Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 25 Gennaio 2017

Film di Joze Babic girato alla Transalpina come omaggio del Kinoatelje alla memoria dei deportati

Joze Babic (foto di Vid Nucic; archivio Slovenska Kinoteka)

Gorizia (GO) - Un film del regista sloveno Joze Babic, girato nel 1958 alla stazione della Transalpina, sarà uno dei contributi del Kinoatelje alla Giornata della memoria delle vittime dell’Olocausto. La proiezione del lungometraggio, dal titolo “Tre quarti di sole” (Tri cetrtine sonca), è in programma venerdì 27 gennaio alle 20.30 al Kinemax - Palazzo del cinema, con l’introduzione del critico cinematografico Joze Dolmark, (ingresso gratuito, sottotitoli in italiano).

Il lungometraggio, per il quale Babic è stato insignito con l’Arena d’oro al Festival del cinema jugoslavo a Pola, racconta le speranze e la paure di un gruppo di ex deportati che aspettano il loro trasporto in patria, un tema ben noto e vissuto dallo stesso Babic. L’opera in realtà si svolge in un'imprecisata stazione ferroviaria del centro Europa dove un gruppo di reduci dai campi di prigionia teme che il futuro riservi loro, in patria, soltanto tre quarti di sole. Una metafora amara che è anche una riflessione sul passato e un paragone col presente sulle genti che oggi transitano da un Paese all’altro come esuli, rifugiati, profughi o prigionieri.

Questo il primo di una serie di tre appuntamenti dedicati all’autore che fu un grande amico del Kinoatelje, in occasione del Centenario della sua nascita. Con la stessa pellicola che vedremo venerdì Babic partecipò infatti alla prima uscita pubblica dell’associazione, nel giugno 1977, quando era ancora un circolo. Nel 1990 il Kinoatelje gli dedicò poi un omaggio all'interno della rassegna di cinema “Film Video Monitor”, con la proiezione di tutti i suoi film e di una selezione di opere per la TV.

Regista teatrale, cinematografico e televisivo e attore, dopo la seconda guerra mondiale Babic operò prima a Maribor e poi a Trieste dove consolidò artisticamente l'attuale Teatro stabile sloveno. Il Kinoatelje, sempre il 27 ma alle 20 a Trivignano udinese, presenta un altro film per la Giornata della memoria. Si tratta del documentario “Oltre il filo” di Dorino Minigutti, coproduzione sloveno-italiano-croata tra Zavod Kinoatelje, Agherose e Focus-Medie. E’ uno struggente racconto dei sopravvissuti del campo di concentramento di Gonars, che abbandonarono la loro infanzia dall’altra parte del filo spinato. Alla proiezione sarà presente anche un’ex internata, testimone di quell’esperienza.

INFO/FONTE: Ufficio Stampa Kinoatelje

Leggi le Ultime Notizie >>>