Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 28 Agosto 2015

Bookmark and Share

Ultime tre serate di "Luci e Suoni" al Castello di Miramare

Massimiliano e Miramare

Trieste (TS) - Venerdì 28, sabato 29, e lunedì 31 agosto (alle ore 21 e alle 22.20), ultime tre serate di rappresentazione nel Parco del Castello di Miramare dello spettacolo di Suoni e Luci, prodotto dall’Airsac–Europa, “Massimiliano e Miramare: un magico sogno per un Asburgo”, nella nuova edizione scenografica che si avvale della tecnologia digitale “video mapping”.

Uno spettacolo che è e rimarrà – affermano gli organizzatori - una sorta di “numero unico” in quanto può essere rappresentato solo a Miramare, creato apposta per quest’angolo di sogno sospeso tra cielo e mare, dove l’Arciduca Massimiliano d’Asburgo scelse di edificare la propria stupenda dimora. Arricchendola, da appassionato botanico qual'era, di splendidi fiori, rare e lussureggianti piante fatte arrivare da tutto il mondo, fontane, laghetti e armoniose statue.

E proprio con questo spettacolo, organizzato dall’Airsac in collaborazione con il Comune di Trieste, la Regione e il “Polo museale” del FVG, Massimiliano è ritornato “nel suo Miramar” dopo 16 anni d’assenza. Un ritorno virtuale, chiaramente, che solo teatralmente può rinnovarsi e suscitare antiche emozioni nel ricordo di una vita tragicamente conclusasi. Epperò vivamente apprezzato dai tantissimi spettatori. Molti, nelle serate che si sono fin qui susseguite, i turisti provenienti da fuori regione e dai Paesi vicini che, grazie a speciali cuffie, hanno potuto seguire lo spettacolo anche nelle lingue tedesca e inglese.
E ciò senza collocare alcun elemento invasivo per la tipologia del luogo, con i 200 posti a sedere posizionati all’inizio dello spettacolo e rimossi alla fine, senza pregiudizio del decoro dell’ambiente. “E' stata – osserva il presidente dell'Airsac e “storico” ideatore e organizzatore della 'Luci e Suoni' triestina Serafino Marchiò Lunet - una bella esperienza, pur con alcune difficoltà “di convivenza” di un ciclo “seriale” di spettacoli, qual è Luci e Suoni, con le stringenti normative che regolano la gestione di siti storico-culturali nazionali come Miramare”.

Il cast artistico è rimasto quello storico del 1959, con interpreti principali i “grandi” Valeria Valeri nel ruolo di Carlotta e Massimo Foschi in quello di Massimiliano; e poi la presentazione storica curata da Carlo Milic, la parte musicale arricchita dalla romanza “Miramare” cantata dal tenore Giuseppe Di Stefano e da “La Paloma” con la voce del baritono Luis Torrens, l’orchestra, diretta da Franz Salnhofe (autore anche degli stacchi musicali del testo), è quella della Volksoper di Vienna; la regia di Marcel Prawy.

Anche per questi ultimi spettacoli le modalità d'accesso sono le consuete: tramite prenotazione presso “Ticket Point” (Corso Italia 6, tel. 040-3498276) o acquistando il biglietto direttamente alla cassa di Miramare (dalle ore 20 fino ad avvio degli spettacoli) fino a esaurimento dei posti.

Calato, fra pochi giorni, il sipario, Massimiliano, sempre virtualmente, risalirà sulla sua amata Fregata “Novara”... A Vienna i suoi avi lo aspettano nella Kapuzinergruft, la Cripta dei Cappuccini, l’ultima dimora degli Asburgo.
“E qui – così salutano gli organizzatori - finisce la storia: Grazie per essere ritornato, seppur virtualmente, nel Suo Castello, Arciduca... pardon... Maestà !”.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>