Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 08 Febbraio 2017

Bookmark and Share

Comune di Trieste: presentato il programma delle iniziative per il Giorno del Ricordo 2017

Foto Ufficio Stampa Comune di Trieste

Trieste (TS) - Venerdì 10 febbraio, con inizio alle ore 10.00, sul monumento nazionale della Foiba di Basovizza a Trieste, si terrà la solenne cerimonia del “Giorno del Ricordo”, ricorrenza istituita dal Parlamento italiano, con la legge n. 92 del 30 marzo 2004, in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano dalmata e delle vicende del confine orientale del secondo dopoguerra, che quest'anno coincide con il 70° Anniversario del Trattato di pace, che sancì la sconfitta italiana nella seconda Guerra mondiale. Sul posto, presente un picchetto del Piemonte Cavalleria con la musica d'ordinanza della Brigata Alpina Julia, dopo l’ingresso dei gonfaloni, l’alzabandiera, la deposizione di corone d'alloro, la consegna delle medaglie ai famigliari degli infoibati, sarà celebrata la Santa Messa, cui seguiranno gli interventi delle autorità con il sindaco Roberto Dipiazza, il presidente del Comitato per i Martiri delle Foibe Paolo Sardos Albertini e il sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova in rappresentanza del Governo. Sarà questo il momento centrale del programma messo a punto da Comune di Trieste, Comitato per i Martiri delle Foibe e dalle diverse Associazioni e realtà legate al mondo degli esuli istriani fiumani e dalmati.

Mercoledì 8 febbraio, nel corso della conferenza stampa, svoltasi nel salotto azzurro del Comune di Trieste, sono stati illustrati tutti i contenuti e gli aspetti del ricco e articolato programma delle celebrazioni, presenti tra gli altri il sindaco Roberto Dipiazza, l'assessore alla Cultura Giorgio Rossi, il presidente del Comitato per il Martiri delle Foibe e della Lega Nazionale Paolo Sardos Albertini, il curatore Maurizio Lorber e i vertici delle diverse Associazioni e Federazioni degli Esuli che hanno aderito e contribuiscono alla realizzazione delle iniziative in programma.

L'unità tra Comunità e Associazioni è stata evidenziata dall'assessore Giorgio Rossi che ha illustrato l'intenso programma, con ben 25 appuntamenti che si protrarranno fino a settembre. E' stata una tragedia che ha riguardato tutta la nazione italiana -ha aggiunto il presidente Paolo Sardos Albertini- ma è anche il momento di fare un ulteriore passo avanti, ricordando, oltre agli italiani, gli sloveni e i croati, anche loro vittime del disegno criminale degli uomini di Tito. Infine il sindaco Roberto Dipiazza ha invitato tutti ad “essere presenti”, per “dare un segnale forte”.

