laboratorio molto interessante nella quale ho richiesto agli allievi attori della Scuola del Teatro Stabile di Torino la capacità di scrivere un testo e poi di interpretarlo attraverso un monologo davanti alla telecamera.

Il montaggio che ne è scaturito è liberamente tratto da quei monologhi e rappresenta un’occasione per raccontare con la finzione la realtà della condizione giovanile del tempo presente». Dal film emerge dunque un mondo di sentimenti tutt’altro che pacato e incolore, ma restituito con toni netti e piccole idiosincrasie, in cui i protagonisti, allievi-attori-autori dei testi che interpretano in forma di monologo, si confrontano con la durezza e la freddezza della vita, a volte con rabbia, a volte con ironia.

"Dimmi la verità" è una narrazione corale che prosegue in modo speculare il discorso sull’emozionalità giovanile intrapreso da Daniele Segre con L’amorosa visione (2007) e che, sulla stessa base tematica, fonda un racconto sui ragazzi di oggi non più nella realtà delle loro personali e spontanee risposte davanti alla macchina da presa, ma nella finzione reale dei monologhi da loro stessi interpretati come attori e ispirati dalle proprie esperienze. Alla proiezione farà seguito l’incontro con il regista Daniele Segre, presenti anche Mauro Avogadro, direttore della Scuola per Attori del Teatro Stabile di Torino, e Angela Felice del Teatro Club Udine.

Sempre giovedì 30 ottobre, alle 16, sarà presentato un altro recente lavoro di Daniele Segre, “L’amorosa visione”. Il percorso in omaggio a Daniele Segre, nell’ambito del Festival dell’inchiesta, offrirà ancora la proiezione di “Morire di lavoro” (venerdì 31 ottobre – ore 17.30), mentre nella mattinata di sabato primo novembre Daniele Segre condurr&agfestival "Le voci dell’inchiesta" - logorave; un workshop sul tema del documentario d’inchiesta. Del regista saranno proiettati, fino a domenica 2 novembre, anche “Dinamite (Nuraxi Figus, Italia)”, “Asuba de su serbatoiu”, “Parèven fumighi”, “Non ti scordar di me” e “Monda mondo”, sempre alla presenza dell’autore.

Per informazioni: www.cinemazero.org, tel. (0039) 0434-520404.

Leggi le Ultime Notizie >>>