Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 19 Aprile 2016

Bookmark and Share

Alla Scuola media “Divisione Julia” si inaugura la nuova “Biblioteca DJ”

Scuola media Divisione Julia di Trieste

Trieste (TS) - Sarà inaugurata mercoledì 20 aprile, alle ore 11, alla Scuola media “Divisione Julia”, in Viale XX Settembre 26, la “Biblioteca DJ”, il nuovo “punto lettura” della Biblioteca Diffusa che apre a tutti la biblioteca della scuola grazie alla collaborazione con l'Associazione di promozione sociale “ticonzero” e con il Comitato genitori della scuola.

Per l'occasione le Ambasciatrici delle Storie di “Nati per Leggere” proporranno due letture per i bambini più piccoli tratte da volumi di Wynton Marsalis e William Joyce, mentre l’attore Elia Dal Maso interpreterà brani da “Stargirl” di Jerry Spinelli. La pianista Caterina Priolo eseguirà alcuni intermezzi musicali.

Alla cerimonia interverranno gli Assessori comunali alla Cultura Paolo Tassinari e all’Educazione Antonella Grim, la dirigente del Servizio Biblioteche del Comune Bianca Cuderi e il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Divisione Julia” Cinzia Scheriani.

La “Biblioteca DJ” sarà aperta ogni giovedì, dalle ore 16 alle 19, ed è parte integrante del progetto “Biblioteca diffusa” promosso dal Servizio Biblioteche Civiche del Comune di Trieste allo scopo di rendere capillare il servizio di pubblica lettura sul territorio.

Il progetto favorisce inoltre la condivisione del patrimonio librario dei servizi bibliotecari del Comune e quello di associazioni, organizzazioni e altre istituzioni pubbliche e private trasmettendo la filosofia della partecipazione attiva e dello scambio di competenze direttamente nei luoghi della comunità. “Il modello di riferimento – dichiara in proposito Mavis Toffoletto responsabile del progetto - è la “biblioteca sociale” che incarna l'attuale tendenza delle istituzioni a entrare in un rapporto più stretto con il territorio. Nello specifico, la biblioteca non viene più concepita solo come un luogo di studio ma come un centro di socializzazione e di condivisione della cultura. La comunità potrebbe così trovare un luogo dove esprimere le proprie competenze e bisogni per sviluppare progettualità in collaborazione con le istituzioni e con il mondo dell'associazionismo”.

Da rilevare che i libri presenti nei punti lettura sono tutti catalogati nel Catalogo del Servizio Bibliotecario Nazionale e rintracciabili, assieme a quelli della maggior parte delle biblioteche della città, in BiblioEst (https://www.biblioest.it/).


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>