Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Alla Biblioteca statale Isontina le fotografie di Mauro Mikulin
Gorizia
Dal 14/11/19
al 29/11/19
La locandine
PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE E UTE DI SACILE E ALTOLIVENZA INSIEME PER L’EVENTO “LEONARDO&FRIENDS"
Palazzo Ragazzoni - Villa Frova
Sacile - Caneva
Dal 17/11/19
al 30/11/19
Leonardo
OMAGGIO AL “RINASCIMENTO DI PORDENONE” IN MUSICA, NEL TEMPO DI LEONARDO E ISABELLA D’ESTE
Museo civico d'arte Palazzo Ricchieri
Pordenone
Il 09/11/19
Barocco_Europeo_Contrarco Consort

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

 

Notizie > Attualità > 31 Ottobre 2015

Bookmark and Share

Inaugurata a Opicina la nuova biblioteca comunale per bambini e ragazzi "Il tram dei libri"

Trieste (TS) - In un'atmosfera di grande entusiasmo e gioia, che ha visto protagonisti di primo piano oltre un centinaio di genitori con frotte di bambini vocianti (ma poi anche seriamente attenti e impegnati nelle successive letture), è stata inaugurata ieri pomeriggio a Opicina la nuova biblioteca comunale per bambini e ragazzi "Il Tram dei Libri", situata al primo piano dell'edificio sede del Centro Civico di Altipiano Est, in via Doberdò 20/3, prima assoluta del genere sul territorio dell'Altipiano carsico triestino.
E per questa specialissima occasione è intervenuta nel borgo un'ampia parte dell'Esecutivo che guida l'attuale Amministrazione Municipale: il Sindaco Roberto Cosolini con la vice Fabiana Martini e gli Assessori all'Educazione Antonella Grim e alla Cultura Paolo Tassinari, ma anche diversi membri del Consiglio, come il Vicepresidente dell'assemblea Alessandro Carmi con i consiglieri Curreli e Muzzi, e, naturalmente, il presidente della locale II circoscrizione Altipiano Est Marco Milkovic e la direttrice del Servizio Biblioteche, Istruzione e Politiche Giovanili del Comune Bianca Cuderi.

Il lungo sogno di dotare l'Altipiano di un luogo di aggregazione per bambini e famiglie nel segno della lettura, ma anche della musica, del gioco e della creatività, nato nel 2008 a seguito di un corso per lettori volontari organizzato “in città”, alla Biblioteca “Quarantotti Gambini” di San Giacomo, dopo il quale un primo nucleo di mamme lettrici, riunite dapprima nell'Associazione Gioca Opicina, iniziò a ricercare, con passione e pazienza, anche sul borgo carsico, degli spazi utili a ospitare letture e incontri; fino ad ampliarsi, in un gruppo più vasto, costituendo il Comitato Genitori "Insieme sull'Altipiano" unendosi al Comitato Genitori Scuole di Banne e a quello delle scuole Lona e Fraulini, e venendo a presentare in tale veste al Comune, lo scorso anno, l'idea di utilizzare i bei spazi della Sede Circoscrizionale opicinese, si è dunque finalmente realizzato.

E questa davvero bella realtà si è oggi anche ufficialmente avviata (dopo che alcune prime attività già si erano svolte in precedenza) nel migliore dei modi: con tanti bambini e genitori, ma anche con molti entusiasti educatori e dirigenti scolastici del territorio, e quindi con lo svolgimento di diverse simpatiche letture che hanno visto interpreti gli stessi Amministratori, Sindaco in testa (che si è cimentato nel “recitare” con vari toni di voce alcuni passi de “Nel Paese dei Libri” di Quint Buchholz, pluripremiato scrittore e illustratore tedesco di libri per ragazzi e non solo), ma anche gli Assessori e pure il presidente Milkovic (che ha letto un brano di Kosovel); e poi tanto divertimento, garantito anche dall'accompagnamento delle letture con giocose mimiche e gustose scenette messe in campo dalle “specialiste” del settore ovvero le ormai note “Ambasciatrici delle Storie di Nati per Leggere” tra le quali Elena Colombetta e la bibliotecaria della 'Quarantotti Gambini' Antonella Farina.

