Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Il Rinascimento di Pordenone Con Giorgione, Tiziano, Lotto, Jacopo Bassano e Tintoretto
Pordenone
Dal 25/10/19
al 02/02/20
Mostra Pordenone
PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE E UTE DI SACILE E ALTOLIVENZA INSIEME PER L’EVENTO “LEONARDO&FRIENDS"
Palazzo Ragazzoni - Villa Frova
Sacile - Caneva
Dal 17/11/19
al 30/11/19
Leonardo
Concerti Aperitivo: 17 novembre 2019, Gorizia, Trio flauto, viola e violoncello
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 17/12/19
Tommaso Bisiak

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

Notizie > Attualità > 21 Agosto 2014

Bookmark and Share

Gruppo di "Camminatori della Pace" ricevuto in Municipio dal sindaco Cosolini

Foto Ufficio Stampa Comune di Trieste

Trieste (TS) - Un gruppo di una ventina di "Camminatori della Pace", partecipanti al “1° European Peace Walk”, è stato ricevuto oggi in Municipio dal Sindaco Roberto Cosolini. I graditi ospiti, che erano accompagnati dalle loro “guide” triestine, l’architetto Luciano Lazzari (già presidente dell’Ordine degli Architetti di Trieste e attualmente del Consiglio degli Architetti d’Europa, n.d.r.) e la consorte Alicia, sono stati accolti nel tradizionale Salotto Azzurro con un caldo benvenuto a Trieste formulato dal “primo cittadino”.

I camminatori, provenienti da molti Paesi di tutto il mondo (Belgio, Olanda, Inghilterra, Irlanda, Giappone, Australia, Nuova Zelanda, Canada, USA, Israele, Honduras, Spagna, Austria, Slovenia, Italia) ma tutti ugualmente appassionati di questa pratica e diversi già piuttosto sperimentati (alcuni hanno già effettuato, ad esempio, il Cammino di Compostella), hanno illustrato al Sindaco il significato di questa nuova iniziativa, ideata – hanno spiegato – da Grattan Lynch, un cittadino irlandese operante per le Nazioni Unite, nell’intento di comunicare a tutti un messaggio di pace e di unione tra i popoli.

Non a caso è stato scelto a tale scopo, per il “lancio” di questa prima edizione – alla quale organizzatori e partecipanti hanno auspicato, con convinzione ed entusiasmo, che ne seguano delle altre – il Centenario della Prima guerra mondiale e anche il percorso stabilito, partendo da Vienna e terminando a Trieste, passando per Austria, Slovacchia, Ungheria, Croazia e Slovenia, ovvero attraversando, per circa 550 chilometri, buona parte dell’antica Mitteleuropa e quasi tutte le nazioni dell’ex Impero asburgico, è altamente simbolico del desiderio di una nuova pace per l’Europa e per il mondo che i “Camminatori” vogliono rappresentare.

Il Sindaco Cosolini, nel riceverli in quella che – ha ricordato – “è la casa dei cittadini ma anche il ‘luogo dell’accoglienza’ per tutti gli ‘ospiti speciali’ della Città”, ha manifestato il vivo apprezzamento per “un’iniziativa così fortemente significativa per noi tutti, in questo particolare storico Centenario, ma che diventa ancor più importante – ha sottolineato – in un momento come l’attuale dove gravi episodi di guerra e di cieca violenza paiono riproporsi in più punti del globo” (appariva evidente il riferimento alle drammatiche vicende di questi giorni, in particolare nell’area del Medio Oriente, n.d.r.).
“Non vi è poi luogo più adatto di Trieste – ha aggiunto il Sindaco – per ben comprendere e apprezzare la vostra “Camminata per la Pace”. Proprio qui e in queste terre, infatti, lo scoppio della Grande Guerra, che vide Trieste coinvolta fin dall’inizio, svelò, subito dopo e al massimo livello, tutti i suoi successivi e ancor più gravi frutti: dal peso dei diversi totalitarismi, ai nazionalismi esasperati, ai razzismi e “leggi razziali” correlate, a Trieste nulla fu risparmiato, tutti gli orrori furono qui ‘rappresentati’ al più alto grado e persecuzioni etniche, deportazioni, Risiera e Foibe ne furono gli esiti tremendi. Per questo a Trieste – ha concluso – ogni iniziativa di pace assume un significato ancor più forte e sentito”.

Non sono mancati tuttavia, da parte di tutti, i motivi di speranza, assieme alla gioia per la non facile impresa compiuta. Così la visita si è conclusa con l’auspicio del Sindaco di un felice soggiorno nella nostra città – dove gli ospiti si tratterranno per alcuni giorni – e con una festosa “rituale” foto di gruppo in piazza dell’Unità.

Va rilevato che l’intera iniziativa coinvolge nel complesso circa 150 camminatori, tutti sul medesimo percorso Vienna-Trieste, ma suddivisi in piccoli gruppi di 20-30 persone che si susseguiranno, a distanza di 24 ore l'uno dall'altro, fino a martedì 2 settembre.

E ancora va ricordato che ogni sera – fino appunto al 2 settembre, con gli ultimi arrivi – i “Camminatori” si ritroveranno, verso le ore 19, al bar-buffet “Alla Motonave” di via Torino, presso piazza Venezia, dove – hanno tenuto a precisare - incontreranno volentieri i triestini e tutti coloro che desidereranno conoscerli e discutere con loro della loro esperienza speciale.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>