Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 30 Settembre 2015

Bookmark and Share

Roberto Turrin è il nuovo direttore del Conservatorio Tartini di Trieste

Roberto Turrin

Trieste (TS) - E’ il pianista Roberto Turrin, docente di ruolo e responsabile dell’attività di produzione, il nuovo direttore del Conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste: è stato eletto nel pomeriggio di oggi (mercoledì 30 settembre) con vasto gradimento del corpo votante che gli ha tributato 53 preferenze su 81 schede utili. Roberto Turrin era già stato nominato direttore ad interim dopo la rinuncia formale da parte del Direttore uscente Massimo Parovel, il 30 giugno scorso. Alle elezioni del Conservatorio Tartini avevano diritto gli 88 docenti in servizio nell’Anno Accademico 2014 – 2015. Nel pomeriggio di oggi sono stati 81 i votanti e la Commissione elettorale composta dai docenti Adriano Martinolli, Rita Susovsky e Cristina Fedrigo ha registrato 1 scheda bianca, 53 voti per il prof. Roberto Turrin, 19 voti per il prof. Massimo Gon, 6 voti per il prof. Donninelli, 2 voti per il prof. Zudini.

Viva soddisfazione è stata espressa dal presidente del Conservatorio Tartini, avv. Mario Diego: nel formulare l’augurio di buon lavoro al prof. Turrin il Presidente ha sottolineato «l’ampio consenso manifestato dal corpo docente per una scelta di continuità con la direzione degli ultimi Anni Accademici, con una maggioranza assoluta raggiunta si dalla prima tornata elettorale: accanto alle 53 preferenze per il nuovo Direttore spiccano i 19 voti a favore del prof. Massimo Gon, storico collaboratore della Direzione del Conservatorio negli ultimi anni. Così come il neo-eletto direttore, Roberto Turrin, è da molte stagioni il responsabile di produzione dell’attività concertistica del Conservatorio e a lungo ha operato al fianco della precedente Direzione. Un ottimo auspicio, dunque, per il Conservatorio di Trieste, che sotto la guida di Roberto Turrin potrà confermare il ruolo di eccellenza e sviluppare al meglio le sue potenzialità, in favore dei suoi allievi ma anche della promozione musicale e culturale della città e della regione».

Fra i primi impegni del nuovo direttore spicca l’importante progetto di scambi Italia – Serbia, che vede il Tartini capofila per decisione del MIUR: «nell’ambito di questo corposo percorso di scambi di didattica e produzione con le principali Istituzioni Musicali dello Stato balcanico, saremo impegnati come coordinatori e capofila degli eventi in programma, sia per l’ideazione che sul piano organizzativo - spiega il presidente Mario Diego - Si partirà con la tournée dell’ Orchestra azionale dei Conservatori Italiana prevista alla fine di ottobre a Belgrado, Novi Sad e Subotica, ospite delle Accademie Musicali di Belgrado e Novi Sad, per la bacchetta del maestro Giuseppe Grazioli. Un’anteprima di questi concerti è già in calendario a Trieste sabato 24 ottobre nella Sala Tripcovich. La tournée avvierà un intenso programma di scambi sul piano didattico e produttivo fra le Istituzioni italo-serbe: un’attività che si estenderà a tutto il 2016 e certamente consoliderà la vocazione del Conservatorio Tartini al confronto internazionale, recentemente premiata dal MIUR - Ministero Istruzione Ricerca e Università e dalla sua Agenzia Nazionale Indire con il massimo contributo per le iniziative di mobilità didattica in Europa. Iniziative che si svilupperanno a breve in direzione dei Balcani con scambi verso Serbia, Montenegro, Albania e Bosnia - Erzegovina».

Leggi le Ultime Notizie >>>