Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Teatro > 22 Luglio 2015

Rossetti 2015-2016: fra le 18 anteprime spiccano "Hamlet", "Billy Elliot" e Lindsay Kemp

di Claudio Bisiani

"Hamlet" al Gdansk Shakespeare Theatre - Poland, 20 Sept 2014 (photo: Bronwen Sharp)

Trieste (TS) - Prima della presentazione ufficiale del nuovo cartellone a settembre, i vertici del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia – il presidente Milos Budin, il direttore Franco Però e il direttore organizzativo Stefano Curti – hanno incontrato la stampa nel tradizionale appuntamento estivo dedicato al consuntivo della stagione appena conclusa e all'anticipazione di alcuni titoli di quella futura.
Dopo la recente attribuzione ministeriale di Tric (Teatro di rilevante interesse culturale), che si tradurrà in un incremento del 24% di finanziamenti pubblici, il Rossetti si attesta ad un lusinghiero settimo posto in ambito nazionale. «Un risultato - ha commentato soddisfatto Milos Budin - che ci incoraggia a proseguire il nostro lavoro con grande determinazione, aumentando in particolare le produzioni interne. Ed è proprio per questo obiettivo che è stata formata la nuova compagnia di attori dello Stabile, che ha già ottenuto un brillante successo al Festival di Asti con “Rosso Venerdì” di Roberto Cavosi, a Spoleto con la coproduzione di “Porcile” di Pier Paolo Pasolini per la regia di Valerio Binasco e che domenica 26 luglio debutterà a Mittelfest 2015 con “Scandalo” di Arthur Scnitzler».
Tracciando un rapido bilancio della stagione appena passata, il presidente del Teatro Stabile regionale ha messo in evidenza gli ottimi risultati ottenuti: 157 repliche al Politeama Rossetti, 137 alla Sala Bartoli con più di 150mila spettatori presenti e un incasso totale che supera i 3.200.000 euro. Lo spettacolo più visto in assoluto è stato il musical “Disney's Beauty and The Beast” con 12.966 presenze. Palma d'oro nel cartellone di prosa a “Magazzino 18” di Simone Cristicchi (5.905 spettatori), in quello di danza a “Les Ballets Trockadero de Monte Carlo” (2.023 spettatori), mentre per il musical il primo posto è andato a “Jesus Christ Superstar” con l'immenso Ted Neeley.

«Per la prossima stagione, che punterà in particolare sulla prosa contemporanea - ha spiegato invece Franco Però -, intendiamo dare più “equilibrio” nella distribuzione degli spettacoli, suddivisi tra Sala Assicurazioni Generali, Sala Bartoli, Miela e Teatro Sloveno con cui proseguiremo la proficua collaborazione anche il prossimo anno. Il numero dei titoli in cartellone, che comprenderà tre importanti e suggestive proposte in lingua originale (inglese, tedesco e sloveno), sarà praticamente uguale a quello dell'anno passato, ma con una più lunga permanenza in sala».
18 gli spettacoli annunciati in anteprima, a cominciare proprio da “Scandalo” di Schnitzler, per la regia dello stesso Però, con Stefania Rocca e Franco Castellano, al debutto domenica prossima al Teatro Ristori di Cividale del Friuli nell'ambito di Mittelfest. Nel cartellone di prosa 2015-2016 del Rossetti spiccano, come già sottolineato dal direttore del Rossetti, tre proposte in lingua originale (con sopratitoli in italiano): la presenza-evento del Globe Theatre di Londra con “Hamlet” di Shakespeare (in inglese), “Il mercante di Venezia” prodotto dal Drama di Lubiana (in sloveno) e “Autodiffamazione” di Peter Handke (in tedesco).

Fra gli altri titoli in scena, “Molière: la recita di Versailles” con Paolo Rossi e regia di Giampiero Solari, la commedia “Calendar Girl” con Angela Finocchiaro, Laura Curino e l'attesissima Ariella Reggio, “Rosso Venerdì” di Roberto Cavosi, “La cena” di Ferenc Molnar, “Porcile” di Pier Paolo Pasolini, “Una giovinezza enormemente giovane” con Roberto Herlitzka e il ritorno di “Magazzino 18” di Simone Cristicchi. E ancora il progetto “Trieste una città in guerra”, “Quai Ouest-Approdo di ponente” di Bernard Marie Koltes, “Tre alberghi” di John Robin Baitz e “Hanno tutti ragione” di Paolo Sorrentino con Iaia Forte.

Per la sezione “Musical & Eventi internazionali” è stato annunciato “Billy Elliot”, spettacolo fra i più amati nel panorama dei musical contemporanei con le musiche di Elton John e l'allestimento di Massimo Romeo Piparo, e il ritorno – dopo sei anni dall'esordio a Trieste – di “Mamma Mia” con i travolgenti successi degli Abba.

Ad aprire infine il cartellone di danza – che comprenderà 12 titoli e culminerRocca, Castellano e la Compagnia di "Scandalo" (foto: Bruni)à la prossima primavera nel festival TSDanza 0.2 – ci sarà un autentico mito della scena internazionale: Lindsay Kemp in “Kemp Dances”. La chiusura della prossima stagione tersicorea dello Stabile del Friuli Venezia Giulia sarà invece affidata al virtuosismo lirico-tecnologico di “Pixel” con la coinvolgente compagnia Käfig diretta dal coreografo Mourad Merzouki.

Leggi le Ultime Notizie >>>