Prima del classico taglio del nastro, il Sindaco Cosolini ha voluto esprimere la propria soddisfazione “per l'impiego di uno spazio pubblico per l'uso più bello che ci possa essere: quello dell'educazione dei nostri bambini e ragazzi e del loro avvio alla gioia della lettura e all'apprendimento culturale. Per cui – ha detto rivolgendosi ai genitori del Comitato – avete fatto davvero bene a chiedere e a insistere fino a ottenere dal Comune e dalla Circoscrizione gli spazi per questa biblioteca!”. Spazi che – ha ricordato il Sindaco – rappresenteranno anche un luogo e un'opportunità in più di incontro e di socializzazione per gli abitanti dell'intero Altipiano.

Toni di grande soddisfazione anche nei successivi interventi della direttrice Cuderi, di Michaela Cuk e di altre mamme del Comitato Genitori "Insieme sull'Altipiano" (“Siamo felici per questo spazio comune a lungo desiderato”) e della consigliera circoscrizionale Valentina Baldas (anche lei peraltro componente del Comitato).

E' stato rilevato a margine come l'iniziativa non sia un fatto a sè stante od occasionale ma rientri pienamente in un più ampio “disegno” dei Servizi Educativi integrati del Comune di Trieste che sostengono da anni (ad esempio attraverso il noto progetto SPURG-Spazi Urbani in Gioco o attraverso il Regolamento del 2013 per l'utilizzo “attivo” degli spazi interni e dei giardini delle strutture scolastiche ed educative della città in tempi e orari extrascolastici) l’importanza e il valore sociale di attività auto-organizzate da comitati di genitori, come supporto alle famiglie e in affermazione dei principi di sussidiarietà nonché di promozione della cultura dell’infanzia e della genitorialità.
Sottolineando peraltro anche come l'odierna novità rientri nel più ampio contesto della “Biblioteca Diffusa” promosso dal Servizio Biblioteche del Comune che ha già realizzato diversi nuovi 'punti lettura' in città in un percorso di ideazione e progettazione che fa riferimento al modello della “biblioteca sociale”. La Biblioteca Diffusa, grazie a collaborazioni con enti, associazioni di volontariato, comitati di genitori, circoscrizioni, circoli rionali, intende, in sostanza, “andare oltre” il puro aspetto della lettura e del prestito di libri, sviluppando progetti comuni al servizio della comunità, nell'intento ultimo di accrescere in tutti la consapevolezza dell'importanza della co-gestione dei beni.

Per quanto concerne l'odierna giornata va ancora ricordato che prima della cerimonia inaugurale, e per ancor meglio 'agganciarsi' al nome della nuova biblioteca "Il Tram dei Libri", ideato da un bambino, Francesco, nell'ambito di un concorso di idee fra tutte le scuole dell'Altipiano, si è ripetuta l'esperienza delle “letture in tram” a cura del Servizio Biblioteche del Comune e delle “Ambasciatrici di Nati per Leggere”, attuata, con grande interesse dei passeggeri, sulla vettura del Tram di Opicina partita alle ore 16.11 dal capolinea di piazza Oberdan (sulla quale la Trieste Trasporti aveva messo a disposizione 30 posti gratuiti). All'arrivo a Opicina, le famiglie con bambini così intervenute hanno formato un piccolo corteo che si è recato a piedi fino alla nuova Biblioteca per partecipare all'inaugurazione.

La Biblioteca "Il Tram dei Libri", comunale ma, come detto, gestita dai genitori del Comitato, effettuerà anche un servizio di prestito di libri e sarà aperta per tre pomeriggi alla settimana: martedì dalle 16.30 alle 18.30, giovedì dalle 15 alle 19, venerdì dalle 16.30 alle 18.30.

Intanto sono già stati programmati nella nuova sede bibliotecaria i prossimi appuntamenti con “Nati per Leggere”, per bambini fino ai 6 anni, che si terranno martedì 17 novembre e martedì 1 dicembre, sempre dalle ore 17 alle 18.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>