Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 14 Maggio 2008

Bookmark and Share

“èStoriabus”: esauriti i posti disponibili per i tre itinerari di turismo culturale

logo

Gorizia (GO) - E’ già grande successo per le iniziative in prenotazione alla IV edizione di “èStoria”, festival internazionale della storia di Gorizia: sono infatti andati a ruba i posti disponibili per i tre percorsi dell’èStoriabus 2008, l’iniziativa messa a punto da APT Gorizia e da LEG – Libreria Editrice Goriziana, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia–Turismo FVG, per viaggiare nel tempo e nella storia attraverso suggestivi percorsi di turismo culturale a Gorizia e sul territorio, con ciceroni e guide d’eccezione. Il festival comunica dunque che non è più possibile prenotare ulteriori posti a bordo di “èStoriabus” 2008, per i tre itinerari di area medievale, moderna e contemporanea, in programma nelle giornate di èStoria. Venerdì 16 maggio il percorso si articolerà nei luoghi della guerra veneto-austriaca per Gradisca 1615-1618, ed i visitatori saranno accompagnati dallo storico militare Riccardo Caimmi. Sabato 17 maggio il tour condurrà sulle terre dei Patriarchi e toccherà le tappe focali del Patriarcato, con la guida dello storico Paolo Cammarosano, mentre domenica 18 maggio è in programma il tour a Caporetto, con la guida del giornalista e storico Marco Cimmino.
Si preannuncia esaurito anche il Teatro Verdi di Gorizia, domani sera – giovedì 15 maggio, ore 20.45 – per il gala inaugurale di e con Vittorio Sermonti, “Eneide ed eroismo”, organizzato dal Comune di Gorizia – Sistema teatrale goriziano e proposto ad ingresso libero, dietro presentazione dell’invito. Gli eventuali inviti rimanenti, fino ad esaurimento dei posti disponibili, potranno essere ritirati presso la biglietteria del Teatro “G. Verdi” di Gorizia (ingresso centrale da via Garibaldi) ancora domani, 15 maggio, dalle ore 17.00 alle 20.45.
Intanto ha già preso forma definitiva, ai Giardini pubblici, il grande ‘villaggio della storia’ che ospiterà la IV edizione di èStoria, a cura di Adriano Ossola e Federico Ossola, organizzata con il Comune di Gorizia – assessorato al parco culturale, la Regione Friuli Venezia Giulia e la Fondazione Carigo, in collaborazione con Banca Popolare Friuladria – Crédit Agricole, KB Center, Unione degli industriali della provincia di Gorizia, Associazione dei commercianti di Gorizia. èStoria 2008 potrà contare su spazi diversificati, nella location del festival: con le Temde Erodoto e Apih, sede di incontro con i protagonisti del festival, con la Biblio e la Ludotenda, con gli spazi dedicati alla mostra “In pace e in guerra”, a cura del Comitato locale della Croce rossa italiana, e con diversi stand: quello congiunto tra Associazione culturale Isonzo - Gruppo di ricerca storica ed I Grigioverdi del Carso, lo stand èMostra, iniziativa congiunta della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, Fondazione Palazzo Coronini Cronberg, Provincia di Gorizia e Comune di Gorizia, e inoltre lo stand di stand Amnesty International.
Sarà la vicenda dell’altoatesino Josef Mayr-Nusser, venerdì 16 maggio alle 10 (tenda Apih) ad aprire, al festival, il percorso “L’eroe necessario”, dedicato ai gesti eroici della storia moderna. L’incontro, che titola Josef Mayr-Nusser, un eroe incompreso, è realizzato a cura dell’ISSR – Istituto di storia sociale e religiosa di Gorizia, e vedrà protagonisti Kurt Egger, docente di Scienze religiose a Bressanone ed esperto di rapporti interreligiosi, e il presidente dell’ISSR Luigi Tavano. L’incontro metterà a fuoco la scelta radicale e “necessaria” del bolzanino Josef Mayr-Nusser (1910-1945), che si rifiutò di prestare il giuramento alle SS non volendo rendersi corresponsabile delle atrocità commesse dai reparti tedeschi. E sempre in riferimento a iniziative goriziane e isontine due ulteriori incontri sono previsti nella giornata di venerdì 16 maggio: alle 11, nella Tenda Apih, lo scrittore Predrag Matvejevic e lo storico dell’arte Sergio Favotto interverranno su “Mito e rappresentazione secondo ragione nella Venezia del Settecento”, a partire dalla mostra curata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia “Le meraviglie di Venezia”. Di seguito, alle 12Predrag Matvejevic, sempre nella Tenda Apih, in collaborazione con il Consorzio culturale del Monfalconese è in programma l’incontro “Vivere di cantiere. Cent’anni di navi e lavoro a monfalcone”, che vedrà protagonisti il giornalista Roberto Covaz, il saggista Enrico Bullian, e gli storici Loredana Panariti e Giulio Melinato.
Ulteriori informazioni: www.estoria.it; 0481-539210.

Leggi le Ultime Notizie >>>