Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 16 Ottobre 2015

Cerimonia di consegna del premio “Ondina Barduzzi” in Provincia

Foto Ufficio Stampa Provincia di Trieste

Trieste (TS) - La Presidente della Provincia di Trieste, Maria Teresa Bassa Poropat, ha presenziato oggi alla cerimonia di consegna del premio “Ondina Barduzzi” giunto alla quinta edizione e svolto in collaborazione con la Commissione provinciale Pari Opportunità e la famiglia Scolaris. Nel corso dell’evento, al quale hanno preso parte numerose personalità, tra le quali Marco Scolaris, a nome della famiglia, Etta Carignani, presidente dell’ANDE di Trieste, Maurizio Fermeglia, Rettore dell’Ateneo, Mirta Cok, presidente della Commissione provinciale per le pari opportunità tra uomo e donna e il giornalista Giulio Garau, è stato presentato presentato il volume Ondina Barduzzi. La forza di innovare.

“Ondina Barduzzi aveva una naturale eleganza e femminilità che la rendevano inconfondibile – ha ricordato Maria Teresa Bassa Poropat – tuttavia ancora oggi è la solida energia con cui portava avanti idee e proposte a segnare nella mia mente, più di ogni altra nota del suo carattere, il ricordo. I progetti e le azioni che ha avuto modo di sviluppare durante il suo lavoro alla Provincia di Trieste sono stati tanti e importanti quali l’impegno sul fronte ambientale, la metropolitana leggera, il progetto Overnight”.

L’imprenditrice Etta Carignani ha ricordato il suo impegno nella vita della città: “è stata una donna che ha seguito le tracce del buon governo – ha detto – brillante protagonista della vita sociale e politica di Trieste e del suo territorio”. “Ondina Barduzzi è stata una professionista completa e multidisciplinare – ha quindi affermato Giulio Garau – che riusciva a passare con naturalezza e competenza dai temi complicati legati ai piani urbanistici ad interventi più popolari come il servizio Overnight”.

Il Rettore Fermeglia ha quindi ricordato i tanti progetti portati a termine dall’ingegner Barduzzi “momenti di sviluppo importanti per la città come il piano per il traffico, ma anche la progettazione dell’ex sanatorio ora sede della Sissa, la variante del piano regolatore del Porto vecchio e tanti altri edifici o zone cittadine”. Raccogliendo l’eredità della Provincia di Trieste, Fermeglia ha quindi affermato che sarà l’Università di Trieste a gestire dalla prossima edizione il premio Ondina Barduzzi per tesi di laurea. La parola è quindi passata a Mirta ?ok che ha definito la Barduzzi una “pioniera nel gruppo professionale degli ingegneri del nostro territorio, uno stimolo per tutte le donne che intraprendono una carriera lavorativa”.

E’ stata quindi la volta di Marco Scolaris che ha ringraziato i presenti a nome della famiglia, e ha auspicato che la vita e i traguardi professionali raggiunti da Ondina Barduzzi possano costituire un esempio di vita per le generazioni future. Eliana Frontali, tra le componenti della Commissione di valutazione della V edizione del Premio assieme a Mirta Cok, Luciana Boschin, Chiara Florio, Salvatore Noè, Rossana Pettirosso, Teresa Tonchia, ha quindi premiato le tre studentesse che hanno vinto il riconoscimento. Si tratta di Noelia Alejandra Montoya Buteler con la tesi STAT3 nel carcinoma mammario: ruolo nelle cellule staminali tumorali e nelle recidive locali, Patricia Lisetta Roa autrice della tesi Leadership al femminile: la Queen Theory e Alice Artico con la tesi Do it yourself. Esperienze di auto recupero.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Provincia di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>