Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 09 Febbraio 2017

Bookmark and Share

“Dimenticato? No, adottato!!!” in mostra alla Sala Arturo Fittke dal 10 al 17 febbraio

Progetto "La scuola adotta un monumento®"

Trieste (TS) - Sarà inaugurata venerdì 10 febbraio, alle ore 18, nella Sala “Arturo Fittke” di Piazza Piccola 3, la mostra “Dimenticato? No, adottato!!!”.

A distanza di un anno e mezzo dall’avvio a Trieste del progetto didattico nazionale La scuola adotta un monumento®, l’Istituto Comprensivo di via Commerciale presenta la mostra dal titolo "Dimenticato? No, adottato!!!", curata dalle docenti Maria De Caro e Patrizia Donat e da tutte le alunne e gli alunni dell'Istituto Comprensivo; la mostra è allestita in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del FVG e il Comune di Trieste. All'iniziativa collaborano, nell'ambito di una convenzione per l'alternanza scuola lavoro tra la Soprintendenza e l'Istituto tecnico indirizzo turismo Leonardo da Vinci dell'I.S.I.S. - L. da Vinci – G. R. Carli - S. de Sandrinelli, gli studenti e le studentesse di questo istituto. Si ringrazia per il contributo la fondazione CRTrieste ed il Comune di Trieste.

Il percorso espositivo, suddiviso in 6 sezioni, con l’ausilio di plastici, riproduzioni, immagini, video e testi presenta la plurimillenaria storia del Teatro romano di Trieste e parallelamente la scelta fatta dall’Istituto di adottare il monumento più importante dell’antica Trieste, per conoscerlo e, nello stesso tempo, per diffonderne la conoscenza alla cittadinanza. I testi di tre sezioni, curati da archeologhe e da docenti dell'Istituto, approfondiscono la storia, la struttura, l'architettura, la topografia, l'apparato decorativo e gli aspetti funzionali del teatro tergestino; una quarta sezione è inoltre dedicata agli spettacoli teatrali in età romana.

Le ultime due sezioni invece si concentrano sulle numerose iniziative svolte in questo anno e mezzo di attività all’interno del Teatro con l’obiettivo di dare nuova linfa vitale, aprendolo alla vita pubblica: visite guidate drammatizzate e spettacoli teatrali che hanno coinvolto alunne e alunni delle scuole primarie, secondarie e dell’infanzia, insegnanti e famiglie, ma anche un cospicuo numero di visitatori. Una grande festa e nello stesso tempo un modo gioioso per portare la cultura fuori dalle aule scolastiche e per trasmettere, in modo attivo e partecipato, ai giovani studenti la conoscenza di un pezzo di storia della loro città. Il materiale esposto è stato prodotto dalle alunne e dagli alunni di tutto l'I.C. di Via Commerciale con il coordinamento di insegnanti di tutte le discipline.

La mostra rimarrà aperta fino al 17 febbraio, con orario dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00 (ingresso libero). Sabato 11 febbraio con orario 10-13 e 14.30 - 20. Sempre sabato, alle ore 10.00 sarà effettuata, a cura di Marzia Vidulli, una visita guidata al Lapidario tergestino – Civici Musei di Storia ed Arte di Trieste, presso il Bastione Lalio del Castello di San Giusto, dove sono conservate le statue che adornavano l’antico frontescena del Teatro romano (costo del biglietto d'ingresso 2,00 euro). A seguire, alle ore 11.30, gli studenti della Scuola G. Corsi animeranno l’area archeologica del Teatro con una visita drammatizzata in costume (ingresso libero).

Mercoledì 15 e venerdì 17 febbraio, alle ore 16.00, apertura straordinaria del Teatro Romano con visita guidata gratuita a cura dei Servizi educativi della Soprintendenza (ingresso libero). Negli stessi pomeriggi sarà possibile visitare il Lapidario tergestino – Civici Musei di Storia ed Arte di Trieste (costo del biglietto d'ingresso 2,00 euro).

Le visite alla mostra saranno a cura degli alunni e delle alunne dell'I.C. di Via Commerciale e degli studenti e delle studentesse dell'Istituto tecnico indirizzo turismo Leonardo da Vinci dell'I.S.I.S. - L. da Vinci – G. R. Carli - S. de Sandrinelli, gli studenti e le studentesse di questo istituto.


"La Scuola adotta un monumento®" è un progetto didattico nazionale nato a Napoli nel dicembre 1992, su iniziativa della Fondazione Napoli Novantanove, d’intesa con il Provveditorato agli Studi e le Soprintendenze, con finalità di educazione permanente al rispetto e alla tutela del patrimonio storico-artistico e più in generale dell'ambiente.

Nel maggio 2014 il Progetto è stato inserito nel Protocollo d’Intesa firmato dal Ministero dell’Istruzione e dal Ministero dei Beni culturali come esempio di buona pratica ventennale.

Trieste, grazie all’adozione del Teatro romano da parte dell’Istituto Comprensivo di via Commerciale, è stata la prima città del nord-est ad aver aderito al progetto, sulla base di una Convenzione con la Soprintendenza Archeologia del Friuli Venezia Giulia. L’intento è quello di consentire la riapertura e la fruizione dell’intera struttura teatrale, nella sua doppia funzione di edificio teatrale e di bene archeologico, promuovendone la valorizzazione e la conoscenza.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>