Iniziate già da alcuni giorni, gli appuntamenti per il “Giorno del Ricordo nel 70° del Trattato di pace” proseguiranno questo pomeriggio, mercoledì 8 febbraio, alle ore 17.00, nella sede dell'I.R.C.I., in via Torino 8, presentazione del libro di Paolo Radivo “La strage di Vergarolla (18 agosto 1946) secondo i giornali giuliani dell’epoca e le acquisizioni successive” con l’introduzione del prof. Raoul Pupo (a cura dell’Associazione delle Comunità Istriane e del Libero Comune di Pola in Esilio in collaborazione con l’I.R.C.I., l’A.N.V.G.D. e la FederEsuli). Il 9, 10, 11 e 12 febbraio, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 16.00: apertura straordinaria del Museo di Carattere Nazionale CRP di Padriciano (a cura dell’Unione degli Istriani). Giovedi 9 febbraio deposizione di corone:alle 10.00 Monumento all’Esodo di Piazza Libertà; 10.15 Monumento agli Infoibati sul Colle di San Giusto; 10.30 Monumento ai Caduti e al Monumento alle Vittime dell’Eccidio di Vergarolla sul Colle di San Giusto; 11.00 Monumento all’Esodo a Rabuiese; 11.30 Monumento a Norma Cossetto (a cura dell’Associazione delle Comunità Istriane, dell’A.N.V.G.D., della FederEsuli, dei Liberi Comuni di Fiume, Pola e Zara in Esilio, dalla Lega Nazionale, dell‘Unione degli Istriani - Libera Provincia dell’Istria in Esilio, dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia). Venerdì 10 febbraio, alle ore 15.00 nel palazzo della Regione Friuli Venezia Giulia in Piazza dell’Unità d’Italia,1; prima conferenza nazionale del ciclo: “1947-2017. Il Trattato di Pace settant’anni dopo. Aspetti giuridici, politici e diplomatici di un diktat” con i patrocinio del Comune di Trieste e la collaborazione della Regione Friuli Venezia Giulia e dell’InCE (a cura dell’Unione degli Istriani). Alle ore 20.45 a Trieste, nella cattedrale di san Giusto, Franz von Suppè/Missa dalmatica per soli coro e organo. Coro Polifonico di Ruda/Fabiana Noro (a cura dell’Associazione delle Comunità Istriane e dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia). Il 10, 11 e 12 febbraio ampliamento dell’orario di apertura del Centro di Documentazione della Foiba di Basovizza, che sarà aperto dalle ore 10 alle ore 18 (a cura della Lega Nazionale). Sabato 11 febbraio, ore 16.30, nella sede della Lega Nazionale, in via Donota 2, avrà luogo il dibattito “Le stragi comuniste di Tito addebitate all’Esercito italiano” (organizzato dalla Delegazione di Trieste del Libero Comune di Zara in Esilio – Associazione dei Dalmati italiani nel Mondo unitamente alla Lega Nazionale). Il 13, 14, 15, 16 e17 febbraio apertura straordinaria del Magazzino 18 a cura dell'IRCI con la collaborazione dei Volontari d'Istituto. Le visite si effettuano su prenotazione in 4 turni giornalieri dalle 10.00 alle 12.30 (max 25 persone a turno) contattando l'IRCI ( tel. 040 639188). Il 14 febbraio, alle ore 11.00, a Crassiza (Istria), deposizione di un omaggio floreale al monumento situato sul luogo dove fu arrestato il Beato Francesco Bonifacio. Appuntamento alle ore 10.00 in piazza Oberdan oppure direttamente alle ore 11.00 davanti alla chiesa di Crassiza (la manifestazione, aperta a tutti, è organizzata dall’Associazione delle Comunità Istriane). Il 16 febbraio, alle 18.30, all’Associazione delle Comunità Istriane in via Belpoggio 29/1 a Trieste “Porte aperte ai giovani”, incontro con il IV Gruppo Scout dell’AMIS (Amici delle Iniziative Scout) di via Pindemonte per esporre il profilo storico dell’Istria, Fiume, Dalmazia con il supporto di un DVD prodotto dall’Associazione delle Comunità Istriane (a cura dell'Associazione delle Comunità Istriane in collaborazione con I’Università Popolare di Trieste, l’A.N.V.G.D., la FederEsuli). Il 17 febbraio, alle 17.30, nella sede della Lega Nazionale, via Donota 2 , terzo piano, “Musica e poesia per non dimenticare” con Elisa Manzutto e Giacomo Segulia (a cura della Lega Nazionale). Il 19 febbraio, alle 11.00, nel tempio di Monte Grisa, messa in suffragio di triestini, istriani, fiumani e dalmati, Vittime delle Foibe, celebrata dal rettore del santuario padre Luigi Moro, promossa dalla Fondazione dalmata Rustia Traine. Il 21 febbraio, ore 16.30, nella sala maggiore di palazzo Tonello in via S. Pellico, 2, cerimonia di conferimento del PREMIO HISTRIA TERRA 2018 (a cura dell’Unione degli Istriani). Il 24 febbraio, alle 16.00, all’auditorium del “Salone degli Incanti ex Pescheria”, in Riva Nazario Sauro,1 a Trieste, tavola rotonda sul tema “l'Esodo giuliano-dalmata fu pulizia etnica?”. Interverranno il prof. Giuseppe Parlato, il prof. Giuseppe de Vergottini, il prof. Davide Rossi, il prof. mons. Pietro Zovatto, il giornalista Ezio Giuricin. Seguirà un dibattito pubblico (a cura dell' Associazione delle Comunità Istriane in collaborazione con I’I.R.C.I., l’Università Popolare di Trieste, l’A.N.V.G.D., la FederEsuli). Il 27 febbraio alle 16.30, nella sala maggiore di palazzo Tonello, in via S. Pellico 2, cerimonia di conferimento del Vessillo della Libera Provincia dell' Istria in Esilio (a cura dell’Unione degli Istriani).

