Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Il Rinascimento di Pordenone Con Giorgione, Tiziano, Lotto, Jacopo Bassano e Tintoretto
Pordenone
Dal 25/10/19
al 02/02/20
Mostra Pordenone
PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE E UTE DI SACILE E ALTOLIVENZA INSIEME PER L’EVENTO “LEONARDO&FRIENDS"
Palazzo Ragazzoni - Villa Frova
Sacile - Caneva
Dal 17/11/19
al 30/11/19
Leonardo
Concerti Aperitivo: 17 novembre 2019, Gorizia, Trio flauto, viola e violoncello
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 17/12/19
Tommaso Bisiak

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

 

Notizie > Attualità > 22 Settembre 2015

Bookmark and Share

Presentato il protocollo guida sul "patrocinio digitale" del Comune di Trieste

Foto Ufficio Stampa Comune di Trieste

Trieste (TS) - "Patrocinio Digitale", ovvero una forma di valorizzazione di soluzioni digitali innovative in grado di offrire servizi utili a cittadini e turisti. In questo consiste la nuova originale iniziativa istituita dal Comune di Trieste con una delibera giuntale approvata ieri, lunedì 21 settembre. Potranno concorrere a ottenere questo riconoscimento proposte innovative, fra cui applicazioni mobili, portali e piattaforme online, nonché iniziative ed eventi digitali: l'importante è che siano pubblici, accessibili, gratuiti e in sintonia con le finalità istituzionali dell'Ente. Le modalità per richiedere questa sorta di imprimatur sono ovviamente digitali (basterà inviare una mail).

Tutto questo è stato espresso dalla vicesindaca e assessora all'innovazione Fabiana Martini nel corso di una conferenza stampa tenutasi stamattina in Sala Bobi Blazen, alla quale ha preso parte anche Antonio Ponzo Pellegrini, assessore all'Innovazione e allo Sviluppo economico del Comune di Empoli, che ha fatto a sua volta proprio il protocollo. Presenti anche il direttore del Servizio Innovazione e Sviluppo economico comunale Lorenzo Bandelli con il Social media manager Christian Tosolin e il consigliere comunale Sebastiano Truglio. “D'ora in poi – ha evidenziato la vicesindaca – tutti coloro che proporranno soluzioni capaci di semplificare la vita quotidiana o di rendere più facile e attraente la visita della città potranno contare sulla promozione dell'Amministrazione comunale e sull'eventuale implementazione e miglioramento: uno stimolo per incrementare la creatività e l'invenzione. L'Amministrazione Comunale – ha aggiunto la Martini – conferma ancora una volta la volontà di incentivare tutte le forme di promozione per condividere soluzioni il più possibile allargate. Il nostro Paese ha un patrimonio enorme di risorse e se ci abitueremo in tal senso a collaborare per ottimizzare idee, proposte e iniziative in modo concreto, tutti ne trarranno vantaggio. Voglio ringraziare tutti gli uffici comunali che hanno aiutato alla realizzazione di questo patrocinio, quale ulteriore 'spunto' di innovazione che auspico abbia numerose adesioni in città”.

L'assessore Pellegrini ha sottolineato la validità dell'iniziativa cui ha aderito anche la città di Empoli: “Una piccola realtà ma che vanta un polo tecnologico molto florido, legata a Trieste, città meravigliosa, anche dal punto di vista affettivo, in quanto il nostro Sindaco vi ha lavorato per diversi anni. L'incontro di oggi rende l'idea di un approccio di base tra due realtà distanti geograficamente che si incrociano per fare un progetto comune in territori ideali, sede di laboratori attivi. Ad Empoli, per fare un esempio concreto, abbiamo attivato un servizio tramite “WhatsEmpoli”, a cui tutti si possono iscrivere per ricevere informazioni di pubblica utilità, come su intermodalità e traffico. Un servizio richiestoci dalla Regione Toscana e per cui contiamo già circa 1000 iscritti dopo solo 2 mesi dall'attivazione”.

Il direttore Bandelli, ponendo l'accento sull'importanza dell'innovazione soprattutto per i giovani, ha spiegato le modalità di ricevimento delle proposte che non avranno costi per il cittadino o visitatore e a cui il Comune – in base ad uno specifico 'Protocollo guida sul Patrocinio Digitale - darà il patrocinio tenendo conto: dell'utilizzo efficace di opendata resi disponibili per organizzare un servizio utile alla cittadinanza, della presenza di un adeguato piano di comunicazione e formazione per promuovere l'utilizzo ai cittadini e visitatori, nonchè di un eventuale sviluppo del progetto da parte di università e centri di ricerca pubblici. Sempre secondo il Protocollo guida, la domanda di Patrocinio Digitale deve avvenire tramite comunicazione con oggetto “Richiesta Patrocinio Digitale” all'indirizzo email: patrociniodigitale@comune.trieste.it, corredata dei dati identificativi del proponente, descrizione dell'iniziativa e presentazione del progetto, motivazione del patrocinio e copia del Protocollo guida (consultabile qui in allegato) firmato per accettazione.

“Se un cittadino, una start up, un portale, crede di rientrare nei parametri delle linee guida del protocollo, basta perciò che ci invii una email a cui risponderemo con parere favorevole o meno, per poter ricevere il Patrocinio Digitale – ha precisato il Social Media Manager Tosolin –. Lo studio di questa iniziativa è stato possibile grazie all'importante contributo del Digital Champion triestino Gabriele Persi, che, impossibilitato ad essere qui presente, ha voluto inviare un suo pensiero: “Abbiamo analizzato le esigenze e raccolto spunti di miglioramento da parte degli esperti dell'Associazione Italiana Digital Champions – di cui sono referente - per integrare le competenze a livello nazionale e proporre la miglior soluzione possibile alla Pubblica Amministrazione locale”.

INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>