Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 23 Giugno 2016

Bookmark and Share

Al Caffè San Marco di Trieste si presenta la nuova rivista "Europea"

Caffè San Marco

Trieste (TS) - Qualunque sia il risultato del referendum sull’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, venerdì 24 giugno l’Europa si sveglierà cambiata, e sarà costretta a prendere atto ufficialmente della necessità di un ripensamento del cammino che l’ha portata fin qui. Ma il referendum inglese non fa che portare a galla ancora una volta, e questa volta in maniera potenzialmente esplosiva, le difficoltà economiche, politiche e culturali in cui da anni versa l’Europa.

Il grande progetto di integrazione europea ha sicuramente portato alla pacifica convivenza tra i popoli del Vecchio Continente, ed ha riportato l’Europa sul palcoscenico di un mondo ormai globalizzato. Ma ciò è avvenuto perdendo di vista e sottovalutando la questione della definizione delle coordinate storiche, culturali ed identitarie di un’Europa cha ancora oggi sembra incapace di definirsi, trincerandosi dietro l’autoreferenzialità delle burocrazie brussellesi. Non può dunque stupire il ciclico riaffiorare dei nazionalismi in Europa e la diffusa nostalgia delle sovranità nazionali, di cui lo scenario della Brexit non è che la manifestazione più lampante. In questo delicato scenario spicca, nel panorama editoriale italiano, la ammirevole iniziativa di dare vita ad una nuova rivista scientifica internazionale dedicata proprio all’Europa, e di cui è appena uscito il primo numero.

"EUROPEA", questo il nome della rivista (edita dalla casa editrice Aracne di Roma), verrà presentata alla città di Trieste proprio il giorno successivo al referendum inglese. La presentazione, patrocinata dalla Associazione culturale Marino Lescovelli e dalla Associazione culturale Docet, avrà luogo venerdì prossimo, 24 giugno 2016 alle ore 18.00 all’Antico Caffè San Marco, via Battisti 18, alla presenza dei fondatori della Rivista, Silvio Berardi e Giangiacomo Vale. Moderati da Benedetta Moro, interverranno inoltre Giulio Maria Chiodi, Giuliana Parotto e Fabio Corigliano, che offriranno al pubblico molti spunti di riflessione di cui la Rivista vuole farsi portatrice.

"EUROPEA" rappresenta dunque una novità nel panorama editoriale italiano, soprattutto per la prospettiva interdisciplinare con cui essa intende dare spazio a tutti quegli studiosi che dedicano le loro ricerche e la loro attenzione alle questioni dell’identità e dell’integrazione europea. Aperta a contributi nelle diverse lingue europee e portatrice di una sincera (ma non perciò priva di critiche) vocazione europeista, la Rivista si propone non solo di ripercorrere in una prospettiva storica le tappe essenziali che hanno contraddistinto il processo di integrazione europea, ma di sviluppare altresì analisi di carattere filosofico e politologico, non perdendo mai di vista la necessità di riflettere intorno alle radici, all’identità e ai valori che definiscono la cultura europea, convinta che anche per questa via sia possibile rispondere alle sfide che il nuovo Millennio ha posto all’Europa e al suo futuro.

Leggi le Ultime Notizie >>>