Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 10 Marzo 2014

Bookmark and Share

A Cinemazero "La mia classe" di Daniele Gaglianone, uno sguardo sulla realtà dell'immigrazione

"La mia classe" di Daniele Gaglianone

Pordenone (PN) - Cinemazero porta a Pordenone martedì 11 marzo alle 21.00 l'interessante docu-film “La mia classe” di Daniele Gaglianone, in un evento che sarà arricchito dalla presenza del regista. L’incontro sarà riproposto mercoledì 12 alle 9.00 alle scuole di Pordenone.

In un'Italia che ospita una moltitudine di etnie e culture differenti, il regista Daniele Gaglianone realizza “La mia classe”, un film in cui la problematica dell'integrazione emerge in un'audace messinscena che intreccia finzione e realtà, raccogliendo il favore della platea delle Giornate degli Autori dell’ultimo Festival di Venezia. La storia si svolge a Roma, nel quartiere multietnico del Pigneto.

Entro le mura di una classe di adulti assistiamo allo svolgersi delle esistenze di extracomunitari di origini disparate, ma tutti impegnati in una difficile integrazione. L’abilità di Gaglianone, supportato dalla splendida interpretazione di Valerio Mastrandrea, porta la narrazione fino al suo punto di rottura causata dall’incursione della vita reale nella finzione, e spiazza lo spettatore rivelando la lacerante verità della quotidianità di un immigrato.

“Non succede per un gusto cinefilo. Abbiamo cercato di far emergere nel film il grandissimo disagio che avevamo provato prima di iniziare le riprese, quando a Issa è arrivata la notizia del mancato rinnovo del permesso di soggiorno. Dovevamo quindi “cacciare” dal set uno dei nostri attori. A quel punto ho trovato il mezzo col quale far entrare nel film questo disagio e farlo provare agli spettatori. Siamo stati costretti a riflettere su ciò che è legale e ciò che è legittimo. Mi piaceva che il set diventasse anche un’allegoria del rischio che sta correndo la nostra società”.

Così il regista spiega la genesi di questo film che fotografa un tema – quello dell’integrazione – che forse non è solo di attualità, ma ha tutti i tratti dell’urgenza, che il pubblico di Cinemazero potrà valutare insieme all’autore al termine di questo appuntamento.


INFO/FONTE: Cinemazero Ufficio Stampa

Leggi le Ultime Notizie >>>