Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 07 Maggio 2015

Bookmark and Share

Presentata la prima edizione a Trieste del Festival nazionale “Fin da Piccoli”

Foto Ufficio Stampa Comune di Trieste

Trieste (TS) - E' stata presentata stamane in Municipio la prima edizione a Trieste del Festival nazionale “Fin da Piccoli” che avrà come tema centrale “Nutrire le menti: incontri e dialoghi sui primi tre anni di vita” e si terrà dal 4 al 6 settembre.

L'iniziativa - promossa dal Comune di Trieste, dal Centro per la Salute del Bambino Onlus (CSB) e dal Gruppo Nazionale Nidi Infanzia (GNNI), con la collaborazione dell'Università di Trieste e della Scuola Superiore di Sttudi Avanazati (SISSA) – si articolerà in diversi incontri con esperti, dialoghi tra protagonisti, laboratori, plenarie e momenti di spettacolo. Si rivolgerà agli operatori dei settori educativi, socio-sanitari e culturali, ai genitori e ai loro bambini.

L'evento, che vedrà Trieste 'capofila' di una manifestazione unica a livello nazionale, è stato illustrato dall'assessore all'Educazione, Scuola, Università e Ricerca, Antonella Grim con la Responsabile qualità, fomazione pedagogica e partecipazione dei Servizi educativi, Michela D'Andri, e dal prof. Giorgio Tamburlini, Responsabile scientifico del Centro per la Salute del Bambino.

“Il festival che si svolgerà per la prima volta a Trieste rappresenta un'opportunità in più per valorizzare il patrimonio educativo che ha sempre caratterizzato questa città – ha affermato l'assessore Antonella Grim - sia in passato, fin dal 1800, impegnando attività e risorse a favore dei bambini e dei ragazzi, e successivamente con i ricreatori e con gli asili-nido. Di recente, accanto alle numerose iniziative, anche con la realizzazione del Consiglio comunale per le ragazze e per i ragazzi. Questo Festival, in linea con l'attività di promozione in campo educativo e pedagogico, si propone di avere cadenza annuale e di lanciare un tema diverso per ogni edizione, sempre in riferimento all’infanzia e ai servizi dedicati. “Nutrire le menti: incontri e dialoghi sui primi tre anni di vita” è il tema scelto per questa prima edizione e vedrà come temi principali quelli dei servizi educativi, della genitorialità e delle buone pratiche - come lettura, musica, gioco - che possono, se attuate sin dai primi anni e con continuità, influenzare positivamente lo sviluppo dei bambini e la relazione genitoriale. I servizi educativi per la prima infanzia a Trieste ne sono una testimonianza, in termini di qualità pedagogica e di ricerca a sostegno della cultura per l'infanzia e a sostegno dei suoi diritti . Il titolo fa riferimento anche all’anno dell’EXPO, che ha come tema quello della 'nutrizione', per ricordare che anche le menti vanno nutrite. Nel complesso a Trieste i servizi all'infanzia funzionano, basti guardare i dati che, per quanto riguarda gli asili-nido riescono a soddisfare il 67% delle richieste con le graduatorie definitive, mentre le risposte per gli asili d'infanzia salgono al 92%, dimostrando che l'impegno educativo da parte dell'Amministrazione continua e cresce sempre di più in funzione alle esigenze delle famiglie”.

“Il Comune ha sostenuto con grande entusiasmo questa iniziativa – ha detto il prof. Giorgio Tamburlini – che quest'anno sarà dedicata ai primi tre anni di vita del bambino, un periodo su cui si sta accentrando l'attenzione internazionale perchè rappresenta una fase cruciale nello sviluppo che si può ripercuotere nelle età successive. In tutto questo, i Servizi educativi giocano un ruolo importante. Trieste è anche sede di importanti istituzioni schientifiche che studiano da tempo l'infanzia, tra cui la SISSA (che si occupa di sviluppo del linguaggio), il Burlo Garofolo (genetica pre-natale, sviluppo embrio-fetale ecc). La nostra Onlus – ha sottolineato Tamburlini – si concentra sul supporto alle buone pratiche genitoriali per seguire lo sviluppo del bambino. Di recente abbiamo inaugurato una serie di incontri proprio sul tema “attiva la mente”. Il Festival si incentrerà su varie tipologie di eventi: incontri per gli esperti, rapporti con il gioco, lettura, ruolo dei nidi d'infanzia, qualità del personale, rapporto tra personale, flessibilità e dialoghi con discussioni per genitori, le mamme-blog, le grandi istituzioni (Save the Children, Unicef, Garante per l'infanzia ecc). Poi ci saranno laboratori per l'infanzia in cui sia i genitori che i bambini effettueranno attività: letture, gioco, musica ecc”. Sono previsti incontri e laboratori anche sull’importanza sul ruolo dei social network e delle associazioni dei genitori, su innovazione nell’offerta dei servizi per l’infanzia, con partecipazione di ricercatori, esperti e associazioni.

Cornici di alcune attività laboratoriali saranno gli spazi delle strutture educative dei servizi alla prima infanzia comunali che apriranno le loro porte per raccontarsi nelle loro offerte educative e progettualità innovative.

Durante la manifestazione è previsto anche il “Mercato delle idee”, una sessione aperta dedicata a quanti - enti, organizzazioni, associazioni - vogliano condividere la propria esperienza.

Programma dettagliato su www.csbonlus.org e www.retecivica.trieste.it.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste



Leggi le Ultime Notizie >>>