Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 10 Agosto 2017

Bookmark and Share

Parte da Pordenone il tour europeo estivo della Gustav Mahler JugendOrchester

Gustav Mahler JugendOrchester (foto Ufficio Stampa Volpe&Sain)

Pordenone (PN) - Partirà da Pordenone, con il progetto di residenza dell’estate 2017, il nuovo tour europeo della Gustav Mahler Jugendorchester, la principale orchestra giovanile al mondo, forte di oltre un centinaio di giovani musicisti di assoluto talento selezionati con audizioni annuali in 25 Paesi. La GMJO è il vivaio per eccellenza di orchestre leggendarie, come i Berliner e i Wiener Philharmoniker, l’Orchestre National de France o il Concertgebow di Amsterdam: fondata da Claudio Abbado, festeggerà proprio a Pordenone i primi 30 anni della sua formidabile storia “live” sulle scene europee.

A Pordenone i 112 musicisti della Gustav Mahler arriveranno il 15 agosto: sette i giovani orchestrali di nazionalità italiana, sono Miryam Veggi di Alessandria, Andrea Toselli di Torino, Leonardo Jelveh di Abano Terme (PD), Maura Marinucci di Penne (Chieti), Federica Cucignatto di Bagno a Ripoli (Firenze), Stella Ingrosso di Ferrara e Giuseppe Mengoli di Poggiardo (Lecce).

Se il calendario annuale vede protagonista la GMJO nelle più prestigiose rassegne e istituzioni concertistiche (dai Festival di Salisburgo, Edimburgo e Lucerna al Musikverein di Vienna, al Teatro alla Scala), per l’estate 2017 l’Orchestra ha eletto Pordenone e il suo Teatro come sede privilegiata dei laboratori didattici e del lavoro di preparazione sotteso alla propria attività concertistica.

Nei giorni della residenza estiva, dal 15 al 23 agosto, la città ospiterà per la prima volta una comunità cosmopolita di giovani di straordinario talento, insieme ai grandi nomi del panorama musicale mondiale che li accompagnano nelle prove e che saranno protagonisti con loro nel successivo tour da Salisburgo a Dresda, Lucerna e Praga, passando per Bolzano e i concerti inaugurali del MITO festival, alla Scala e al Teatro Regio di Torino.

La Gustav Mahler sarà di scena innanzitutto ad Aquileia e Tolmezzo sotto la guida del Maestro Lorenzo Viotti, miglior direttore emergente agli International Opera Awards, impegnato le scorse settimane con l’Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala. Venerdì 18 agosto, alle 20.30, nella Basilica di Aquileia, e sabato 19 agosto, alle 19.30 nel Duomo di Tolmezzo, il programma sarà dedicato alla Sinfonia n.8 “Incompiuta” di Schubert, oggi tra le composizioni più popolari ed eseguite del musicista viennese, e alla Sinfonia n.5 “La Riforma” di Mendelssohn, opera intensa ed espressiva, di carattere severo, proposta nel 500 anniversario della Riforma Protestante. I due concerti, con ingresso libero, sono possibili grazie al sostegno di PromoTurismo Fvg e alla progettualità congiunta degli Assessorato al Turismo e Attività produttive e alla Cultura della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia.

A conclusione del lungo tour estivo l’Orchestra sarà protagonista nel Teatro Verdi di Pordenone di due serate consecutive, mercoledì 6 e giovedì 7 settembre, alle 20.45: due concerti di massimo richiamo, chiamati a siglare l’incipit del nuovo cartellone musicale del Teatro Verdi, diretto da Maurizio Baglini. La prima sera il programma prevede il monumentale e fantastico Turangalila di Messiaen, per un “Novecento spettacolare”; la seconda proporrà capolavori di Ravel, Schoenberg e Bartók, per uno spettacolare “Inno all’amore” che si chiuderà con il Concerto per pianoforte orchestra di Gershwin, emblema del “jazz sinfonico” di inizio ‘900. Brilleranno in questi due concerti le stelle del direttore d’orchestra Ingo Metzmacher, brillante “nume tutelare” del repertorio del XX secolo, e del pianista Jean-Ives Thibaudet, solista acclamato dal pubblico di tutto il mondo. Sarà per tutti una grande festa musicale: acquistando il biglietto per uno dei due concerti di Pordenone si potrà accedere in via agevolata ai successivi eventi musicali. E sono previste riduzioni per l'acquisto congiunto dei due concerti del 6 e 7 settembre.

«Il progetto di residenza della Gustav Mahler Jugendorchester – spiega il presidente del Teatro Verdi Giovanni Lessio – è nato due anni fa, nel 2015, con il concerto inaugurale della Stagione, e si sta consolidando grazie al gioco di squadra del Teatro, che si è dimostrato perfettamente idoneo a questa sfida, con le istituzioni regionali di riferimento e con la città di Pordenone, che garantisce l’ottimale ricettività per l’arrivo degli oltre 100 giovani musicisti di tutta Europa. Un assaggio dell’atmosfera internazionale che per una settimana renderà Pordenone un vero polo cosmopolita arriverà nella serata del 22 agosto, con “GMJO, una sera d’estate”: sarà l’occasione per incontrare dal vivo, nel cuore di Pordenone, i musicisti della Gustav Mahler Jugendorchester».

Il progetto “GMJO, una sera d’estate” è realizzato in collaborazione con Sviluppo & Territorio: nelle ore del dopocena, martedi’ 22 agosto il Teatro Verdi si apre alla città con una serata di ‘musica diffusa’. Appuntamento in una decina di location del centro – Caffè Letterario, Caffè Municipio, Complemento oggetto, Dimore Concept, 1843 Bar Cicchetteria, Caffè Nuovo, Caffè della Piazza e Antica Drogheria – dove saranno programmati piccoli concerti di musica classica e, percorrendo la città ‘a stazioni’ nel segno della buona musica, si potrà gustare un afterdinner o un buon vino in compagnia dei giovani talenti europei della musica.

Le prevendite dei concerti pordenonesi ripartiranno lunedì 21 agosto e sono in corso on-line, con pacchetti speciali e vantaggi per l’acquisto di entrambi i concerti (info: www.comunalegiuseppeverdi.it, tel. 0434.247624).

Il tour europeo dell’estate 2017 della Gustav Mahler JugendOrchester sarà illustrato alla stampa martedì 22 agosto, a breve tutti i dettagli.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Volpe&Sain

Leggi le Ultime Notizie >>>