Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 30 Luglio 2008

Bookmark and Share

Dopo il Premio Troisi il corto "Bulli si nasce" si aggiudica anche il Giffoni Film Festival

Giffoni Film Festival

Giffoni (--) - Il tour dei festival è appena cominciato per "Bulli si nasce", ma il cortometraggio prodotto in Friuli Venezia Giulia si è già aggiudicato due ambitissimi premi. Dopo la vittoria del primo premio della "XIII Edizione Premio Massimo Troisi" il 6 luglio scorso, venerdì 25 è stata la volta della 38esima edizione del Giffoni Film Festival e di un altro primo premio come miglior cortometraggio, per la prima volta in assoluto assegnato ad un titolo prodotto e realizzato in Friuli-Venezia Giulia.
Su 120 film selezionati (80 in competizione, 40 fuori concorso) in tutto il mondo, sono stati solo 3 i premiati italiani, tra cui proprio "Bulli si nasce", l'unico cortometraggio italiano ad essersi aggiudicato un premio. A decretarne la vittoria la giuria più numerosa del mondo, composta da ben 2205 ragazzi, provenienti da 33 paesi.

Anche quest'anno il Giffoni Film Festival, che ha portato l'etichetta di un tema importante e dalle tante declinazioni possibili: MITI e MAESTRI, si è presentato all'insegna del grande cinema, ospitando alcuni tra i più grandi personaggi del cinema e della televisione internazionali e nazionali: Meg Ryan, Tim Roth, e tra i talenti italiani Maria Grazia Cucinotta, Claudia Gerini, Nancy Brilli, Toni Servillo, Pierfrancesco Favino, Giulio Scarpati, Pino Insegno, Enzo Iacchetti, Tonino Accolla, Alessandro Siani, Michele Placido e Luca Argentero.

Il cortometraggio "Bulli si nasce", girato interamente tra Gorizia e Monfalcone, denuncia il fenomeno del bullismo servendosi di un mezzo altamente flessibile ma al contempo complesso come il linguaggio cinematografico, grazie al quale i giovani, oltre che target di riferimento, sono stati anche protagonisti. L'avventura, infatti, ha coinvolto gli alunni di quarta e quinta elementare della "Scuola Frinta" di Gorizia e numerosi studenti delle scuole superiori della provincia che hanno affiancato i professionisti sul set allestito presso l'istituto "Nostra Signora" e in Corso Italia a Gorizia e a Monfalcone presso il Reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale San Polo.
Il cortometraggio rappresenta la terza e ultima fase del progetto "Tre metri sopra... percorsi di pace attraverso il cinema", avviato dalla Provincia di Gorizia già nel mese di settembre 2006 ed affidato all'Associazione I.A.V. Itinerari Arti Visive, che si è proposto di aiutare i giovani a riflettere, utilizzando le proprie risorse e partendo dalla propria personale visione del mondo, su quanto sia complesso e multiforme il tema della violenza all'interno della scuola e dei rapporti interpersonali.

I volti dei protagonisti di "Bulli si nasce" sono stati quelli di Chiara Francini, sugli schermi televisivi in "Gente di mare2" e al cinema lo scorso dicembre nel film di Leonardo Pieraccioni "Una moglie bellissima" e Fabio Troiano protagonista ne "I giorni e le nuvole" di Silvio Soldini ed interprete dell'ultima serie targata mediaset "RIS: delitti imperfetti". Accanto a loro Martina Lombardi, 11 anni, già sul grande schermo ne "L'amore Ritorna" di Sergio Rubini e Edoardo De Gennaro, 11 anni, al cinema ne "I Vicerè" di Roberto Faenza. La regia è stata curata da Massimo Cappelli, vincitore nel 2001 del premio Cinecittà Digital con con la sceneggiatura di "Ampio, luminoso, vicino metro", nonchè regista del film "Il Giorno + Bello", e la sceneggiatura da Federica Pontremoli, tra gli autori de "Il Caimano" di Nanni Moretti.

Promosso dalla Provincia di Gorizia con la collaborazione di Galaxia Digital Video e Nuvola Film s.r.l., il video è stato realizzato con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Friuli Venezia Giulia, della Fondazione Ca.Ri.Go., del Comune di Monfalcone, e con la collaborazione dell'Associazione Itinerari Arti Visive, del Crelp, del Centro Comunicazioni Multimediali, dell'Unione degli Studenti della provincia di Gorizia, della Consulta degli Studenti della provincia di Gorizia, del Comune di Gorizia e della Questura di Gorizia.

IL GIFFONI FILM FESTIVAL
Il Gff nasce nel 1971 da un'idea di Claudio Gubitosi: promuovere e far sviluppare il cinema per ragazzi, elevandolo dalla posizione marginale che occupava al tempo, ai ranghi più consoni di un "genere" di grande qualità e capacità di penetrazione del mercato. Due intuizioni si rivelano fondamentali e ancora oggi sono i pilastri insostituibili del "concept" GFF: una giuria composta da soli ragazzi e l'ambientazione nel piccolo paese di origine: Giffoni Valle Piana. Nel corso del tempo il numero dei giurati è cresciuto fino a oltre 2000 e il ventaglio dei Paesi di provenienza ha raggiunto ormai quota 36, abbracciando tutti i continenti del Mondo. I ragazzi della giuria sono di età compresa tra i 6 e 18 anni, divisi in 4 sezioni per fascia d'età, a cui vanno aggiunte le due ultime nate, dedicate ai bambini dai 3 ai 5 anni e agli over 18. Robert De Niro, Oliver Stone, Meryl Streep,Jeremy Irons, John Travolta, Wim Wenders, Ben Kingsley, Kathy Bates, Krzystof Kieslowsky, Roman Polanski, Danny de Vito sono solo alcuni dei tanti ospiti internazionali arrivati al GFF nel corso di questi 38 anni di attività. La lista completa comprende praticamente tutti gli autGiffoni Film Festivalori e gli attori più importanti del cinema italiano di queste ultime 4 decadi. A caratterizzare il fenomeno GFF è soprattutto la sensibilità nella scelta dei film, atto finale di un processo di valutazione e analisi del panorama mondiale del cinema per ragazzi. Temi sempre importanti e, talvolta, delicati presentati attraverso discussioni a seguire la visione del film.

Leggi le Ultime Notizie >>>