Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 24 Luglio 2015

Bookmark and Share

All'Ausonia inaugurata "Libronia", nuovo punto di lettura per adulti e bambini

Foto Ufficio Stampa Comune di Trieste

Trieste (TS) - Condividere il patrimonio librario dei servizi bibliotecari del Comune di Trieste e quello di singoli cittadini, di associazioni, organizzazioni ed altre istituzioni, portando la filosofia della condivisione e della partecipazione attiva e dello scambio di competenze direttamente nei luoghi della comunità e della cittadinanza. E' questo l'obiettivo di Libronia, nuovo punto di lettura per adulti e bambini, realizzato e attivo allo stabilimento balneare Ausonia di Riva Traiana.

Il nuovo punto di lettura -che è parte integrante del progetto “Biblioteche diffuse” e segue le positive esperienze già avviate con le biblioteche di Casa Serena, della scuola Adobbati di Gretta- è stato presentato oggi (venerdì 24 luglio) nel corso di una conferenza stampa alla quale sono intervenuti l'assessore comunale alla Cultura Paolo Tassinari, la direttrice del Servizio Biblioteche Civiche Bianca Cuderi, il presidente dell'Associazione “ticonzero” Alessandro Di Grazia con Mavis Toffoletto, nonché rappresentanti delle realtà coinvolte nell'iniziativa.

Realizzata dall’Associazione di promozione sociale “ticonzero”, in collaborazione con il Comune di Trieste, la cooperativa sociale Confini (attuale gestore del Bagno Ausonia), la cooperativa Querciambiente-laboratorio Hubility la sartoria sociale Lister e il WWF, Libronia mette già a disposizione al Bagno Ausonia oltre un migliaio di libri e costituisce un ulteriore tassello del progetto “Biblioteche diffuse”, che ha lo scopo di rendere capillare il servizio di pubblica lettura sul territorio comunale.

Il servizio offerto da Libronia all'Ausonia funziona come qualsiasi altro servizio bibliotecario di prestito presente in città, ovvero un massimo di tre libri per un mese con possibilità di rinnovo. Il prestito viene rilasciato da un operatore di “ticonzero”, e nel caso di assenza di operatori è possibile autoregistrarsi avendo cura di trascrivere quanto indicato nel quaderno a disposizione.

“Dopo le positive esperienze già avviate a Casa Serena e alla scuola Adobbati -ha detto l'assessore Paolo Tassinari- siamo felici della nuova opportunità offerta da Libronia, che favorisce ancora di più l'accesso ai libri e a questo interessantissimo mondo del sapere e conoscere”. “Questa nuova apertura -ha aggiunto la direttrice Bianca Cuderi- è un'ulteriore occasione di promozione sociale e culturale, un altro capitolo che si aggiunge al progetto “Biblioteche diffuse””.

“Libronia è la prima realizzazione di “ticonzero – ha spiegato il presidente Alessandro Di Grazia – e siamo molto contenti dell’impatto che questa iniziativa, resasi possibile grazie alla collaborazione di tante volontà, sta avendo presso il pubblico del bagno Ausonia. Già durante la fase di allestimento siamo stati avvicinati da diverse persone che chiedono informazioni, desiderano prestiti e chiedono di portare i loro libri. Tutto ciò ci sollecita a continuare su questa strada. Abbiamo diversi progetti da sviluppare e al momento il più innovativo riguarda la creazione di un servizio di raccolta e prestito di opere d’arte, un modo originale e nuovo per vivere il concetto di condivisione e partecipazione”. “Riciclo, riuso e partecipazione -ha concluso il presidente Di Grazia- sono le parole chiave di questo progetto a quasi costo zero, che vede anche le librerie realizzate con materiale riciclato, così come gli arazzi degli spazi lettura”. L'importanza di “ripartire dalla cultura per fare promozione sociale” è stata evidenziata anche da Mavis Toffoletto, che ha ricordato inoltre come la biblioteca Libronia sia “sostenuta da due borse di lavoro” e sopratutto dalla “volontà comune di lavorare assieme”.

Nel rispetto degli orientamenti dell’Associazione “ticonzero” (fondata nel febbraio di quest'anno), il punto lettura dell’Ausonia non si limiterà a un servizio di prestito dei libri, ma avrà le caratteristiche di un luogo di incontro e di dialogo dove gli operatori e i lettori potranno portare le loro competenze, conoscenze, desideri e passioni e metterle in gioco per costruire un ambiente sociale ricco di proposte e attività. Sono previsti infatti laboratori e attività di promozione alla lettura, letture ad alta voce, giochi, sensibilizzazione a problemi ambientali e un laboratorio di pratiche filosofiche a tema.

"Libronia" rimarrà aperta sino a fine settembre, per trasferirsi in uno spazio più consono durante l'inverno e ripartire poi per la nuova stagione estiva. Chi volesse contribuire al progetto “Biblioteche diffuse” e per ogni altra informazione può scrivere a ass.ticonzero@gmail.com.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>