Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 11 Gennaio 2015

"Il cinema ritrovato": all'Ariston si proietta l'edizione restaurata di "Barry Lyndon" di Kubrick

"Barry Lyndon" di S. Kubrick

Trieste (TS) - Prosegue al cinema Ariston la rassegna di classici restaurati "Il cinema ritrovato", organizzata in esclusiva per Trieste da La Cappella Underground in collaborazione con La Cineteca di Bologna.

Lunedì 12 gennaio in calendario "BARRY LYNDON" (GB, 1975), capolavoro di Stanley Kubrick tratto dal romanzo picaresco di William M. Thackeray, presentato in Italia nel 40° anniversazio in edizione restaurata in digitale 2K. Il film è in programma alle ore 17.00 e 20.30 nella versione originale inglese sottotitolata in italiano; la proiezione sarà preceduta da una video-presentazione di Paolo Mereghetti.

Partendo dalle avventure di Raymond Barry (interpretato da Ryan O’Neal) e di Lady Lyndon (Marisa Berenson), il film ripercorre il Settecento come fosse un museo di cera (l’incarnato dei volti, il lume delle candele), come uno viaggio nella pittura dell’epoca: siamo in un salotto di Gainsborough, in un giardino di Watteau, seduti a una tavola di Hogarth. Vivono, questi tableaux, vivono ansiosamente di ambizioni fallaci, rovine annunciate, sentimenti corrotti, disillusioni, soprusi, umiliazioni: e l’impossibile ascesa dell’avventuriero Redmond Barry, che sposa l’aristocratica Lady
Lyndon, “traccia una parabola che conduce al nulla” (Michel Ciment).
Un film che ancora una volta ha fatto parlare della leggendaria
maniacalità di Kubrick, della sua cura per il dettaglio, a cui ha dato un contributo fondamentale l’italiana Milena Canonero, vincitrice
(assieme a Ulla-Britt Soderlund) proprio per i costumi di “Barry
Lyndon” del suo primo Premio Oscar; e altri tre Oscar furono assegnati al film per la Migliore fotografia a John Alcott; Migliore scenografia a Ken Adam, Roy Walker e Vernon Dixon; Miglior colonna sonora a Leonard Rosenman.

“Mi ha sempre attirato – queste le parole di Stanley Kubrick – un film in cui il destino del protagonista è già inciso sul primo fotogramma”: un duello alla pistola che sembra già tramandare di padre in figlio una vita di vicissitudini rocambolesche. E dalla vicenda di Barry Lyndon Kubrick è stato attirato al punto da scriverne egli stesso la sceneggiatura, avvicinandosi a Thackeray, grande scrittore inglese poco ricordato e poco tradotto, con semplicità e trasparenza: “Amavo la vicenda e i personaggi di Barry Lyndon, e mi parve possibile farne una trasposizione senza distruggerlo”.

Il Cinema Ritrovato. Al cinema: classici del cinema che ritrovano il
grande schermo, l’incontro vivo con il pubblico di una sala cinematografica. Capolavori di ogni tempo (e senza tempo) che tornano a essere prime visioni, anche per le generazioni di oggi: perché è solo la visione collettiva davanti a un grande schermo che può recuperare, di questi film, l’autentica bellezza visiva, l’emozione dirompente e tutto il divertimento, il piacere, il brivido.

Informazioni sul sito www.aristoncinematrieste.it e sulla pagina
facebook cinema.ariston.trieste.

Info:
La Cappella Underground
Piazza Duca degli Abruzzi n.3 - 34132 Trieste
tel 040 3220551 - fax +39 040 9673002
info@lacappellaunderground.org - www.lacappellaunderground.org


INFO/FONTE: La Cappella Underground

Leggi le Ultime Notizie >>>