Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 28 Maggio 2015

Bookmark and Share

Infiorata di Opicina 2015: workshop sui muretti carsici con Vojko RaĹľem

Infiorata di Opicina

Trieste (TS) - I muretti in pietra a secco rappresentano una delle principali caratteristiche architettoniche del Carso, ma sono frutto di una tecnica secolare che ormai sta scomparendo. Per tenerla viva, l'Associazione per la difesa di Opicina - Zdruzenje za zascito Opcin, che ha aderito ed è trai fondatori del neocostituito Consorzio del Partenariato per la conservazione e la divulgazione dell’edilizia carsica in pietra a secco di Skocjan (SLO) (http://kraskagradnjanasuho.wix.com/suhozidnagradnja), nell'ambito dell'Infiorata di Opicina, ha organizzato per sabato 30 maggio un workshop che sarà condotto da uno dei massimi esperti in materia operanti sul Carso, Vojko RaĹľem.

Il seminario con attività pratica sui muretti carsici si svolgerà (tempo permettendo) presso il laghetto di Percedol-Percidol dalle ore 9.00 in collaborazione con l’Amministrazione separata degli Usi civici di Opicina. Sono invitati ad assistervi gli alunni delle locali scuole, italiane e slovene con i loro genitori per apprendere i fondamenti di questa antica metodica. L'incontro è gratuito, ma “a numero chiuso” e l'iscrizione può essere effettuata contattando il 3406816898 tutte le mattine, da lunedì a venerdì, oppure inviando un'e-mail all'indirizzo usiciviciopicina@tiscalinet.it.

"Lo faccio per hobby – anticipa RaĹľem -,ma ho già effettuato 32 ristrutturazioni di casette sul Carso: 25 solo a Basovizza e altre nei dintorni. Per fare questo lavoro ci vuole tanta passione: è un impegno fisico, a volte anche pesante. Nel corso dell'incontro, cercherò di dimostrare quale sia la tecnica di costruzione di questi muri e illustrare ai partecipanti come si realizzano e come si ristrutturano: per cominciare, bisogna avere delle buone e solide fondamenta. Se il muretto ha la pancia o presenta una gobba, è necessario abbatterlo e rifarlo completamente. Per prima cosa vanno tagliati gli arbusti, poi, una volta sistemata la base, si procede con il resto delle operazioni. Ogni tanto bisogna incrociare le pietre, specie se si lavora con muretti da 1 metro e mezzo, 1 metro e 60 cm. Il muro ideale dovrebbe avere mezzo metro di larghezza, in modo che si possano utilizzare pietre più lunghe e più grosse incrociate tra loro. Ma si possono costruire anche muretti di 1 metro e 80. Per un metro di muro, una persona con una certa esperienza impiega un' ora e mezza-due ore. Eseguiremo 30-40 metri di muro realizzato "a regola d'arte": l'obiettivo è che resista almeno per altri 50-60 anni".


Gli incontri di contorno dell'Infiorata proseguiranno venerdì 12 giugno alle ore 20.00 con il secondo e ultimo appuntamento ospitato dalla Banca di Credito Cooperativo del Carso.

“Gli incontri - ricorda la coordinatrice e delegata dell’Associazione presso il Consorzio, Monika Milič – sono resi possibili dal fatto che l'Associazione per la difesa di Opicina fa parte, quale membro fondatore, del Consorzio del Partenariato per la conservazione e la divulgazione dell’edilizia carsica in pietra a secco di Skocjan (SLO) costituitosi sulle premesse del progetto transfrontaliero “Living Landscape, Paesaggio vivo del Carso: un progetto di ricerca e informazione per riconoscere e valorizzare il patrimonio culturale e l'ambiente transfrontaliero”.
In programma sempre presso la sala convegni della Banca di Credito Cooperativo del Carso, tratterà il tema dei “Giardini del Carso” con un intervento a cura dell'Istituto per lo sviluppo sostenibile del Carso “Pepaskrasa” di Komen/Comen (Slovenia) (www.facebook.com/pages/Water-Station-Garden-at-Chelsea-Flower-Show-2015/704502882979527?fref=photo).

