Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Teatro > 29 Novembre 2015

"Si gira!": a Monfalcone il nuovo spettacolo di Stefano Massini tratto da Pirandello

Stefano Massini

Monfalcone (PN) - La stagione di prosa del Teatro Comunale di Monfalcone prosegue, martedì 1 e mercoledì 2 dicembre, con "Si gira!", lo spettacolo che Stefano Massini, drammaturgo fra i più attenti del teatro contemporaneo italiano e consulente artistico del Piccolo Teatro di Milano, ha liberamente tratto dal romanzo di Luigi Pirandello “Quaderni di Serafino Gubbio operatore”. A due anni dal fortunato incontro fra Massini e la compagnia Arca Azzurra Teatro – con la messinscena del Principe dal capolavoro di Machiavelli – la collaborazione prosegue con la rivisitazione dell’opera di Pirandello (la prima edizione "Si gira" è del 1915, quella riveduta del 1925) in cui al teatro si sostituisce il cinema, la nuova arte dell’era della riproducibilità tecnica, l’opera in cui lo scrittore siciliano traccia un ritratto straordinariamente vero e a tratti fortemente autobiografico del suo rapporto, non proprio idilliaco, con la nascente industria cinematografica italiana.

Pirandello allunga lo sguardo su un futuro allora solo immaginabile per raccontare l’incredibile storia del cineoperatore Serafino, piccola pedina ingurgitata dal vortice di un’industria cinematografica ai primi albori: è davanti ai suoi occhi attoniti che prende forma, di fatto, l’impasto originario della futura “età delle immagini”, in cui sarà impossibile distinguere fra ciò che è reale e ciò che è icona. E Stefano Massini indaga le pagine pirandelliane come un lucidissimo prologo del nostro tempo, che ci vede bombardati da valanghe di scatti e autoscatti, intasati dal flusso dilagante di milioni di video su Youtube.

Diretto dallo stesso Massini e interpretato dai bravissimi attori di Arca Azzurra, lo spettacolo si rivela una forsennata macchina da palcoscenico, piena di accelerazioni degne di una comica di Ridolini, pur nel rispetto del finissimo gioco psicologico pirandelliano che rende memorabili i suoi protagonisti.

Scrive Massini: “c’è qualcosa di emozionante nel riaprire oggi, a distanza di un secolo esatto, le pagine di questo diario così strano, metaforico e illuminante, tutto incentrato sulla metamorfosi di un essere umano in un’algida macchina da riprese. [...] Tutto ambientato fra le stravaganze felliniane di un set alle prime armi, fra dive alla Almodovar e squarci da Ernst Lubitsch, il romanzo di Pirandello indaga sornione e inquieto fra le pieghe di un Novecento tutto ancora da costruire, ma già fiero in culla del suo essere il secolo della cineproiezione”.

Mercoledì 2 dicembre, alle ore 17.30, presso la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale (via Ceriani 10), a corredo dello spettacolo, Luisa Vermiglio terrà una conferenza dal titolo “Pirandello e la macchina cinematografica”; l'incontro, realizzato in collaborazione con l'Associazione "Per il Teatro di Monfalcone", è a ingresso libero.

Biglietti in vendita presso: Biglietteria del Teatro (tel. 0481 494 664, da lunedì a sabato, ore 17-19), ERT di Udine, Biblioteca Comunale di Monfalcone, prevendite Vivaticket e on line su www.vivaticket.it. La Biglietteria del Teatro accetta prenotazioni telefoniche.


INFO/FONTE: Ufficio Comunicazione Teatro Comunale di Monfalcone

Leggi le Ultime Notizie >>>