Altri appuntamenti e incontri anche in marzo, aprile, maggio, giugno e settembre. Il 17 marzo, ore 17.00, al Civico Museo Revoltella, seminario sul 40° Anniversario della ratifica del Trattato di Osimo (promosso dalla delegazione di Trieste del Libero Comune di Zara in Esilio – Associazione dei Dalmati italiani nel Mondo unitamente alla Lega Nazionale e della Fondazione dalmata Maria e Eugenio Dario Rustia Traine). Il 21 marzo, alle ore 17.30, nella sede della Lega Nazionale, via Donota 2, terzo piano, presentazione del volume “Sul ciglio della foiba” di Lorenzo Salimbeni, intervento a cura del prof. Davide Rossi (a cura della Lega Nazionale e dei Dalmati del Comitato 10 Febbraio).

L'8 aprile, alle 15.00, nella sala maggiore della Camera di Commercio della Venezia Giulia a Trieste, seconda conferenza nazionale del ciclo: “1947-2017. Il Trattato di Pace settant’anni dopo. Aspetti giuridici, politici e diplomatici di un diktat” con i patrocinio del Comune di Trieste e la collaborazione della Regione Friuli Venezia Giulia e dell’InCE (a cura dell’Unione degli Istriani). Il 30 aprile, ore 11.00, tempio di Monte Grisa, inaugurazione e benedizione del memoriale dalmata del santuario (a cura dei Dalmati e Fondazione dalmata Maria e Eugenio Dario Rustia Traine).

Il 26 maggio, al XII Festival Internazionale "èStoria" di Gorizia, L'Associazione delle Comunità Istriane presenterà "Italianità adriatica" attraverso gli interventi di Egidio Ivetic, Kristjan Knez, Giovanni Stelli, Luciano Monzali. Coordinamento di Raoul Pupo.

Il 24 giugno, alle ore 15.00, nella sala maggiore della Camera di Commercio della Venezia Giulia di Trieste, terza conferenza nazionale del ciclo: “1947-2017. Il Trattato di Pace settant’anni dopo. Aspetti giuridici, politici e diplomatici di un diktat” con i patrocinio del Comune di Trieste e la collaborazione della Regione Friuli Venezia Giulia e dell’InCE (a cura dell’Unione degli Istriani).

Il 16 settembre, alle ore 15.00,in una sede istituzionale del Comune di Trieste da definire: conferenza nazionale conclusiva del ciclo: “1947-2017. Il Trattato di Pace settant’anni dopo. Aspetti giuridici, politici e diplomatici di un diktat” con i patrocinio del Comune di Trieste e la collaborazione della Regione Friuli Venezia Giulia e dell’InCE (a cura dell’Unione degli Istriani). Il 17 settembre, seconda tappa a Trieste, nella zona della Foiba di Basovizza, della IV edizione della gara podistica denominata “Corsa del Ricordo” organizzata dal Comitato Provinciale di Roma dell’ASI (Associazioni Sportive e Sociali Italiane), Ente di promozione sportiva riconosciuto dal Consiglio Nazionale del CONI. La manifestazione si svolgerà in due tappe. La prima tappa a Roma tra le vie del quartiere Giuliano-Dalmata (zona Laurentina) in data domenica 12 febbraio 2017, la seconda a Trieste in settembre. La manifestazione prevede una gara competitiva di 10 km e di una gara non competitiva di 5 km per gli amatori (a cura dell'Associazione delle Comunità Istriane in collaborazione con I’I.R.C.I., l’A.N.V.G.D., il Libero Comune di Pola in Esilio - “L’Arena di Pola”, la Lega Nazionale, la FederEsuli e dell'Associazione Giuliani nel Mondo di Trieste).

Da segnalare ancora che attraverso, un progetto di cooperazione tra MIUR (Ministero Istruzione), l’Unione degli Istriani ospita ben 107 studenti selezionati - accompagnati dai rispettivi docenti e dirigenti scolastici - provenienti dalla Sicilia e che giungeranno appositamente a Trieste per partecipare alle diverse cerimonie del Giorno del Ricordo. Decine e decine di sodalizi, aderenti all'Associazione Giuliani nel Mondo di Trieste, sparsi nei cinque continenti, hanno in programma sante messe, deposizioni di corone sui monumenti, nonché nelle proprie sedi o in quelle istituzionali e governative, incontri e dibattiti con la partecipazione di ambasciatori e consoli generali.

Si ricorda infine che, per la cerimonia del “Giorno del Ricordo” di venerdì 10 febbraio, la Lega Nazionale mette a disposizione autobus gratuiti per raggiungere la Foiba di Basovizza e partecipare alla solenne celebrazione. La partenza da Piazza Oberdan (lato Consiglio Regionale) sarà alle ore 9.00; il rientro a Trieste avverrà a fine cerimonia, intorno alle ore 12.00 circa. Per la prenotazione dei posti, rivolgersi alla Lega Nazionale, tel. 040 365343 – 348 5166126.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>