Giovedì 4 giugno alle ore 17.00 presso la chiesa di San Bartolomeo di Opicina si terra inoltre un workshop con i bambini che hanno ricevuto il Sacramento della prima comunione con don Franc Pohajac. I bambini, accompagnati dalla maestra Raja Peric che li ha seguiti per tutto l'anno e guidati dalla fiorista Vivjana Kljun (ADA fiori), prepareranno gli addobbi che andranno ad abbellire la vicina cappella di via di Prosecco in occasione della processione del Corpus Domini che si terrà domenica 7 giugno alle ore 9.00 e alla quale sono invitati tutti a partecipare. Al worskhop sono invitati anche i bambini della Parrocchia di S. Maria Assunta di Monrupino.


Sono ancora aperte le iscrizioni, gratuite, al concorso. Quattro le categorie previste:
1. Pubblici esercizi (negozi, bar, ristoranti, uffici, scuole, sedi di associazioni e circoli);
2. Balconi e facciate;
3. Giardini a vista;
4. Cancelli ed ingressi a case e condomini.

I moduli di iscrizione saranno a disposizione presso tutti i negozi di fiori e l’agraria di Opicina come pure al vivaio “Helianthus” vicino a Campo Sacro, attività presso le quali sarà possibile usufruire di particolari sconti. E' prevista l'assegnazione di un primo premio per ogni categoria e di uno speciale riconoscimento per chi avrà saputo cogliere al meglio il suggerimento della Commissione circa l'aspetto estetico. A ciascun concorrente verrà rilasciato inoltre un attestato di partecipazione.

La Commissione giudicatrice sarà composta da:

Vivijana Kljun, fiorista e valente compositrice artistica presso il negozio di fiori ”A.D.A.” a Opicina;

Fulvio Cazzador, noto pittore locale con atelier a Opicina;

Romana Kacic, architetto paesaggista con lo studio a Trieste e fondatrice di ABAKKUM-Istituto per il paesaggio, la cultura e l’arte di Pirano;

Monika Milic, architetto con studio a Opicina, membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione per la difesa di Opicina - Zdruzenje za Zascito Opcin, nonché ispettrice onoraria presso la Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici del Friuli Venezia Giulia;

Elena Dragan, laureata in architettura, giornalista ed esperta nella preparazione di composizioni floreali.

La premiazione avrà luogo domenica 28 giugno 2015, alle ore 18.00, nella sede sociale di via di Prosecco 12.

Ogni singola composizione verrà valutata dall'1 al 21 giugno 2015.

L'Infiorata di Opicina, promossa dall'“Associazione per la difesa di Opicina - Zdruzenje za zascito Opcin”, intende ricollegarsi con spirito nuovo agli usi e alle tradizioni locali: un intendimento che viene perseguito sia con un preciso richiamo nel regolamento del concorso, che invita i concorrenti a privilegiare l’uso di fiori ed essenze autoctone o l'impiego di metodi decorativi che richiamino il Carso, che attraverso un ricco programma di iniziative, rivolte soprattutto ai giovani.

La manifestazione gode del patrocinio del Comune di Trieste, del contributo della Banca di Credito Cooperativo del Carso-Zadruzna Kraska Banka e del sostegno della II Circoscrizione Altipiano Est, del Centro In via Insieme a Opicina-Skupaj na Opcinah e della rivendita sociale Nova S.r.l.

Per informazioni:
Segreteria: cell: 3293865441 –3395636698
e-mail: opicina.opcine@gmail.com
Sito web: www.opicina-opcine-ado-zzo.it


INFO/FONTE:
Ufficio stampa della IX Infiorata di Opicina

Leggi le Ultime Notizie >>>