Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 20 Maggio 2015

Bookmark and Share

Al Cinema Ariston si proietta il docu-film di Folco Quilici "Animali nella Grande Guerra"

Animali nella Grande Guerra

Trieste (TS) - Giovedì 21 maggio alle ore 17 e 19, al Cinema Ariston di Trieste, sarà proiettato "Animali nella Grande Guerra – Le incredibili storie di uomini e animali nella Prima Guerra Mondiale", docu-film di Folco Quilici che ricorda il sacrificio di milioni di animali arruolati negli eserciti nel corso del conflitto militare. Ospiti in sala, con presentazione al pubblico in programma tra le due proiezioni alle ore 18.15, lo sceneggiatore e aiuto regista Marino Maranzana e lo storico Lucio Fabi (le cui ricerche sono state alla base del film, con la pubblicazione del libro "Il bravo soldato mulo", Mursia, 2012). “Animali nella Grande Guerra” rientra nel Programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della Prima Guerra mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Struttura di Missione per gli anniversari di interesse nazionale, ed è stato realizzato con la collaborazione di Ministero della Difesa, Esercito Italiano, Trentino Film Commission e Friuli Venezia Giulia Film Commission, e con immagini di repertorio provenienti da Archivio Storico Istituto Luce, Cineteca del Friuli, British Pathé.

Nella Prima Guerra Mondiale, accanto agli uomini ha combattuto un esercito di animali. Muli, buoi, cani, cavalli, maiali, piccioni vennero utilizzati per lo spostamento di reparti e materiali, per le comunicazioni e per il sostentamento delle truppe. La forzata coabitazione con gli uomini avvicinò gli uni agli altri in un possibile destino di morte e sofferenza: ufficiali e militari di truppa avevano così la possibilità di dare e ricevere affetto, ma anche quella di occuparsi di esseri più deboli e del tutto dipendenti da loro. Nel corso della Grande Guerra gli animali non soltanto “combatterono” a stretto contatto con il soldato, ma contribuirono fattivamente all’alimentazione di svariate decine di milioni di militari.

E' il grande documentarista e giornalista italiano Folco Quilici, esperto in materia storica e sincero animalista, a introdurci nel mondo inesplorato degli animali al fronte. Il documentario si prefigge il compito di fornire un racconto anticonvenzionale del drammatico conflitto, attraverso lettere, diari e fotografie scattate dagli stessi combattenti, e raccolte nel libro che Lucio Fabi ha ricavato dalle sue ricerche, "Il bravo soldato mulo". Il soggetto è di Mario Rossini, anche produttore con la sua società Red Film. La sceneggiatura è stata affidata al triestino Marino Maranzana ("Storia d’Italia del XX secolo” e "Trieste sotto" per l’Istituto Luce, “L’uomo Europeo” per Rai1 tra i suoi lavori in ambito documentaristico). Un film che ricostruisce ricordi, storie, episodi di vita vissuta del rapporto, dentro e fuori la trincea, tra uomini e animali, tra incredibili momenti di assoluta serenità e tenerezza, alternati allo sfondo di in uno dei più tragici periodi della storia contemporanea.

Informazioni sul sito www.aristoncinematrieste.it e sulla pagina facebook cinema.ariston.trieste.


INFO/FONTE:
La Cappella Underground
tel 040 3220551
fax +39 040 9673002
info@lacappellaunderground.org
www.lacappellaunderground.org

Leggi le Ultime Notizie >>>