Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 22 Maggio 2014

Bookmark and Share

Caccia al tesoro nella "foresta urbana" domani al Giardino Pubblico di via Giulia

Giardino Pubblico di via Giulia

Trieste (TS) - Un’inedita e originale caccia al tesoro nella ‘foresta urbana’ animerà domani, venerdì 23 maggio, alle 10.00, il Giardino Pubblico di via Giulia, dove diverse squadre di ragazzi della Scuola Media ‘Divisione Julia’, armati di palmari e telefonini, si sfideranno scoprendo alla fine che il vero tesoro è la foresta stessa. E grazie alla creazione di una guida completa a più di 100 specie di piante legnose del Giardino da parte del Progetto Interreg SiiT (Italia-Slovenia), coordinato dal Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste.

Un progetto nato dall'idea che uno dei primi passi per scoprire e comprendere la biodiversità è quello di riconoscere gli organismi che ci circondano, quello di dare loro un Nome. Oggi l'informatica ci permette di scoprire il nome di una pianta o di un animale in modo molto più facile e intuitivo che in passato. Il Progetto SiiT mette a disposizione di scuole, appassionati e cittadini delle guide interattive personalizzate alle proprie esigenze (ad es. le alghe di Barcola, o gli alberi di un giardino pubblico), utilizzabili in un vasto spettro di esperienze didattiche. Al termine della caccia al tesoro, sarà rilasciato un attestato speciale ai partecipanti.

In collaborazione con il Comune di Trieste, SiiT ha già predisposto diverse guide a piante, muschi, licheni e farfalle del Sentiero Naturalistico di Monte Valerio presso il campus universitario. La creazione di una guida alle piante coltivate nel principale giardino pubblico cittadino vuole essere un primo passo per valorizzare le aree verdi comunali, creando strumenti di facile consultazione per avvicinare i cittadini alla conoscenza della ‘foresta urbana’ e soprattutto per fornire alle scuole della città uno strumento per utilizzare le aree verdi comunali come veri e propri ‘laboratori all’aperto’, in cui svolgere attività didattiche centrate sull’identificazione delle piante.

La ‘caccia al tesoro’, sarà preceduta da brevi interventi, che si terranno presso il bar del Giardino Pubblico, dell’Assessore comunale ai Lavori Pubblici e del prof. Pier Luigi Nimis dell’Ateneo di Trieste, che illustreranno le iniziative per rendere sempre più fruibili le aree verdi della città tramite le nuove tecnologie digitali.

Il prossimo appuntamento sarà in settembre, per la presentazione di un portale dedicato a più di 1000 specie spontanee che formano la flora urbana di Trieste.

Il progetto SiiT è finanziato nell’ambito del Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dai fondi nazionali.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>