Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 17 Luglio 2015

Arena Ariston: fine settimana all'insegna del grande cinema italiano d'autore

Scena dal film "Nessuno si salva da solo" di Sergio Castellitto

Trieste (TS) - Dopo la riapertura dell'Arena Ariston, la programmazione della storica sala d'essai di Viale Romolo Gessi n. 14 a Trieste prosegue nel corso dell'estate con un calendario di cinema all'aperto all'insegna delle migliori proposte di film d'autore, premi Oscar, grandi successi festivalieri, classici restaurati e titoli in lingua originale. La rassegna estiva è organizzata da La Cappella Underground, con la collaborazione di Bonawentura e dell'associazione Casa del Cinema di Trieste.

Nel fine settimana, in programma due grandi successi del cinema italiano di quest'anno: sabato 18 luglio alle ore 21.15 sarà proiettato “Nessuno si salva da solo” di Sergio Castellitto, tratto dall'omonimo bestseller di Margaret Mazzantini, con protagonisti Jasmine Trinca e Riccarco Scamarcio; nella serata di domenica 19 luglio alle ore 21.15 “Il nome del figlio” di Francesca Archibugi, con Alessandro Gassman, Micaela Ramazzotti, Valeria Golino, Luigi Lo Cascio, Rocco Papaleo nella riedizione dell'opera francese “Cena tra amici”.

Il cartellone prosegue il 20 luglio con un film di fantascienza inedito sul grande schermo, presentato sotto la sigla del “Trieste Science+Fiction Festival”: “The Signal”, opera seconda dell'americano Will Eubank che mescola suggestioni da Stanley Kubrick a David Lynch in un film dove tre studenti sono sulle tracce di un misterioso hacker.

Il 21 luglio è la volta di “Vergine giurata”, film d'esordio di Laura Bispuri, con protagonista Alba Rohrwacher nel ruolo di una giovane donna in fuga dalle montagne dell'Albania verso l'Italia.

Si continua il 22 luglio con “Still Alice” di Richard Glatzer e Wash Westmoreland, con Julianne Moore premiata con l'Oscar come miglior attrice per il suo ruolo di una professoressa di linguistica a cui viene diagnosticata una forma precoce di Alzheimer.

E il 23 luglio arriva sullo schermo dell'Arena Ariston il Leone d'Oro di Venezia, il film svedese “Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza” di Roy Andersson, caleidoscopico viaggio attraverso il destino umano in 39 sketch.

In caso di maltempo, le proiezioni si svolgeranno al chiuso, nella sottostante sala climatizzata del Cinema Ariston.
Programma dettagliato e aggiornato su www.aristoncinematrieste.it


INFO/FONTE:
La Cappella Underground
tel 040.3220551
info@lacappellaunderground.org
www.lacappellaunderground.org

Leggi le Ultime Notizie >>>