Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Il Rinascimento di Pordenone Con Giorgione, Tiziano, Lotto, Jacopo Bassano e Tintoretto
Pordenone
Dal 25/10/19
al 02/02/20
Mostra Pordenone
PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE E UTE DI SACILE E ALTOLIVENZA INSIEME PER L’EVENTO “LEONARDO&FRIENDS"
Palazzo Ragazzoni - Villa Frova
Sacile - Caneva
Dal 17/11/19
al 30/11/19
Leonardo
Concerti Aperitivo: 17 novembre 2019, Gorizia, Trio flauto, viola e violoncello
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 17/12/19
Tommaso Bisiak

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

 

Notizie > Attualità > 02 Aprile 2014

Bookmark and Share

Si è spento l'industriale friulano Fermo Arduino Strizzolo

Fermo Arduino Strizzolo (foto: PhotoLife Udine)

Udine (UD) - Il 2 aprile ha lasciato questo mondo Fermo Arduino Strizzolo, dal 1959 al 1977 industriale titolare della fabbrica di acque gassate che portava il suo nome e il logo del Castello di Udine.
Nato nel 1927 a Santa Maria la Longa e vissuto anche a Gris di Bicinicco, dove il padre Primo aveva lasciato quattro aziende agricole, dopo un paio d'anni a Talmassons, ha iniziato a fabbricare, secondo proprie ricette innovative, gassose, aranciate, chinotti, spume e cedrate, in Chiavris prima e a Udine poi. E' proprio a Udine, in viale Palmanova, che ha acquistato il terreno e fatto edificare la fabbrica e i magazzini per la sua produzione e la concessionaria di importanti aziende quali Birra Splugen, Ferrarelle, Pejo, Plose, etc. I clienti, ad esempio proprietari di esercizi commerciali appena aperti, erano affezionati per la generosità che Fermo Strizzolo dimostrava nel concedere loro microcrediti attraverso pagamenti a lungo termine e firme in banca per la fiducia.

E' sempre stato coadiuvato dalla moglie Maria Mestroni, suo braccio destro, nell'impresa familiare. Ai numerosi amici spesso raccontava dei viaggi "premio" all'estero sulle navi Michelangelo ed Eugenio C. grazie agli obiettivi di vendita raggiunti con le ditte Splugen e Ferrarelle, oltre che degli incontri e aneddoti con i loro proprietari Bassetti e Violati.
Persona solare, cercava di tessere buoni rapporti con quanti incontrava nella vita mantenendo sempre uno "spirito friulano" di lavoro onesto, responsabilità, tenacia.
Oltre alla moglie, Maria, lascia i figli Luciana, già funzionario dell'amministrazione provinciale di Udine, il figlio Gianni, conosciuto ed apprezzato fotografo artigiano, il genero Alvise, medico chirurgo, e le adorate e stimate nipotine Elena Maria Lavinia ed Esmeralda Maria Francesca.

Leggi le Ultime Notizie >>>