Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 16 Agosto 2014

Bookmark and Share

"AdEst, il dono della Storia": 18 giovani "in carovana" nei Balcani per la pace e i diritti umani

Associazione RIME

Trieste (TS) - Una carovana di 18 giovani partirà domani da Trieste e viaggerà per una settimana (fino a lunedì 25) attraverso Bosnia Erzegovina, Serbia e Croazia per conoscere e incontrare associazioni e ONG che si occupano di diritti umani, gestione pacifica dei conflitti, promozione di diritti civili e democrazia.

Si tratta di “AdEst: il dono della Storia”, progetto del Comune di Trieste e dell’Associazione RIME, patrocinato dalla Provincia e con la collaborazione di Sabina Nuhefendic.

L'idea – spiegano gli organizzatori - nasce dal desiderio di conoscere la Storia e il presente di alcuni Paesi appartenenti ai territori dell’ex-Jugoslavia, con la volontà di costruire un futuro che ci veda vicini nella lotta per i diritti civili e per la pace. Cent'anni fa, allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, Trieste e gran parte dei Balcani si trovavano uniti sotto la stessa bandiera. Oggi, un futuro che veda nuovamente i nostri territori riconoscersi in un “noi” europeo non sembra più così lontano. Riteniamo quindi importante segnare questa ricorrenza dimostrando la volontà di plasmare un avvenire comune nel nome del dialogo e della collaborazione, invece che della violenza e dell’ingiustizia.

Le tappe attraverso le quali si dispiegherà il viaggio dei ragazzi includono Bihac, Banja Luka, Jablanica, Mostar, Sarajevo, Srebrenica e Tuzla in Bosnia Erzegovina, Belgrado e Novi Sad in Serbia, Osijek in Croazia.
L’esperienza intende anche promuovere un modo sostenibile e responsabile di viaggiare, un'occasione di conoscenza, e la possibilità di costruire una rete internazionale tra realtà giovanili impegnate nel sociale.

In merito all’iniziativa - co-promossa, come detto, dal Comune di Trieste - il Vicesindaco con delega alla Pace e ai Diritti umani Fabiana Martini ha sottolineato come "l’Amministrazione comunale la valuti significativamente lodevole e importante, ritenendo quindi di sostenerla, in quanto perfettamente in linea con l'obiettivo di favorire la maturazione di iniziative di dialogo inter-etnico e interculturale, di elaborazione della memoria, di gestione nonviolenta dei conflitti, rivolte in particolare alle nuove generazioni e già portate avanti da anni attraverso diverse esperienze quali ad esempio il ‘Treno della Memoria’“.

Da rilevare che sarà possibile seguire i movimenti quotidiani della “carovana” attraverso i canali media di Rime (http://rime.we-care.me/, facebook: RIME, twitter: assoRIME) e del Comune di Trieste (facebook: comuneditrieste, twitter: twitrieste).


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>