Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 23 Luglio 2015

Bookmark and Share

“Luci e Suoni” torna al Castello di Miramare con un nuovo spettacolo in 3D

di Claudio Bisiani

Luci e suoni al Castello di Miramare

Trieste (TS) - “Luci e Suoni” ritorna dopo 16 anni a Miramare – in quello che dal 1959, anno del debutto a Trieste, era stato il suo solo e unico palcoscenico naturale – per rievocare la storia di Massimiliano d'Asburgo, a partire dalla costruzione del castello fino alla tragica morte dell'arciduca d'Austria a Santiago de Querétaro in Messico. Dal 1° al 31 agosto, per tutti i lunedì, i venerdì e i sabati del mese, al Castello di Miramare verrà ospitato “Massimiliano e Miramare: un magico sogno per un Asburgo”, spettacolo di “luci e suoni” promosso e curato da Serafino Marchiò Lunet presidente dell'Airsac Europa (Associazione italiana ricerca sviluppo aree culturali). L'evento è realizzato con il contributo e la collaborazione del Comune di Trieste, della Regione Friuli Venezia Giulia e del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

«Dopo tanti anni abbiamo finalmente coronato un sogno - ha commentato il sindaco di Trieste Roberto Cosolini - riportando questo spettacolo così amato dai triestini e dai turisti nel Parco di Miramare. Nella sua collocazione tradizionale, quella storica, ma anche quella decisamente più suggestiva».

«L'iniziativa - ha spiegato Debora Serracchiani, presidente della Regione FVG - conferma il successo di un lavoro di squadra fra istituzioni e associazioni per la valorizzazione di un luogo che è un patrimonio culturale e architettonico di Trieste e della regione, consapevolmente gestito e utilizzato. “Luci e Suoni” riconquista il suo spazio originale, diventando così uno straordinario attrattore di visitatori e turisti per il Castello di Miramare e per l'intera città».

«L'evento mette a frutto e rispetta pienamente i nuovi indirizzi del Ministero - ha aggiunto il Sovrintendente per i Beni storici, artistici ed etnoantropologici del Friuli Venezia Giulia Luca Caburlotto -, quelli cioè della valorizzazione ma anche della tutela di ambienti “preziosi e delicati” come il Parco di Miramare: un museo all'aperto, che deve essere difeso e rispettato come “luogo della cultura”».

L'allestimento dello spettacolo infatti, come ha rassicurato Serafino Marchiò Lunet, «non presenta elementi invasivi alla tipologia del luogo. I 200 posti a sedere saranno posizionati nel piazzale antistante il Castello prima dell'inizio e poi rimossi subito alla fine dello spettacolo».
Le rappresentazioni – della durata di un'ora ciascuna – saranno due a serata, alle 21 e alle 22.20, con una capienza complessiva di 400 posti a sedere. Per rendere possibile l'accesso anche alle persone disabili è stato predisposto uno spazio apposito che potrà ospitare 6 carrozzine con 10 posti a sedere riservati agli accompagnatori.
Gli spettacoli, della durata di 60 minuti, andranno in scena sabato 1° agosto (serata inaugurale) e quindi tutti i lunedì (3, 10, 17, 24, 31), i venerdì (7, 14, 21, 28) e i sabati (8, 15, 22, 29) dello stesso mese.

Per la realizzazione di “Massimiliano e Miramare: un magico sogno per un Asburgo” è stata impiegata la nuova tecnologia digitale “video mapping”, curata dalla Video New di Giovanni D'Alessio. Il “video mapping”, ha spiegato ancora Marchiò Lunet, «è una tecnica che permette di proiettare immagini sulle facciate degli edifici ottenendo un effetto tridimensionale (3D) e di movimento».
Il suono verrà diffuso in italiano tramite colonne sonore, mentre per la traduzione in tedesco e in inglese saranno fornite delle Cuffie HF ad ogni spettatore per permettere la fruizione dello spettacolo in tre lingue nella stessa serata.

Biglietti d'ingresso interi al costo di 10 euro, 7 euro per i ridotti (under 18 e over 65). Prenotazioni e acquisti presso il Ticket Point di Corso Italia 6 (tel. 040.3498276) fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Leggi le Ultime Notizie >>>