Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Arte > 28 Marzo 2014

A Casa Zanussi si chiude "Da vicino", ciclo di incontri sull'arte contemporanea

"Da vicino" a Casa Zanussi

Pordenone (PN) - Con tre artisti chiamati a incontrare il pubblico di Casa Zanussi per intrecciare un appassionante dialogo sulla pittura del nostro tempo si conclude, sabato 29 marzo (ore 17.00), al Centro Culturale Casa A. Zanussi di Pordenone – Sala Appi, l'edizione 2014 di "Da vicino", il ciclo di incontri con l’artista promosso dal Centro Iniziative Culturali Pordenone a cura di Angelo Bertani. Per il gran finale della terza edizione del ciclo i riflettori saranno puntati su Maria Elisabetta Novello, Alessandro Zorzi e Beppo Zuccheri, ovvero i tre protagonisti della 420^ Mostra in corso alla Galleria Sagittaria, “TRE/1. Tre modi di interpretare oggi la pittura", organizzata dal Cicp in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia e visitabile fino all’11 maggio 2014 con ingresso libero, da martedì a domenica in orario 16/19. Sarà l'occasione per immergersi nei lavori di questi artisti, approfondire il metodo utilizzato e la cifra espressiva.

«La mostra TRE/1 propone, ovviamente senza alcuna pretesa di esaustività, una sorta di itinerario attraverso tre modi molto diversi ma ugualmente emblematici di intendere la pittura oggi – ha affermato il curatore, Angelo Bertani - Alessandro Zorzi ha intitolato "Partiture" alcune delle opere esposte: pensate per un preciso rapporto con specifiche tipologie musicali esse possono essere viste (e in un certo senso ascoltate) come vere e proprie notazioni di parti strumentali. Il lavoro di Maria Elisabetta Novello prende avvio da una sfida: fare arte e addirittura fare pittura a partire da un non colore, dalla immobilità del grigio apparentemente priva di risonanza, servendosi della cenere di legna come materia costitutiva delle opere. Dal canto suo Beppo Zuccheri affronta una coraggiosa esplorazione del mito e della storia servendosi di una pittura opaca e polimaterica, in cui l’inserimento di materiali eterogenei caratterizza la dimensione tridimensionale, aggettante ed empaticamente coinvolgente dell’opera».

Ingresso libero, informazioni presso Centro Iniziative Culturali di Pordenone (via Concordia 7; tel. 0434 553205; cicp@centroculturapordenone.it; www.centroculturapordenone.it).

Leggi le Ultime Notizie >>>