Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Teatro > 18 Novembre 2007

“Miserabili” di Marco Paolini inaugura, lunedì 19 novembre, la rassegna ContrAZIONI

Marco Paolini

Monfalcone (GO) - “ContrAZIONI. Nuovi percorsi scenici” non è ancora iniziata ed è già un successo. La rassegna interna al cartellone di prosa del Teatro Comunale di Monfalcone, che quest’anno è dedicata al tema del lavoro, si inaugura lunedì 19 novembre, alle ore 20.45, con “Miserabili. Io e Margaret Thatcher”, lo spettacolo scritto e interpretato da Marco Paolini che nel corso della passata stagione ha riscosso un grandissimo successo in molti teatri italiani e che a Monfalcone ha già fatto registrare il “tutto esaurito” al botteghino.
“Miserabili” è un racconto in forma di ballata che attraverso monologhi, canzoni e brevi narrazioni (lo spettacolo è stato scritto da Paolini insieme ad Andrea Bajani, Lorenzo Monguzzi e Michela Signori) descrive la metamorfosi della società italiana a partire dagli anni Ottanta. In questo senso lo spettacolo è anche la prosecuzione del percorso intrapreso da Paolini con gli Album: torna infatti Nicola, il personaggio degli Album, protagonista questa volta di un dialogo immaginario con Margaret Thatcher.
Tema principale della ballata è l’economia: l’intreccio fra “macro” e “micro”, l’influenza, sempre crescente, delle regole (e dell’assenza di regole) di mercato sul nostro modo di vivere il presente ed immaginare il futuro.
Sulla scena, a fare da contrappunto alle parole di Paolini, le musiche composte ed eseguite dal vivo dai Mercanti di Liquore.

Ma gli appuntamenti con ContrAZIONI in programma nel mese di novembre non finiscono qui. Prosegue infatti il ricco calendario di ContrAZIONI netWORK, serie di iniziative, dedicate al tema del lavoro, realizzate insieme ad alcune associazioni che operano sul territorio non soltanto locale e che si occupano, sotto diversi aspetti, di lavoro e di promozione sociale: l’Associazione Nazionale Esposti Amianto di Monfalcone, in prima linea ormai da anni per il riconoscimento dei diritti violati e la tutela della salute dei lavoratori; l’Associazione “Carico Sospeso”, che da alcuni anni si occupa di informazione circa i temi della sicurezza e del diritto alla sicurezza sul luogo di lavoro; l’Associazione di Promozione Sociale “Banda Larga”, la cui attività è prevalentemente indirizzata alla realtà giovanile e che gestisce il Centro di Aggregazione Giovanile di Monfalcone.

Giovedì 15 novembre, alle ore 21.00, presso il Centro di Aggregazione Giovanile di Monfalcone, nell’ambito di contrAZIONImovie, rassegna video sul tema del lavoro, viene proiettato il film "Grazie, Sig.ra Thatcher", di Mark Herman, amara commedia inglese che racconta la storia di una comunità mineraria la cui sopravvivenza è minacciata dall'incombente chiusura degli stabilimenti (una conseguenza della scellerata politica del premier Thatcher) e che ritrova una temporanea dignità stringendosi intorno alla banda del villaggio, ultimo baluardo della smarrita autostima.
Al termine della proiezione, con la collaborazione di Tiziano Pizzamiglio, coordinatore RSU della Ineos Film di Monfalcone, si discuterà su alcuni dei temi proposti dal film e dallo spettacolo di Marco Paolini. L’ingresso è libero.

Molto atteso l’appuntamento di sabato 17 novembre, alle ore 20.30, presso il Teatro Comunale. Qui farà tappa Avanti Pop, il viaggio-concerto dei Têtes de Bois che si tiene nei luoghi in cui la dignità dei lavoratori è stata violata (fabbriche, call center, campi di pomodori) e che finora ha toccato, fra gli altri, i cancelli della Fiat Sata di Melfi, le cartiere di Isola del Liri, le acciaierie di Terni, i campi di Borgo Libertà, l’Atesia. Anche l’ingresso al concerto &egril gruppo musicale Têtes de Boisave; libero.
Lunedì 19 novembre infine, in occasione dello spettacolo di Marco Paolini, l’Associazione Nazionale Esposti Amianto di Monfalcone sarà presente in Teatro con un banchetto informativo per distribuire al pubblico materiali relativi all’attività dell’Associazione e all’andamento dei procedimenti giudiziari in atto presso la Procura di Gorizia.

Leggi le Ultime Notizie >>>