Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 01 Marzo 2017

Bookmark and Share

Aspettando "Le voci dell'inchiesta": dal Festival di Berlino arriva “Les Sauteurs”

“Les Sauteurs” di Moritz Siebert e Estephan Wagner

Pordenone (PN) - Un nuovo appuntamento a Cinemazero a Pordenone con le proiezioni settimanali che accompagnano il pubblico verso la decima edizione dell’unico festival italiano dedicato all’inchiesta nelle sue diverse forme, Le Voci dell’Inchiesta, che presenterà tra il 5 il 9 aprile una selezione delle migliori produzioni internazionali di cinema del reale dell’ultimo anno. In attesa del festival, Cinemazero presenta in queste settimane il ciclo di appuntamenti “Aspettando le Voci” un assaggio di cinema del reale con esclusivi documentari dai migliori festival del mondo e la presenza di registi e giornalisti per scoprire alcuni temi della decima edizione del Festival.

Presentato in anteprima mondiale al Festival di Berlino 2016 dove ha ottenuto l’Ecumenical Jury Award e dopo essere stato selezionato in oltre 50 festival di tutto il mondo vincendo 15 premi tra cui l’Amnesty International Award, arriva a Pordenone, giovedì 2 marzo alle 21.00, il documentario “Les Sauteurs” di Moritz Siebert e Estephan Wagner in coregia con Abou Bakar Sidibé.

Nel nord del Marocco esiste l’enclave spagnola di Melilla: un pezzetto di Europa in Africa. Dalla montagna sovrastante, un migliaio di migranti africani pieni di speranza guardano la recinzione che separa il territorio marocchino da quello spagnolo. Il maliano Abou Bakar Sidibé è uno di loro e per oltre un anno ha incessantemente cercato di saltare la recinzione di filo spinato, evitando gli idranti e le brutali autorità locali. I due registi danesi affidano al giovane Abou una telecamera per un anno. In un momento storico in cui le frontiere e le recinzioni sono sempre più presenti sia all’attenzione mediatica sia cinematografica Moritz Siebert e Estephan Wagner rimettono al centro l’uomo e scelgono un punto di vista esclusivo per parlare di questa realtà.

La telecamera nelle mani del giovane africano diventa l’occhio per costruire un racconto senza precedenti di una delle zone più militarizzate d’Europa, sia sulla vita quotidiana di chi vive al di là del muro sia sulle speranze e le paure di migliaia di ragazzi che, se come tutti i giovani cercano la libertà e un futuro migliore, per farlo devono scavalcare un muro per entrare in un mondo a cui non hanno accesso.

A presentare il film a Cinemazero sarà il regista di film e documentari per cinema e televisione Andrea Segre, che da oltre dieci anni presta particolare attenzione al tema delle migrazioni. Segre è socio fondatore di ZaLab che distribuisce il film in Italia.

Atteso per il prossimo appuntamento - in programma mercoledì 8 marzo in occasione della giornata Internazionale della donna – il film Sonita, premio del pubblico Documentary Film Festival Amsterdam 2016 con una presenza d’eccezione, quella dell’attivista iraniana Najmeh Musavi Piambari. Aspettando Le Voci proseguirà poi fino al 30 marzo con altre due serate di proiezione.

Chi si abbona subito al festival Le Voci dell’Inchiesta potrà accedere a prezzo ridotto a tutte le proiezioni di “Aspettando le Voci”, oltre ad avere accesso a tutte le proiezioni ed eventi del festival. Modalità di abbonamento su www.voci-inchiesta.it.

INFO/FONTE: Ufficio Stampa Volpe&Sain

Leggi le Ultime Notizie >>>