Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 30 Settembre 2014

Bookmark and Share

Le innovazioni della rinnovata offerta didattica della Mediateca di Cinemazero

Foto di Elena Tubaro

Pordenone (PN) - Nella nuova sede della Mediateca di Cinemazero, realtà nel cui ambito le attività didattiche si svolgono e che costituisce essa stessa, col suo archivio straordinario di DVD, libri e riviste, una fonte inesauribile di materiali di studio, analisi e ricerca che stanno alla base della didattica, si è svolta ieri, lunedì 29 settembre, la presentazione della rinnovata offerta didattica audiovisivi e Nuovi Media per l'anno scolastico 2014-2015, sostenuta da FriulAdria - Crédit Agricole e di Regione FVG.

Presente in sala un centinaio di insegnanti di istituti scolastici di Pordenone e provincia, e ricchissimo il programma di laboratori e attività illustrato da Silvia Moras, che ha sottolineato come il nuovo catalogo di laboratori si presenti per l'anno appena cominciato “rivisto e aggiornato nel numero di laboratori e ricalibrato nel tariffario, per far fronte alla crisi che colpisce anche gli istituti scolastici". Da ciò ne deriva un annullamento delle spese di segreteria e una importante riduzione del costo di ogni singola ora di laboratorio somministrata.

Grande attenzione e curiosità ha suscitato la proposta didattica illustrata da Manlio Piva (ricercatore del dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia applicata dell’Università di Padova) che propone un progetto didattico in sinergia tra Cinemazero e la Mediateca Mario Quargnolo di Udine: “Geolocalizziamo la Grande Guerra”. Rivolto in prima battuta alle scuole superiori di secondo grado nato in seno all'ateneo patavino e pronto per essere esportate in terra friulana, con l’obiettivo di trasmettere la storia della prima Guerra Mondiale attraverso l'integrazione di conoscenze storiche con metodologie innovative e nuove tecnologie, in particolare quelle della cosiddetta geolocalizzazione, per arricchire e valorizzare le conoscenze della geografia fisica, umana e culturale della Grande Guerra.

La chiusura in bellezza è toccata a Paolo Fedrigo di Arpa LaREA FVG che ha illustrato potenzialità e successi di Mediateca Ambiente, www.mediatecambiente.it, lo spazio online dove sono raccolti progetti, sperimentazioni e novità che riguardano l’educazione ambientale attraverso l’audiovisivo, e che in occasione della prossima Settimana UNESCO per l’educazione alla sostenibilità (24 – 30 novembre 2014) verrà presentata a studenti, insegnanti e pubblico nella sua nuova versione.

Grazie alla collaborazione tra il Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale (LaREA) dell’ARPA FVG, Sistema Regionale delle Mediateche del Friuli Venezia Giulia, “prosegue nel territorio il lavoro di sensibilizzazione ed educazione ai temi ambientali” commenta Fedrigo “costantemente aggiornato grazie agli stimoli nati in classe, con studenti e insegnanti". Con Cinemazero, ha rimarcato Fedrigo, Arpa LaREA FVG co-progetta percorsi di educazione ambientale attraverso l’audiovisivo, realizzando spot, documentari, reportage la cui qualità di concept e forma li rende appetibili per festival e rassegne dedicate al tema, come è stato con “Un Paese di Primule e Caserme”, nato grazie alla collaborazione tra Cinemazero e il LaREA e le case di produzione Dmovie e Tucker.


INFO/FONTE: Cinemazero Ufficio Stampa

Leggi le Ultime Notizie >>>