Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Il Rinascimento di Pordenone Con Giorgione, Tiziano, Lotto, Jacopo Bassano e Tintoretto
Pordenone
Dal 25/10/19
al 02/02/20
Mostra Pordenone
PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE E UTE DI SACILE E ALTOLIVENZA INSIEME PER L’EVENTO “LEONARDO&FRIENDS"
Palazzo Ragazzoni - Villa Frova
Sacile - Caneva
Dal 17/11/19
al 30/11/19
Leonardo
Concerti Aperitivo: 17 novembre 2019, Gorizia, Trio flauto, viola e violoncello
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 17/12/19
Tommaso Bisiak

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

 

Notizie > AttualitĂ  > 20 Agosto 2008

Bookmark and Share

Mille figuranti a Cormòns per la rievocazione storica in ricordo di Massimiliano d’Asburgo

figuranti a Cormòns

Cormòns (GO) - Domenica 24 agosto a Cormòns, come ogni anno in questo mese, si svolgerà una grande rievocazione storica dedicata a Massimiliano d’Asburgo, l’ultimo dei cavalieri. Tutta la cittadina diventerà per un giorno un borgo medievale con mercatini, spettacoli, giochi di fuoco e un esercito di Lanzichenecchi che dà vita a giostre, combattimenti e tornei, con quasi un migliaio di figuranti.

Un tuffo nel passato, con l’arrivo dalla Germania di ben 200 Lanzichenecchi armati di tutto punto. Domenica 24 agosto Cormòns farà così un passo indietro nel tempo con la Rievocazione Storica in ricordo di Massimiliano d’Asburgo. Il celebre esercito dell’imperatore d’Asburgo pianterà letteralmente le tende nella cittadina del Collio Goriziano, rinomata patria di vini, trasformandola per un giorno in un borgo del tardo Medioevo e del primo Rinascimento con tanto di campo militare, popolato di personaggi in costume, alle prese con le attività della vita quotidiana dell’epoca.

Nel complesso saranno quasi un migliaio i figuranti che animeranno le vie del centro, tornando ai tempi dell’imperatore asburgico, soprannominato “l’ultimo dei cavalieri” per aver partecipato a ben 64 tornei, noto anche per la sua cultura e per il suo interesse per la musica e l’arte. Una figura eclettica, che Cormòns ricorda ogni anno con la rievocazione storica in onore dei benefici ottenuti nel 1518, dopo le sanguinose guerre contro Venezia: benefici che fra l’altro precedevano l’esenzione dal pagamento delle tasse, grazie ai vini di cui Cormòns e il Collio rifornivano la corte imperiale.

Si tratta di una manifestazione particolarmente spettacolare, sia per il numero dei partecipanti sia per la varietà delle esibizioni, dai combattimenti al teatro di strada, dai mercatini alle danze, tutto al ritmo di picchetti di tamburini, tra le vie ornate dai gonfaloni dell’epoca. Un personaggio, giunto appositamente da fuori, ogni anno impersona l’imperatore stesso. Alcuni anni fa è stato il borgomastro della città medievale di Frisach, in Carinzia.

Piatto forte della rievocazione è l’esercito dei Lanzichenecchi, che darà vita a combattimenti sia con le armi bianche che con cannoni e moschetti, i primi ad essere usati da un esercito. Fra l’altro farà la sua comparsa anche un cannone costruito appositamente per l’edizione del 2003, considerato la riproduzione storica più grande d’Italia. Scontri reali, inscenati da gruppi di armigeri in costume provenienti da vari paesi della Mitteleuropa, ma non solo, visto che il pubblico potrà immergersi nella vita di accampamento medievale, con i guerrieri che prepareranno le armi, si eserciteranno alla battaglia, mentre le vivandiere cucineranno i piatti tipici dell’epoca.
Tutti i figuranti sono cascatori di professione e maestri di scherma, provenienti dalla Germania come i veri Lanzichenecchi, a testimonianza della cura e del rispetto che gli organizzatori della manifestazione, l’associazione Castrum Carmonis, hanno avuto anche per i minimi particolari.

Non mancheranno ovviamente i cavalieri, che si sfideranno come un tempo in un avvincente Torneo in barriera con spade e aste lunghe cinque metri, sempre nel rispetto della dura legge del tempo, secondo la quale perde il primo a essere disarcionato.
Ma i combattimenti non saranno l’unica attrazione della festa. Le vie di Cormòns saranno invase anche dai gruppi storici italiani e stranieri , che non solo sfileranno in uno spettacolare corteo in costume, ma riprodurranno aspetti della vita quotidiana dell’epoca di Massimiliano. Nel caratteristico ed animato mercato si potranno vedere venditori, maniscalchi, artigiani intenti a forgiare oggetti medievali, lavorando il cuoio, la cera o il legno.

Passeggiando si potranno incrociare nobili vestiti di tutto punto, dame con elaborati costumi, giocolieri, musicisti e artisti di strada.
Agli spettatori più piccoli sarà riservata un’attenzione particolare, con compagnie di artisti che proporranno spettacoli di marionette e di giocolieri. L’animazione continuerà per tutta la giorun momento della rievocazione storicanata, e sarà chiusa dai suggestivi giochi di fuoco: il cielo sarà illuminato da uno spettacolo di fuochi artificiali antichi, molto simili a quelli che Marco Polo vide nel suo viaggio in Oriente, annunciati dai tamburini con acrobatiche coreografie.

Per maggiori informazioni sulla manifestazione: Pro Loco Castrum Carmonis, tel. 0481-639334, www.cormons.info.it.

Leggi le Ultime Notizie >>>