Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 18 Gennaio 2016

Bookmark and Share

Géza Rohrig ospite all'Ariston per l'anteprima di “Il figlio di Saul” di Nemes

Scena dal film "Il Figlio di Saul" di László Nemes

Trieste (TS) - Il pluripremiato film di László Nemes “Il figlio di Saul” (Saul Fia, Ungheria, 2015) sarà presentato in anteprima a Trieste, mercoledì 20
gennaio alle ore 20.30 al cinema Ariston, alla presenza del protagonista Géza Rohrig, in Italia per promuovere il film, in uscita il 21 gennaio distribuito da Teodora Film. La serata è organizzato da La Cappella Underground e Trieste Film Festival, come evento di
anticipazione della 27^ edizione (in programma dal 22 al 30 gennaio), e in collaborazione con la Casa del Cinema di Trieste. Il film, vincitore del Gran Premio della Giuria all'ultimo Festival di Cannes, del Golden Globe come Miglior Film Straniero e nella stessa categoria candidato agli Oscar 2016, sarà proiettato in versione originale sottotitolata.

Salutato come un’assoluta rivelazione all’ultimo Festival di Cannes, “Il figlio di Saul” è uno degli eventi cinematografici più attesi della stagione. Protagonista del film è Saul Auslander (Géza Rohrig), appartenente ai Sonderkommando di Auschwitz, i gruppi di ebrei costretti dai nazisti ad assisterli nello sterminio degli altri prigionieri.
Mentre lavora in uno dei forni crematori, Saul scopre il cadavere di un ragazzo in cui crede di riconoscere suo figlio. Tenterà allora l’impossibile: salvare le spoglie e trovare un rabbino per seppellirlo. Ma per farlo dovrà voltare le spalle ai propri compagni e ai loro piani di ribellione e di fuga.

“Il figlio di Saul” è stato designato come “Film della Cririca” dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani - SNCCI, con la seguente motivazione: “Uno dei più sconvolgenti esordi di questo decennio. Nemes affronta il tema dell'Olocausto immergendo la grande tragedia dell'umanità in uno sguardo che privilegia il fuoricampo e il fuorifuoco, con una visione della Storia spettrale e furibonda, al tempo stesso realistica e onirica".


Géza Rohrig, nato a Budapest nel 1967, rimane orfano a 4 anni e dopo un periodo trascorso in un orfanotrofio viene adottato da una famiglia
ebraica. Espulso da scuola a 16 anni per attività anticomunista, fonda la band punk-rock Huckrebelly, i cui concerti vengono speso interrotti dalla polizia. Nel 1987 si trasferisce a Cracovia, dove studia letteratura polacca; di ritorno in Ungheria segue i corsi di regia all’Università delle Arti Teatrali e Cinematografiche, mentre come attore gira i film "Armelle" di Andras Sólyom (1988) e "Eszmélet" di József Madaras (1989).
Negli anni novanta vive a Gerusalemme, quindi si sposta a New York, dove studia per diventare ebreo chassidico e pubblica il suo primo libro di poesie sul tema della Shoah “Hamvasztokonyv”; dopo la laurea al Jewish Theological Seminary affianca all’attività di scrittore e poeta quella di insegnante. Grazie alla sua straordinaria performance ne “Il figlio di Saul” ottiene ovazioni e recensioni entusiastiche in tutto il mondo. Attualmente sta lavorando al suo primo romanzo.

Laszlo Nemes, figlio del regista ungherese Andras Jeles, nasce a Budapest nel 1977 e si trasferisce presto a Parigi, dove studia storia, relazioni internazionali e sceneggiatura. Entra nel cinema come assistente alla regia, lavorando per due anni anche con Bela Tarr, mentre inizia a dirigere dei cortometraggi che ottengono un grande successo in molti festival internazionali: "With a Little Patience" (2007, presentato l’anno successivo al Trieste Film Festival), "The Counterpart" (2008), e "The Gentleman Takes His Leave" (2010). Dopo essersi trasferito a New York per studiare regia, torna in Francia dove, grazie a una borsa di studio di Cinefondation, sviluppa con Clara Royer la sceneggiatura de "Il figlio di Saul", proseguendo poi il lavoro sul copione al Jerusalem International Film Lab: il film segna infine l’esordio nel lungometraggio di Nemes e, grazie al Gran Premio della Giuria a Cannes e a una trionfale accoglienza di pubblico e critica, lo impone da subito come uno dei piu? importanti autori della sua generazione.


INFO/FONTE:
La Cappella Underground
Piazza Duca degli Abruzzi n.3 - 34132 Trieste
tel 040 3220551 - fax +39 040 9673002
info@lacappellaunderground.org - www.lacappellaunderground.org

Leggi le Ultime Notizie >>>