Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 18 Settembre 2015

Bookmark and Share

In piazza della Borsa si apre la “tre giorni” di ”Slofest 2015 – Festival degli sloveni in Italia”

Slofest 2015

Trieste (TS) - Dopo una serie di interessanti eventi introduttivi che si sono svolti nei giorni scorsi in diverse località di insediamento della minoranza slovena in in Friuli Venezia Giulia, da Trieste (dove è stata in particolare aperta una mostra “Omaggio al pittore Albert Sirk”, nella sala comunale di Palazzo Costanzi, visitabile fino a domenica 20 con orario 10- 20, domenica 10-18) alla Val Resia, da Gorizia a San Pietro al Natisone, nonché di manifestazioni collaterali tuttora in corso in varie sedi (con visite guidate, programmi per le scuole, mini-corsi di sloveno, incontri e dibattiti culturali), si ianugurerà ufficialmente stasera, venerdì 18 settembre, alle ore 20, alla tensostruttura collocata in piazza della Borsa, la parte centrale delle manifestazioni della seconda edizione di ”Slofest 2015 – Festival degli Sloveni in Italia”, organizzato con cadenza biennale dall'Unione dei Circoli Culturali Sloveni-ZSKD in co-organizzazione con il Comune di Trieste, con il contributo della Regione FVG e con il sostegno delle due principali organizzazioni della minoranza, SKGZ e SSO.
Interverranno alla cerimonia inaugurale il Sindaco Roberto Cosolini e i Ministri della Repubblica di Slovenia per la Cultura Julijana Bizjak Mlakar e per Sloveni nel mondo Gorazd Žmavc che poco prima saranno ricevuti in Municipio.
La Glasbena matica di Trieste, diretta da Igor Zobin, sarà quindi, subito dopo i saluti ufficiali, la protagonista del concerto d'apertura della “tre giorni” di ”Slofest 2015”.

E mentre già nel pomeriggio si sono svolti, sempre in piazza della Borsa, un corso “rapido” di sloveno a cura dell'Associazione Mitja ?uk e una tavola rotonda-dibattito sull'insegnamento della lingua slovena nelle scuole italiane, in serata, alle ore 21.45, si terrà lo spettacolo “Come diventare sloveni in 50 minuti”, la nuova coproduzione del Teatro Stabile Sloveno e dell'Associazione Spaesati, per la regia di Sabrina Morena; una “lezione intensiva” di lingua, tradizioni, abitudini slovene, con risvolti comici e autoironici.

Il programma delle manifestazioni proseguirà domani, sabato 19, in particolare alle ore 10 con l'incontro su “Franco Basaglia e l'antipsichiatria oggi” con gli affermati filosofi Renata Salecl e Pierangelo di Vittorio a cura dello Slovenski Klub; e alle 11.30 con un “aperitivo letterario” con Marija Pirjevec, Magda Jevnikar e Neva Zaghet su “La Trieste letteraria di matrice slovena” a cura delle edizioni Mladika.
Nel pomeriggio programmi per i giovani e una visita guidata (inizio ore 15, iscrizioni entro le 14) sull'itinerario del romanzo storico di Fulvio Tomizza “Gli Sposi di via Rossetti”, mentre dalle ore 18 in poi venti cori sloveni e italiani provenienti da Trieste, Gorizia, Udine e Isola d'Istria riempiranno di note le vie e piazze del centro, da via Cassa di Risparmio a piazza Cavana, passando per piazza della Borsa e piazza Unità, con le loro esibizioni canore.
Alle 19.15 una “sorpresa” introdurrà al successivo concerto di complessi bandistici giovanili. Dedicata ai giovani compositori e musicisti sloveni locali il resto della serata che si concluderà con una festa danzante al Club Naima.

Da rilevare che già in mattinata, con inizio alle ore 9, nella Sala del Consiglio comunale, in concomitanza con ”Slofest 2015” e nel quadro delle celebrazioni del 70° anniversario del Primorski Dnevnik, avrà luogo un convegno internazionale sui quotidiani delle minoranze linguistiche in Europa. Il convegno che prevede la partecipazione dei direttori di alcuni tra i giornali più significativi, sarà aperto con i saluti del Sindaco Roberto Cosolini, dell’Assessore regionale Gianni Torrenti, del presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia Cristiano Degano e da Edita Slezakova presidente del MIDAS, l’associazione che raggruppa una trentina di testate nelle lingue minoritarie di dodici paesi europei. dalla Spagna alla Finlandia. Ingresso libero, con traduzioni simultanee in italiano-sloveno-inglese.

Domenica 20, il terzo e ultimo giorno di ”Slofest 2015” si aprirà con una S. Messa alle ore 8 nella chiesa di Sant'Antonio Nuovo. Quindi, alle 11, racconti di fiabe per i più piccoli in Galleria Tergesteo a cura della Biblioteca nazionale slovena e del Radijski oder. Sempre alle ore 11, in piazza della Borsa, “aperitivo letterario” a cura delle edizioni ZTT-EST in occasione dell'uscita in traduzione slovena dell'autobiografia di Susanna Tamaro “Ogni angelo è tremendo”.
Ancora, alle ore 12.30, la presentazione ufficiale del volume “Una barchetta scivola sul mare”, raccolta di canti per bambini della tradizione popolare slovena, accompagnata dal canto di cori sloveni di voci bianche provenienti dall'intera regione.
Infine - dopo l'arrivo, verso le 15, dei partecipanti alla marcia Resia-Trieste - chiusura festosa, alle ore 16.30, delle manifestazioni in piazza della Borsa con l'esibizione di gruppi folcloristici provenienti da Italia, Austria e Croazia.

“Ultima coda” finale in serata, al Kulturni Dom, in via Petronio, dove alle ore 20.30 si svolgerà un evento celebrativo dei 70 anni della Radio Trst A e del ventennale della sezione televisiva slovena della sede regionale RAI.

Ulteriori eventi collaterali vedranno nella Sala comunale “Fittke” (in piazza Piccola, dietro il Municipio), nei pomeriggi di oggi (venerdì 18) e sabato 19, la proiezione di film e documentari (selezionati da Kinoatelje, dalla RAI e dal regista Aljoša Ĺ˝erjal); una mostra di tema musicale alla Camera di Commercio, nonché la presentazione di interessanti aspetti sull'attività delle principali istituzioni slovene, della pittura slovena e altro ancora nell'ambito dello “Slofest Village” collocato sul Canale di Ponterosso all'altezza di via Cassa di Risparmio; e sempre in zona - novità dell'edizione 2015 - le degustazioni di prodotti tipici proposte dall'Associazione Agricoltori e dall'URES negli esercizi attigui a Piazza della Borsa e a via Cassa di Risparmio.

Tutti gli eventi del festival - frutto del lavoro volontario di tutti gli artisti e dei collaboratori - si svolgono in sloveno e in italiano, sempre a ingresso libero.

Già in fase di presentazione delle manifestazioni, svoltasi alcuni giorni fa nella nuova bella sede del Centro Triestino del Libro, in piazza Oberdan 7/7a, alla presenza tra gli altri dell'Assessore comunale allo Sviluppo e Attività Economiche Edi Kraus, gli organizzatori dell'Unione dei Circoli Culturali Sloveni-ZSKD avevano voluto sottolineare l'alto significato del progetto ”Slofest”, non solo come “vetrina delle organizzazioni e associazioni della comunità slovena attive nel Friuli Venezia Giulia, ma anche come simbolo concreto di convivenza vivace e costruttiva in una moderna regione e in una città europea dall'anima storicamente multiculturale”.

Programma completo su: http://slofest.zskd.eu/index.php/program.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>