Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 29 Marzo 2014

Bookmark and Share

Inaugurazione al laghetto di Basovizza - Museo dell’Acqua diffuso sul Carso

Comune di Trieste

Trieste (TS) - Lunedì 31 marzo alle ore 18.00, presso il laghetto di Basovizza - il Museo dell’Acqua diffuso sul Carso, il Comune di Trieste inaugurerà l’intervento realizzato nell'ambito del progetto europeo CARSO-KRAS finanziato dal programma per la cooperazione transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013.

Il progetto promuove l'integrazione territoriale sostenibile dell'area omogenea del Carso come una delle più importanti aree a cavallo del confine tra Italia e Slovenia. Le attività hanno come obiettivo la gestione sostenibile delle risorse naturali e la coesione territoriale secondo strategie condivise a livello transfrontaliero. Il progetto si compone di un ampio partenariato transfrontaliero, così definito: Comune di Sesana (Lead Partner del progetto), Provincia di Trieste, Provincia di Gorizia, Comune di Hrpelje-Kozina, Comune di Divaca, Comune di Komen, Comune di Miren-Kostanjevica, Comune di Muggia, Comune di San Dorligo della Valle, Comune di Monrupino, Comune di Sgonico, Comune di Trieste, Comune di Duino Aurisina, Istituto per le Foreste della Slovenia, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Direzione centrale risorse rurali agroalimentari e forestali – Servizio del corpo forestale regionale, Gruppo di Azione Locale del Carso, Agenzia di sviluppo territoriale del Carso e Brkini.

Il costo totale del progetto ammonta ad euro 3.085.000,00 e la durata è di 51 mesi (dall'1 gennaio 2010 al 31 marzo 2014). In tale ambito il Museo dell’Acqua diffuso sul Carso è nato con l’obiettivo di valorizzare il rapporto fra il ciclo dell'acqua ed il territorio carsico nelle zone di Basovizza, Gropada, Trebiciano, Padriciano e Banne. Attraverso tale realizzazione, si sono voluti migliorare e valorizzare gli elementi di pregio presenti nel nostro territorio, al fine di favorire la fruibilità del patrimonio naturale e storico culturale dell'area, nonché mettere in rete le eccellenze presenti, contribuendo ad aumentare l'attrattività dell'intero territorio. Quindi, accanto ad interventi puntuali di recupero, come per esempio quello della antica cisterna “Ciganka” di Gropada, con svuotamento dai detriti presenti e manutenzione della vera da pozzo, il progetto ha valorizzato gli itinerari e le opere già svolte sul territorio italiano collegandosi anche a quelli del limitrofo territorio sloveno, attraverso interventi di manutenzione, valorizzazione di aree di sosta, posa di panchine e portabiciclette, posizionamento di idonea cartellonistica esplicativa sull’Acqua sul Carso.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>