Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 29 Giugno 2014

Bookmark and Share

"Discover Trieste": si iniziano i lavori per la piattaforma turistica digitale integrata della città

Foto Ufficio Stampa Comune di Trieste

Trieste (TS) - “Punto nave” ieri mattina nell’affollata Sala conferenze del bel Museo Civico d'Arte Orientale, in Palazzetto Leo, per comunicare lo “stato d’avanzamento” del Progetto “Discover Trieste” e contestualmente invitare tutti i cittadini (anche e soprattutto i più giovani) e i diversi soggetti ”tecnici” dell’economia e del turismo a farsi avanti e a direttamente collaborare per apportare i propri contenuti alla costruenda nuova “piattaforma turistica digitale integrata della città”.

Presenti il Vicesindaco e assessore alla Comunicazione Fabiana Martini, l'Assessore comunale allo Sviluppo e Attività Economiche Edi Kraus, il Vicepresidente della Provincia Igor Dolenc e Enrico Marchetto presidente di TCD-Trieste Città Digitale (la società “in house” del Comune di Trieste cui sono affidate diverse attività di natura telematica e tra queste anche la realizzazione di questa nuova “piattaforma”), è stato proprio il Vicesindaco Martini ad aprire gli interventi sottolineando come fin dal suo primo avvio l’Amministrazione Cosolini abbia scelto di puntare molto sul contatto diretto e sulla partecipazione alle scelte da parte dei cittadini e dei diversi soggetti della società locale. “Ed è quindi in tal senso che il progressivo, crescente utilizzo del “social media” da parte del Comune si è configurato come uno sviluppo naturale e indispensabile per conseguire l’obiettivo della maggior partecipazione. E ciò è vero sia che ci si rivolga all’”interno” della comunità cittadina, sia – come in questo caso – ove si voglia più incisivamente promuovere all’”esterno” la nostra città, presentandone e valorizzandone le bellezze e le particolarità presso il sempre più ampio e numeroso mondo di utenti del web, in ogni parte del mondo. E in quest’ottica – ha concluso la Martini – ecco che una presenza sulla Rete e sui “social media” sempre più qualificata e robusta (ma anche coordinata e integrata per non disperdere improduttivamente l’immagine e le energie) diventa un vero e proprio investimento e un propulsore per l’intera economia cittadina”.

E a proposito appunto di economia non poteva mancare un’assoluta condivisione dal parte del “competente Assessore” Edi Kraus che, ricordando come anche le più grandi recenti manifestazioni musicali, sportive e culturali abbiano costituito altrettanti importanti “momenti” positivi per rimpinguare le “casse” dei diversi comparti cittadini, portando un po’ di sollievo in una fase certamente non facile, e sottolineando nel contempo come proprio il crescente ruolo della Rete abbia contribuito molto a questi risultati (supportando le prenotazioni ma anche presentando un volto positivo e attraente della città), e rimarcando ancora una volta l’importanza strategica di migliorare anche i collegamenti “fisici” con il resto del mondo (dai “consueti” temi ferroviari fino ad alcune positive novità in campo marittimo, ad esempio con l’appena ripreso servizio di aliscafi Trieste-Pola), ha quindi brevemente illustrato l’appena approvata Delibera Giuntale per l’avanzamento” del Progetto “Discover Trieste” di cui è stato relatore nei giorni scorsi.

