Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 14 Maggio 2015

Bookmark and Share

XVI Giornata nazionale contro l'ictus cerebrale: screening e controlli gratuiti in piazza Cavana

Foto Ufficio Stampa Comune di Trieste

Trieste (TS) - La prevenzione dell’ictus cerebrale è possibile. Essere informati, mantenere uno stile di vita sano che aiuti a prevenire la comparsa della patologia e saper riconoscere i campanelli d’allarme sono i consigli dell’Associazione A.L.I.Ce. FVG - Trieste Onlus che, sabato 16 maggio in Piazza Cavana, dalle 10.00 alle 17.00, incontrerà la cittadinanza triestina per distribuire materiale informativo e per effettuare controlli gratuiti della pressione arteriosa e del rischio cerebrovascolare. Medici e volontari saranno disponibili per effettuare al pubblico un test conoscitivo, anonimo e gratuito, in grado di stabilire il valore di rischio rispetto all’insorgere di un ictus. In casi selezionati, i neurologi volontari dell’associazione A.L.I.Ce. Trieste potranno eseguire, sempre gratuitamente, un’ecografia carotidea (eco-doppler).

Il programma dell'importante iniziativa, che rientra nell'ambito della XVI Giornata nazionale contro l'ictus cerebrale, è stato presentato oggi (giovedì 14 maggio) nel corso di una conferenza stampa, alla quale sono intervenuti l'assessore alle Politiche sociali Laura Famulari, i vertici di A.L.I.Ce. Con il presidente Dario Mosetti e il vice dott. Fabio Chiodo Grandi, il direttore della Clinica neurologica dell'Ospedale di Cattinara dott. Paolo Manganotti e la dott. Nadia Koscica, direttore “Stroke Unit”. “Qualcosa si può e si deve fare -ha detto evidenziando la validità del progetto l'assessore Laura Famulari- perché ci sono le strutture, le tecniche e la medicina ed è sempre più essenziale diffondere un'informazione preventiva”. Un grazie all'Amministrazione comunale è stato espresso dal presidente Mosetti, che ha ricordato tra l'altro l'impegno nella giornata dello scorso anno (oltre 150 schede conoscitive, una sessantina di eco-doppler e la capillare distribuzione di materiale informativo), mentre il vicepresidente Fabio Chiodo Grandi ha sottolineato gli importanti passi fatti che hanno visto “in 10 anni una lenta e progressiva diminuzione dell'incidenza dell'ictus”, con l'auspicio di proseguire sempre in questa direzione. “Le importanti novità sul trattamento in fase acuta” e “il grosso sforzo profuso per realizzare un percorso diagnostico rapido” sono stati evidenziati dal direttore Paolo Manganotti, mentre la dott. Nadia Koscica ha sottolineato l'importanza di “istruire i cittadini affinché riconoscano i segni dell'ictus”, dando anche alcuni recenti dati, con 53 allertamenti trombolisi nei primi 4 mesi del 2015, di cui 23 pazienti sottoposti a terapia. In generale -ha ricordato- “il 70% dei pazienti è rientra domicilio con un recupero quasi completo”.

L’ictus cerebrale, stroke in inglese, è un danno cerebrale improvviso, ischemico o emorragico, che si verifica quando il flusso sanguigno diretto al cervello si interrompe in parte o del tutto. Le cause sono riconducibili a fattori di rischio comuni, sui quali è possibile intervenire per prevenire l’insorgere della patologia: ipertensione, fibrillazione atriale (aritmia cardiaca spesso asintomatica) o altre cardiopatie, obesità, diabete, aumento del colesterolo, emicrania, fumo di sigaretta e ridotta attività fisica, ai quali si sommano fattori critici nuovi come l’abuso di alcool e droghe. Si tratta di un’emergenza medica, alla stregua dell’infarto cardiaco, che nel nostro Paese rappresenta la prima causa d’invalidità, anche grave, la seconda causa di demenza con perdita di autosufficienza e la terza causa di morte dopo le malattie cardiovascolari (10-12% di tutti i decessi per anno). In Italia si verificano circa 196.000 nuovi casi di ictus cerebrale e, sebbene l’incidenza aumenti con l’avanzare dell’età, circa 10.000 casi riguardano soggetti di età inferiore ai 54 anni.

A Trieste, come nel resto della Regione Friuli Venezia Giulia, si continua a registrare un trend in diminuzione, con dati significativi dal 2006 ad oggi. Nel 2013 i casi di ictus sono stati 443, contro i 550 del 2012, mentre in Regione i casi per anno si attestano attorno ai 2600. Questi numeri denotano i risultati di essenziali iniziative di prevenzione sulle quali, tuttavia, c’è ancora molto da investire.

A.L.I.Ce. FVG - Trieste Onlus opera per informare e sensibilizzare all’emergenza medica e sociale a partire dalle fasce d’età giovanili. Inoltre, la onlus è presente con attività di supporto ai pazienti colpiti dalla patologia, volte al recupero di funzioni compromesse e al graduale reinserimento nella società. L’ictus, infatti, merita ampia attenzione sia nella fase di prevenzione, sia nel trattamento della fase acuta di malattia, sia nella fase post-acuta ossia quando è indispensabile intervenire con riabilitazione e rieducazione neuro-psicologica e logopedica.

Per quanto riguarda la fase d’emergenza, a Trieste e in Regione il sistema sanitario ha una buona e tempestiva capacità di intervento grazie alla presenza di tre Stroke Unit (strutture di intervento specializzate) a Trieste, Udine e Pordenone. Ciò significa che in Regione il pronto soccorso riconosce il Codice Ictus e le preposte equipe specializzate sono in grado di somministrare i trattamenti necessari nella fase acuta come la trombolisi, possibile entro le prime 4 ore e mezza dall’inizio dei sintomi. In questo modo si riducono la mortalità e la disabilità.

La XVI Giornata Nazionale contro l’Ictus Cerebrale ha ottenuto i patrocini da Comune di Trieste, A.A.S. n.1 Triestina (Azienda per l’Assistenza Sanitaria), Azienda Ospedaliero- Universitaria Ospedali Riuniti Trieste, Centro Servizi Volontariato Regionale (CSV Friuli Venezia Giulia), Clinica Neurologica e Stroke Unit dell’Ospedale di Cattinara. Lo screening gratuito nel gazebo di A.L.I.Ce., sabato 16 maggio, dalle 10.00 alle 17.00, in piazza Cavana, godrà anche del supporto logistico dell’Associazione di Volontariato Insieme di Trieste e di altri volontari della rete associativa locale.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>