Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 01 Aprile 2015

Oltre seimila presenze alla mostra "Frammenti di memorie" a Cividale. Visite fino al 6 aprile

Frammenti di memorie - locandina mostra

Cividale del Friuli (UD) - Resterà visitabile fino a lunedì 6 aprile, Lunedì dell’Angelo, la mostra multimediale “Frammenti di memorie. Cividale del Friuli e la Società Operaia durante la Prima Guerra Mondiale”, allestita a Cividale del Friuli, nella Chiesa di Santa Maria dei Battuti, su ideazione, progetto e realizzazione della Società Operaia di Mutuo Soccorso ed Istruzione di Cividale del Friuli. Oltre 6mila presenze hanno siglato fino ad oggi il successo della mostra, che si congeda con una importante novità: è disponibile direttamente in mostra, oppure su richiesta a SOMSI, il catalogo che racchiude il “racconto per immagini” allestito in questi mesi, con fotografie inedite da archivi pubblici e privati. In 64 pagine, su progetto grafico a cura di Renato Danelone, vengono così ripercorsi i contenuti e i temi portanti della mostra, che si proponeva di ricostruire, a cent’anni dall’entrata dell’Italia nella Grande Guerra, l’Annus Horribilis dell’occupazione austroungarica in Friuli e a Cividale – il 1917 - e le atmosfere legate al primo conflitto mondiale sul confine di nord-est. Attraverso il percorso espositivo sono stati messi a fuoco gli eventi cruciali che hanno preceduto e seguito la rotta di Caporetto a Cividale e in Friuli, e gli episodi notevoli di quel periodo: come i progetti di ferrovia Udine- Cividale- Caporetto e Cividale Canale, la visita del Kaiser Carlo I° a Cividale per l’inaugurazione del ricostruito Ponte del Diavolo, l’occupazione della città, il primo manifesto bilingue affisso a Cividale dagli occupanti austro-ungarici, la profuganza da Cividale e dal territorio verso Firenze, Roma e altre citta’ italiane. Aperta nella giornata di Pasqua e di lunedì di Pasquetta, la mostra osserva gli orari 10-13/ 14.30-18 con ingresso gratuito. Le visite storiche sono prenotabili all'indirizzo email: prenota.mostrasomsi@gmail.com oppure chiamando 349-5687788. Costo per adulti € 4; bambini sotto gli 8 anni gratis; bambini dagli 8 anni ai 12: € 3.

Ha curato il progetto della mostra un comitato tecnico scientifico composto dal presidente SOMSI Cividale Mauro Pascolini, da Renato Danelone direttore Centro Ricerca e Documentazione SOMSI, da Eva Monai e Giulia Sattolo del CdA SOMSI, con il docente Andrea Zannini dell’Università di Udine. Progetto e coordinamento dell’allestimento a cura di Eva Monai, progetto grafico di Renato Danelone, ideazione, progetto e realizzazioni multimediali a cura di Filippo Di Primio. Sono stati consultati l’Archivio di Stato di Udine, l’ Archivio Capitolare della Parrocchia di Cividale, l’Archivio del Comune di Cividale, la Biblioteca e il Museo Archeologico Nazionale di Cividale del Friuli, l’Archivio SOMSI Cividale. Hanno collaborato alla realizzazione della mostra i Comuni di Moimacco, Prepotto, San Pietro al Natisone e Torreano, l’Istituto Comprensivo di Cividale del Friuli, l’Associazione Musicale Sergio Gaggia, il Coro Alpino Monte Nero, l’Associazione Culturale Cividale Novecento.

INFO: www.somsicividale.it; www.cividalegradeguerra.it

Leggi le Ultime Notizie >>>