Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 22 Dicembre 2016

Mostra "Altrove (1916-1918)" alla Fondazione Carigo: gli orari di visita nel periodo natalizio

Wagna, interno dell’asilo infantile (Biblioteca Statale Isontina)

Gorizia (GO) - Anche a Natale e a Capodanno la mostra “Altrove (1916-1918). Memorie dal campo di Wagna e altre storie di profughi”, allestita a Gorizia nella sala espositiva della Fondazione Carigo (via Carducci 2), offre al pubblico la possibilità di conoscere e approfondire la storia dei profughi isontini della Grande Guerra. Il 25 dicembre e il 1 gennaio sarà infatti visitabile nel pomeriggio, dalle 16 alle 19, con visita guidata alle 16.30, mentre sarà chiusa sabato 24 e sabato 31 gennaio.
Rimane valido il consueto orario nelle altre giornate: da mercoledì a venerdì 16-19, sabato, domenica e festivi 10-14, 15-18, con visita guidata alle 16.30.

Tra i numerosi aspetti approfonditi lungo il percorso, anche il tema dell’istruzione ed educazione dei bambini e ragazzi all’interno del campo profughi di Wagna, dove erano tre gli asili e ben 48 le classi delle scuole di lingua italiana, divise nelle sezioni friulana e istriana, oltre ad un asilo e a una scuola di lingua slovena. Due orfanotrofi maschili ospitavano invece i piccoli orfani, mentre il ricreatorio e il Collegio militarizzato seguivano rispettivamente i ragazzi dagli 11 ai 14 anni e quelli dai 14 anni in su.

Una scuola di musica sorse ad opera di Augusto Cesare Seghizzi e di Rodolfo Clemente, con un’orchestra e un coro degli scolari, che funsero anche da strumento per sensibilizzare l’opinione pubblica, attraverso i concerti organizzati a Graz e Vienna dal Comitato Profughi, che ebbero particolare eco.

Leggi le Ultime Notizie >>>