Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 10 Dicembre 2007

Bookmark and Share

“Teatriningioco” del Cta di Gorizia in mostra a Roma da mercoledì 12 dicembre

Cta Gorizia (uno spettacolo)

Roma (--) - Vetrina nazionale per il Cta (Centro Teatro Animazione e Figure) di Gorizia, che sta organizzando, a Roma, presso il Teatro Biblioteca del Quarticciolo la mostra spettacolo “Teatriningioco – piccole storie da leggere, da vedere e da giocare”, curata da Roberto Piaggio su elaborazione dei testi che il regista ha realizzato insieme ad Antonella Caruzzi. La mostra, visitabile da mercoledì 12 dicembre, ruota intorno ad una esposizione, ad un ciclo di letture e ad un percorso di laboratori per scoprire alcuni modi semplici e curiosi di giocare con i teatro fra storie e personaggi fantastici della letteratura per l’infanzia: teatro di burattini, teatro fatto di carta, teatro di marionette, teatro inventato lì per lì con un telo da bucato e quattro parole… L’idea alla base di “Teatriingioco” è quella di stimolare la curiosità e la voglia di scoprire negli scaffali che odorano di nuovo e di pulito della Biblioteca del Quarticciolo, da dove escono e dove vanno a finire le piccole storie presentate. Accompagneranno il pubblico i personaggi che tutti i bambini conoscono: il piccolo Pippo pettirosso di Altan che impara a fischiare, il cappellaio matto e la sua strampalata merenda in “Alice nel paese delle meraviglie”. E poi gli animali delle favole di Esopo; Cosimo, il barone rampante di Calvino, Capitan Nemo di Giulio Verne alla scoperta degli abissi marini, e tanti altri …. I teatrini utilizzati fanno parte della mostra “Teatri in gioco” promossa dall’Ente Regionale Teatrale del FVG e dalla fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine. Il percorso è condotto dai volontari civili del progetto “ascolta c’è un libro per te” delle Biblioteche di Roma, formati e affiancati dagli animatori-tutor Marta Cuscunà e Michele Polo. Nello stesso teatro del Quarticciolo, il 28, 29 e 30 dicembre sarà presentata la produzione del CTA Gorizia tratta dal famoso testo di Amos Oz, “D’un tratto nel folto del bosco”, uno spettacolo messo in scena in coproduzione con Controluce Teatro d’Ombre (Torino) e con l’Associazione Thesis /Dedicafestival (Pordenone), nella rielaborazione teatrale di Antonella Caruzzi, per la regia di Roberto Piaggio. Una favola rivolta ai bambini e agli adulti: la descrizione di una realtà triste sulla quale si proietta l’utopia di un mondo privo di aggressività e di violenza. Due spazi della mente e del cuore, che lo spettacolo cerca di riproporre come mondi separati e distanti che prendono vita, attraverso la voce del narratore, dalla forza evocatrice delle parole di Amos Oz.

Leggi le Ultime Notizie >>>