Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 24 Giugno 2008

Bookmark and Share

Si presentano sei nuove guide per le buone prassi in tema di Pari Opportunità

Udine

Udine (UD) - E’ ideato e promosso dalla Coop Cramars di Tolmezzo, attraverso il progetto Ess.Er.Ci, ed è finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia nell’ambito dell’Iniziativa Comunitaria EQUAL il progetto pilota di sperimentazione avviato dal gennaio 2007, con il nuovo contratto sociale tra uomo e donna nella regione Friuli Venezia Giulia, per innescare un processo sociale verso un’effettiva parità per uomini e donne in ambito politico, lavorativo e familiare. Equal Ess.Er.Ci ha vinto il Premio Qualità 2006 al COM-PA - Salone Europeo della Comunicazione Pubblica, e ha registrato 34 soggetti coinvolti nella rete di progetto, 1200 presenze alla firma del Contratto sociale e 25 firmatari.
Un bilancio del progetto, realizzato in collaborazione con le Province di Udine e Gorizia, IAL Fvg, IRES Fvg, For.Ser. Fvg, per l’Impresa Sociale, sarà tracciato mercoledì 25 giugno, nella sede della Provincia di Udine dalle 9.30, in occasione dell’incontro pubblico “…Fra delega e partecipazione ... Il contratto sociale fra uomini e donne in Friuli Venezia Giulia”, al quale parteciperanno, fra gli altri relatori, del Presidente della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia Renzo Tondo, dell’Assessore regionale al Lavoro e Formazione Alessia Rosolen, dei presidenti della Provincia di Udine, Pietro Fontanini, e di Gorizia Enrico Gherghetta, della Consigliera regionale di Parità Maria Grazia Vendrame e della coordinatrice del progetto Equal Ess.Er.Ci Stefania Marcoccio. Sarà presente anche Philippe Hatt, della Commissione Europea per l’Occupazione. Per l'occasione saranno presentate le sei nuove guide per le buone prassi in tema di Pari Opportunità uomo - donna, realizzate a consuntivo del progetto per ciascun laboratorio. Le Guide permetteranno la replicabilità di questa iniziativa a tuttio gli enti, pubblici e privati, che vorranno attivare la sperimentazione avviata da Cramars.
Per informazioni: Coop. Cramars, tel. 0433-41943; www.progettoesserci.it.
«Con questa sperimentazione – spiegano la Consigliera regionale di Parità Maria Grazia Vendrame e la coordinatrice Stefania Marcoccio - si è avviato, per la prima volta in Italia, il laboratorio di mentoring politico, per incrementare il numero delle donne che si occupano di politica. Sono stati realizzati 6 laboratori, con il coinvolgimento di 3 Amministrazioni per quello di GENDER BUDGETING (Provincia di Trieste, Comune di Gorizia, Comune di Staranzano), e di 10 segreterie di partito per il laboratorio di POLITICA, nel quale hanno operato 20 tra mentor e mentee, e 12 consulenti impegnati nelle formazione. Il Laboratori Enti Pubblici ha coinvolto 4 Enti, due Comuni, una Azienda sanitaria, ed una Provincia, 20 dipendenti donne degli enti coinvolti. Il Laboratorio Aziende Private ha coinvolto 5 aziende private e circa 30 dipendenti. Infine, il Laboratorio Formazione ha coinvolto 80 partecipanti nei percorsi sperimentali di formazione professionale, con due percorsi formativi per il riconoscimento dei crediti formativi nella qualifica professionale Oss».

ENTI SPERIMENTATORI DI EQUAL ESS.ER.CI
Nove aziende private regionali (Snaidero, AXA, Sweet, Cooperativa Sociale 2001, CLU Franco Basaglia, Azienda dei Servizi Sanitari n. 3, Comunità Montana della Carnia, CoopCa, Banca di Credito Cooperativo di Staranzano), diciassette Comuni (Trieste, Gorizia, Monfalcone, Staranzano, Capriva del Friuli, Cormons, Gradisca d’Isonzo, Grado, Mossa, Romans d’Isonzo, Ronchi dei Legionari, Sagrado, San Canzian d’Isonzo, San Lorenzo Isontino, Tolmezzo, Codroipo, San Giorgio di Nogaro), le Province di Trieste e Gorizia, e dodici rappresentanze regionali dei partiti politici (Alleanza Nazionale, Forza Italia, Margherita, Democratici di Sinistra, Rifondazione Comunista, Lega Nord, UDC, Comunisti Italiani, Verdi, Cittadini per il Presidente, Intesa dei Valori) hanno preso parte alla sperimentazione avviata dal 2007 con Equal Ess.Er.Ci in Friuli Venezia Giulia. In regione l’occupazione femminile è passata, secondo recenti rilievi, dal 52,6% del 2004 al 54,8% del 2006: un dato ancora di molto inferiore alle percentuali minime da raggiungere ,secondo la convenzione europea di Lisbona, entro la fine dell’anno. Nello specifico politico, i dati statistici relativi al Consiglio regionale, dopo l’ultima tornata elettorale, pongono il Friuli Venezia Giulia tra le ultime Regioni in Italia per quanto riguarda la presenza femminile, con il 5,1 di rappresentanza (solo 3 donne). Non ha sortito effetto positivo l’indicazione, prevista dalla stessa legge elettorale, rispetto al numero minimo delle candidate di sesso femminile presenti nelle liste elettorali e fissato nel 40%. Nonostante questo vincolo, le donne elette sono passate dal 13,6% ad un esiguo 5,1% attuale.

Leggi le Ultime Notizie >>>