Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 02 Maggio 2015

Bookmark and Share

Prorogata al 21 giugno la mostra “La Grande Trieste“ al Salone degli Incanti

La Grande Trieste 1891-1914. Ritratto di una città

Trieste (TS) - “La Grande Trieste“ resta in mostra fino a domenica 21 giugno, grazie alla proroga decisa dal Comune, promotore dell’esposizione organizzata con il sostegno della Fondazione CRTrieste e delle Assicurazioni Generali. Una decisione motivata anche dal notevole gradimento ottenuto dall'esposizione ospitata al Salone degli Incanti sulle Rive (l'ex Pescheria) che, dal giorno di apertura lo scorso 8 febbraio fino al 30 aprile, ha registrato quasi 18.000 visitatori totali, dei quali circa il 77% provenienti da Trieste, l’8,5% dall’Italia, l’8,0% dall’estero e il 6,5% dal resto del Friuli Venezia Giulia.

“Si tratta di un ottimo risultato in termini numerici anche rispetto a simili iniziative del passato – ha sottolineato l’Assessore comunale alla Cultura Paolo Tassinari, riferendosi alla mostra “Trieste Liberty” –, particolarmente soddisfacente per l’afflusso di visitatori provenienti da fuori regione e dall’estero che, a marzo e ad aprile, hanno segnato un buon aumento rispetto al mese iniziale di febbraio, anche grazie alla visibilità ottenuta da “La Grande Trieste” sui media (tradizionali, specializzati e online) il cui ritorno inizia ora a essere evidente”.

Un risultato conseguito anche per l’originalità e la ricchezza dei contenuti, provenienti in gran parte dai Musei civici (Musei di Storia e Arte, Museo Revoltella, Musei Scientifici) e dalle Biblioteche di Trieste e valorizzati dai responsabili scientifici Nicola Bressi, Bianca Cuderi, Maria Masau Dan e Claudia Morgan insieme ai tanti curatori delle dieci sezioni coordinate da Lorenzo Michelli, nonché per l’originalità del progetto di allestimento a cura di Dimitri Waltrisch, arricchito dal design grafico di Matteo Bartoli.

Anche la serie degli “Incontri su La Grande Trieste” ha coinvolto un pubblico numeroso e interessato ai tanti e particolari temi proposti nei quindici appuntamenti, organizzati dal Comune con la collaborazione dell'Archivio di Stato di Trieste, della Deputazione di Storia Patria per la Venezia Giulia, dell'IRSML - Istituto regionale per la storia del Movimento di Liberazione nel Friuli Venezia Giulia, della Narodna in študijska knjižnica / Biblioteca Nazionale Slovena, dell'Università degli Studi di Trieste, dell'Archivio Storico delle Assicurazioni Generali e de La Contrada – Teatro Stabile di Trieste.

Da segnalare infine che, grazie a una collaborazione con la “Bavisela”, tutti gli iscritti alla Green Europe Marathon & Half potranno visitare la mostra (fino alla nuova data di chiusura di domenica 21 giugno) beneficiando dell’ingresso "ridotto", previa presentazione alla biglietteria del Salone degli Incanti della cartolina – voucher consegnata nel pacco-gara della manifestazione sportiva.

INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>