“Una delibera – ha detto Kraus – i cui contenuti prenderanno corpo a breve ma i cui effetti sono destinati a crescere e a lasciare traccia nel tempo”. In sintesi, il provvedimento - che recepisce le linee del Progetto “per una nuova piattaforma turistica digitale integrata della città” proposto da TCD-Trieste Città Digitale (il quale parte a sua volta dall’assunto di base che “Trieste ora più che mai ha la necessità di affermare la sua vocazione di città d'arte, di cultura e di turismo e nessun Ente più del Comune può ritenersi capofila nell'attuazione di politiche che portino alla realizzazione di questo obiettivo”, guidando di fatto la politica turistica e commerciale della città e gestendone praticamente la gran parte dell’offerta culturale) - parte dalla premessa che “il turismo è uno degli ambiti strategici per lo sviluppo economico della città” ed è perciò necessario potenziare al massimo la visibilità del territorio e la sua attrattività complessiva. E considerando come “il web ha conquistato uno spazio sempre più importante anche quale canale di sviluppo turistico, consolidando nuove forme di comunicazione e di scambio economico tra gli operatori del settore e i clienti”, la delibera municipale rileva la necessità che il territorio disponga di strumenti integrati e coordinati per realizzare un'efficace azione di sviluppo turistico, garantendo anche sul web “una presenza continuata, sistematica e aggiornata di informazioni sulle iniziative che possono assumere una particolare valenza attrattiva in chiave turistica”.
In tale direzione viene stabilito di procedere, in sintonia con tutti i soggetti istituzionali locali, alla realizzazione di una “piattaforma” che possa rappresentare in primo luogo un mezzo informativo e quindi di sviluppo turistico ad ampio raggio, ma anche, in prospettiva, un preciso punto di riferimento per tutti gli operatori economici del settore.

"DiscoverTrieste" – ha precisato Kraus – si occuperà quindi di turismo in maniera integrata dando risalto all'offerta culturale della città e a quella complessiva del territorio (con approfondimenti quindi su Carso, sentieri, percorsi diversi, piste ciclabili, mare e marine ecc.), all'ospitalità, alle offerte del commercio e alle peculiarità della ristorazione, con un progressivo collegamento con i servizi di booking alberghiero in sintonia d'intenti con il consorzio Promotrieste. La spesa, per l’impianto, lo sviluppo e la gestione per il primo anno del nuovo strumento sarà di 80 mila Euro (Iva inclusa).

In conclusione, il presidente di TCD Marchetto ha spiegato che "DiscoverTrieste" sarà una piattaforma plurilingue, operante inizialmente in tre lingue, italiano, inglese e tedesco, con l’ambizione di presentare – come detto – “in maniera completa ed esaustiva tutta l'offerta turistica della città, ovvero il turismo a 360 gradi, in tutti i suoi settori e campi di interesse. In modo che con un solo “click” il turista possa avere tutte le informazioni a portata di mano - alberghi B&B, mostre, percorsi, trekking, dove e cosa mangiare e comprare. Una sorta di TimeOUT di Trieste online. Il nuovo portale dovrà rispondere a requisiti di navigabilità e fruibilità su dispositivi diversi dal pc, quali smartphone e tablet, per la massima integrazione con i “social network” più diffusi.”.

La previsione per l’attivazione e la definitiva messa in opera è per il mese di ottobre, in occasione della Barcolana. “Ma intanto, già da adesso – ha concluso Marchetto – rivolgiamo un caldo invito a tutti, adulti e no, singoli, associazioni e soggetti organizzati, di una città che ha un ‘talento’ culturale e di conoscenze enorme, a contribuire con idee e proposte di ogni tipo alla costruzione collettiva di questa nostra piattaforma, che dovrà essere la piattaforma di tutta la città, in uno spirito di grande partecipazione e condivisione di sforzi e di progetti”. E per farlo – ha specificato – basterà scrivere all’indirizzo di posta discovertrieste@tcd.it.

All’insegna della massima condivisione anche l’intervento finale del Vicepresidente della Provincia Igor Dolenc che ha anche sottolineato, sulla base della sua personale esperienza, come sia utile e opportuno rivolgersi a tanti “turismi specifici” e apparentemente di nicchia, e invece “da non trascurare assolutamente ove si pensi – ha detto – che spesso tra gli aspetti più richiesti e “gettonati” da chi ci osserva “da fuori” vi sono ‘temi’, quali ad esempio la costa, i luoghi della balneazione, punti particolari del Carso o della città, che vengono visti come magici e capaci di grande attrazione, laddove noi magari li snobbiamo per esservi troppo (e troppo bene) abituati a frequentarli e a goderne la per noi ‘normale’ bellezza. Essere capaci anche di svolgere questa ‘interpretazione’ può essere un’opportunità per cogliere tanti ulteriori successi”.

INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>