Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 26 Ottobre 2016

Bookmark and Share

Trieste fra '800 e '900: nuovi "itinerari letterari" per Richard Burton e James Joyce

di Claudio Bisiani

Sir Richard Burton e la moglie Isabel

Trieste (TS) - Il binomio “Trieste-cultura” si arricchisce il prossimo weekend di due interessanti appuntamenti incentrati su altrettanti protagonisti di spicco della letteratura europea e mondiale di '800 e '900: Richard Francis Burton e James Joyce. Ai due grandi scrittori di lingua inglese – personaggi quanto mai curiosi, singolari e decisamente fuori dal comune – e al loro insaziabile interesse per le culture di tutto il mondo, per i loro usi e costumi, per le religioni, per le lingue straniere e perfino per le differenti abitudini sessuali dei popoli della terra, sono dedicati infatti due “itinerari” che ribadiscono lo stretto legame di entrambi con il capoluogo giuliano, che li accolse e li ospitò per molti anni della loro vita.

Il primo appuntamento dedicato al romanziere irlandese James Joyce, “estrapolato” per l'occasione dal volume “Itinerari triestini” di Renzo S. Crivelli, avrà luogo venerdì 28 ottobre alle ore 11, con l'affissione di una targa sullo stabile ristrutturato di via della Pescheria 7. Lo stabile corrisponde infatti ad un'antica casa di tolleranza nota come “Il Metro Cubo”, alla quale Joyce faceva probabilmente riferimento in una celebre lettera indirizzata a Italo Svevo. Nel corso della breve cerimonia pubblica il professor Crivelli ricorderà il significato del luogo e traccerà un breve excursus sulla presenza a Trieste dell'autore dell'“Ulisse”.

La seconda iniziativa, invece, dedicata a Sir Richard Burton – in programma sabato 29 ottobre, alle ore 11, nella sede del Museo Sveviano e del Museo Joyce di via Madonna del Mare 13 –, vedrà protagonista il prof. Michael Walton che presenterà il nuovo pieghevole di itinerari burtoniani realizzato (come quelli precedenti su Svevo, Joyce, Saba e Tomizza) dal Servizio Biblioteche del Comune di Trieste. Il volantino, stampato al momento in italiano e in inglese, raccoglie numerose informazioni e notizie sul soggiorno triestino di Burton e sui principali luoghi da lui frequentati, dall'ex Hotel de la Ville in riva Carciotti fino a Villa Gosleth (poi Villa Economo) in Largo Promontorio, dove il celebre orientalista, esploratore, archeologo e traduttore morì il 20 ottobre James Joycedel 1890. Dopo una breve illustrazione del pieghevole, sarà proiettato il documentario “Il leone e la leonessa. Vita di Sir Richard Burton e di sua moglie Isabel” di Riccardo Cepach, a cui farà seguito un “walking tour” nelle vie del centro guidato dal prof. Walton, che toccherà appunto i luoghi cittadini più cari e amati dallo scrittore inglese.

Leggi le Ultime Notizie >>>